Utente 586XXX
Buonasera vi ringrazio in anticipo per il lavoro che fate e per la pazienza di leggere questo testo lungo ma sono troppe cose.


Per diversi anni ho preso il trittico per curare l'ansia ma sentivo che l'ansia non passava.
E purtroppo sono conscio che ho sbagliato ma avendo troppi problemi non avevo tempo e ho fatto questo da solo.
Per anni ne ho presa una e poi dalla psicologo (non ci vado piu' da almeno 3 anni) ne prendevo mezza sotto suo consiglio.
Da 4 mesi a questa parte ho mollato il trittico e sono passato ad elopram mi sono trovato molto bene ho cominciato con 12 gocce e ora sono passato a 10 Di elopram e la mattina sto prendendo una xanax le gocce la sera (perche' l'ansia non passava).

Da circa 1 mese ho cominciato ad avvertire una sensazione di sete intensa a volte implacabile.
Puo' essere un effetto collaterale dell elopram?
lo xanax lo prendo da 1 settimana prima che cominciasse questa sete assurda.

E' nato tutto cosi'.
Mi porto purtroppo da anni un infiamazione alla prostata che nessuno e' mai riuscito a curarmi.
In questi 2 mesi per 3/4 giorni siccome urinavo troppo spesso prima di uscire di casa anche se avevo sete non bevevo e forse mi sono disidratato?.
Dopo sta cosa dei 4 giorni ho ascoltato dei discorsi della mia ragazza di problemi suoi che mi hanno messo molto stress la sete e' aumentata da quella sera.
Il giorno dopo ho consumato un pasto molto salato pasta ai frurtti di mare cozze ecc e calamari fritti.
Sono stato ovviamente dal mio medico che ecluso l'epatite dicendo che sarei stato giallo in viso che secondo lei non ho nulla e mi ha detto di andare dal diabetologo per vedere se e' diabete insipido ci andro' in settimana.
ho fatto esame epatite fine 2016 quindi se fosse nn e' una cosa che mi porto dietro da anni.
Come devo muovermi?
sono preoccupato.
Dimenticavo prima di esserci sete intensa inizialmente sentivo come se avessi un granello di sale sulla lingua e quindi bevevo per cercare di calmare la sete.
Prendo circa e caffe' al giorno.
Perfavore aiutatemi

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

A volte nel suo racconto non è chiaro se si parli di sete o di altro, perché non tornano alcuni comportamenti. Forse dipende dal fatto che soffre anche di un disturbo d'ansia, e questo magari le fa riferire i sintomi in maniera preoccupata di per sé.
Adesso quindi beve normalmente ma ha sete, e urina...normale, molto (parlo di volume), poco ?
Come effetto delle medicine non sarebbe tipico, ma raramente può essere, strano dopo mesi che le assumeva però.
La sua diagnosi precisa quale è ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 586XXX

La sete persiste da 1 mese circa e non e' diminuita.Bevo 4/5 litri di aqua al giorno e non bastano.Da quando bevo di piu' urino di piu' i reni dovrebbero essere ok?Ho il timore di avere problemi ai reni gia' cosi giovane anche se 7/8 mesi fa.La mia dottoressa ha visto esami delle urine e ha affermato che se avevo problemi ai reni avevo un valore sballato che lei ha visto.Io non ricordo quale sia.La diagnosi delle dottoressa e che potrebbe essere diabete insipido.Non voglio cure online e faro' tutti gli esami del caso.Ma vorrei sapere se e' come il diabete quello che viene per troppi zuccheri.Posso mangiare " quello che voglio " ?In settimana andro' dal diabetologo come mi ha detto la mia dottoressa.Se potete darmi altri suggerimenti?

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No il diabete insipido si chiama così proprio perché non è quello "dei dolci". Diabete significa "urina abbondante".
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 586XXX

Come devo muovermi?Grazie

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Glielo dice il medico, che prima vuole fare appunto degli accertamenti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it