Olanzapina per disturbo nas

Salve!
All'età di 19 anni ho iniziato ad avere attacchi di panico dopo forte stress lavorativo e licenziamento.

Prima di Natale ho avuto un cosiddetto "attacco di panico" così forte che ho creduto di morire.
Avevo anche un pensiero strano prima di esso, che una sola persona avesse sentito un mio pensiero.

Inizialmente mi avevano prescritto solo delle gocce calmanti, però continuavo a svegliarmi la notte sempre alla stessa ora, finché ho smesso di mangiare per un mese (per paura di venire avvelenata.
Paura nata senza motivo, forse perché stavo tutto il giorno sdraiata sul letto senza interagire o parlare).

Al ricovero mi diedero abilify e diagnosticarono una psicosi Nas.
Uscita dall'ospedale dopo un mese e mezzo, continuai la cura dalla psichiatra.

Sostituì l'abilify con zyprexa, perché era troppo forte e non vedevo bene.
Mi sono accorta che dopo l'ospedalizzazione, ho avuto un periodo in cui non gestivo le mie gambe mentre camminavo e percorrevano dei percorsi che diceva una voce che parlava al mio posto.
La psichiatra mi ha detto che potrebbe essere una specie di fuga dalla realtà.
Inoltre dice che soffro di una forte ansia e non posso stressarmi.
Dopo un mese di zyprexa tornavo alla normalità.
Purtroppo per lavoro ho dovuto sospendere e sono stata normale per un anno e mezzo, senza nessun attacco.
Recentemente sono tornata in cura e faccio pure psicoterapia.
La terapeuta mi ha detto che ho semplicemente una dissociazione dal dist.
post traumatico da stress e che posso smettere i farmaci tra qualche tempo, cosa che in 5 anni la mia psichiatra non ne ha fatto cenno, anzi non sa da cosa sia dovuto.
Da adolescente ho subito varie forme di bullismo, pure per la mia omosessualità.
Conduco una vita normale, so che non esiste nessuno al mondo che può leggere il pensiero ma sotto forte stress periodicamente cedo.
Vorrei sapere se secondo voi ho un tipo di schizofrenia o semplicemente dei traumi che mi fanno perdere per qualche mese la ragione.
Grazie delle risposte
[#1]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3,6k 182 24
La psicoterapeuta è un medico o una psicologa? Perché un medico può decidere sui farmaci, uno psicologo no.
E' importante che la diagnosi sia attendibile, psicosi NAS è una diagnosi iniziale, ora a distanza di anni andrebbe precisata meglio per una terapia efficace.

Franca Scapellato

[#2]
dopo
Utente
Utente
La psichiatra in cinque anni non ha saputo dirmi da cosa fosse dovuta.
Per la cartella clinica mi ha detto di ritirarla all'ospedale...quindi io non so che patologia ho,visto che non vuole dirmelo in parole povere.
Sono rimasta solo basita dal suo comportamento,in più non le va bene che sono in cura da lei perché ho la residenza nella zona di quella Asl ma il domicilio da un'altra parte e quando mi ha ripreso in cura mi ha anche urlato,quindi pensavo di cambiare psichiatra e andare da un altro
[#3]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3,6k 182 24
Appena possibile trovi uno psichiatra nella sua zona ma nel frattempo segua le indicazioni del medico e non della psicologa per i farmaci.

Franca Scapellato

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test