Utente
il mio neurologo a seugito di numerosi episodi di attacchi di panico e crisi di ansia che sono avvenute per la prima volta il 5 gennaio 2020, mi ha prescritto in data 10 gennaio la seguente terapia: xanax mezza compressa da 0, 5mg per tre volte al giorno.

poi dopo 1 settiamana modifica la terapia aumentando il numero di compresse, passando così a 1 cpr da 0, 5mg intera per tre volte al giorno.


sono andato avanti così per 1 mese finchè iniziavo ad avvertire nel pomeriggio sensazione di stanchezza e sonnolenza eccessiva e quindi contatto il neurologo che mi dice di ritornare al dosaggio iniziale cioè mezza compressa da 0, 5 mg per 3 volte al giorno.

da quel momento in poi non ho capito più niente di quello che mi stava accadendo, non riesco più a praticare sport non riesco ad uscire di casa, appena metto piede fuori dal palazzo avverto sensazioni di giramenti di testa, fiato corto, tremori, battito cardiaco un po accellerato e sensazioni di svenimento.
Avviso il mio neurologo dei seguenti sintomi e per escludere ogni forma di patologia cardiaca mi indirizza da un cardiologo.
effettuo ecg, ecocuore e holter cardiaco 24h.
Dagli esami effettuati non si evince nessuna patologia cardiaca.

Giacchè in queste ultime due settimane nessuno di noi sta uscendo di casa (a causa dell'emergenza sanitaria in atto) i miei sintomi sono peggiorati.
anche quando sono a casa avverto sensazioni di capogiri vista annebbiata dolori al cranio e sensazione di svenimento costante... quasi come se stessi per morire.
Ho 26 anni e ho sempre fatto una vita normale e praticato sport.

Tuttavia contatto il neurologo e decide di aumentare il dosaggio di xanax: 120 gocce al giorno di alprazolam ripartite cosi
40gocce alle 8:00,
40gocce alle 15:00
40gocce alle ore 22:00
volevo chiedervi se è il caso di cambiare specialista e rivolgermi ad uno psichiatra.
il prossimo controllo dal neurologo è fissato tra 3 mesi.
cioè in totale dovrei seguire una terapia a base di xanax per 5 mesi.
nei primi 2 mesi il dosaggio era comunque basso ma da ora fino a giugno assumere 120 gocce cioè 3mg al giorno tutti i giorni non è un pò esagerato??

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il trattamento con sole benzodiazepine non ha alcuna indicazione e può portare a dipendenza ed assuefazione.

È utile che possa avere una nuova valutazione in conformità alle prescrizioni attuali dei decreti di emergenza.


Lo specialista di riferimento è lo psichiatra.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio per la tempestiva risposta. purtroppo ho provato anche ad uscire per fare la spesa ma appena faccio 100 metri inizio ad avvertire tutti i sintomi descritti sopra e l'ansia aumenta sempre di più ( ho paura che possa succedermi qualcosa mentre cammino per strada e che nessuno possa aiutarmi). ho provato ad effettuare una ricerca su alcuni sito come "idoctors, miodottore" per trovare qualche psichiatra che possa far visita in studio privato ma allo stato attuale nessuna disponibilità.
Dottore mi scusi allo stato attuale l'unica opzione disponibile è quella di attendere che la situazione si sblocchi e che io possa farmi accompagnare da un parente per una visita specialistica al più presto, giusto?

[#3] dopo  
Utente
Il neurologo mi ha prescritto levopraid (20 gocce al giorno) e 3 cpr di xanax da 1mg al giorno.
Volevo capire cosa comporta l'assunzione di questi due farmaci per il trattamento del disturbo da attacchi di panico e nevrosi di ansia.

cioè il levopraid preso insieme allo xanax dà effetti sedativi ed aiuta a ridurre i sintomi tipici dell'ansia?
Grazie