Trittico e prolungamento qt

Gentili medici

Sto assumendo Trittico rilascio prolungato al dosaggio minimo di 25 mg la sera in associazione ad un altro farmaco.


Il mio medico di base qualche giorno fà telefonicamente all'atto della prescrizione mi ha riferito che tale molecola alla lunga può indurre prolungamento dell'intervallo qt.
Mi ha spiegato che tale effetto è pericoloso e mi ha consigliato di contattare lo psichiatra e farmi cambiare molecola.


Lo psichiatra si è rifiutato in quanto sostiene che tale effetto è dose dipendente ed il mio dosaggio è molto basso.



Vorrei un terzo parere perché così davvero si rischia di andare in confusione.



Grazie

Cordiali saluti
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34,7k 839 50
Tutti i farmaci possono avere tra gli effetti collaterali annoverati l'allungamento del tratto QT.

Questo fenomeno impone una valutazione periodica dell'ECG senza che vi possano essere considerazioni differenti rispetto all'uso dei farmaci.

Vi è controindicazione se lei ha casi di morte improvvisa per motivi cardiologici in anamnesi familiare con parenti in giovane età.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test