Utente
Buonasera avrei la necessità di informazioni relative alla mia terapia.

Non riesco a parlare con il mio pschiatra storico da più di un mese, l ultima volta che ci siamo visti ha impostato la terapia nel seguente modo: escitalopram 4 gg tutti i giorni insieme a del prazene 20gg.

Prima dell escitalopram prendevo 8 gg di citalopram con il quale mi trovavo meglio per lo meno sulla sfera sonno tanto che sono riuscita ad abbassare il prazene in quanto dopo l assunzione crollato e al mattino mi ci volevano 4 caffè per svegliarmi, poi è arrivato il covid e li nn si è capito Più nulla.

Dopo mesi circa 3 riesco a parlare con il mio psichiatra il quale mi suggerisce di passare da citalopram ad escitalopram 5gg solo che al posto di prenderlo la sera dovevo prenderlo di giorno.

Avevo chiesto espressamente una terapia da poter fare solo la sera nn avendo orari regolari curanti la mattinata evitando anche l effetto sonnolenza.

Ad oggi ho provato a consultare il medico di base il quale mi ha suggerito di ritornare alle 8 gg di citalopram perché forse escitalopram per me nn va bene.

Ora io sono confusa ed anche molto
Si può prendere l escitalopram la sera?

Può creare problemi per il sonno?

È normale avere vertigini e giramenti di testa?

Sono 22 giorni che prendo queste 4gg prima di giorno ora le prendo la sera sto facendo bene?

Ho provato a portare l escitalopram a 5 gg ma mi dava una forte rabbia ed irritabilità è normale??

Scusatemi vorrei fare queste domande al mio pschiatra ma nn rispondendondimi e nn sapendo a chi rivolgermi, se nn che a voi specialisti vi chiedo pazienza...
Grazie a chi mi risponderà...
Inoltre io vivo a Viterbo ed avrei la necessità di uno pschiatra come punto di riferimento essendomi trasferita dalla Puglia potreste aiutarmi?

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il dosaggio dei farmaci risulta essere troppo basso per avere miglioramenti clinici evidenti.

Deve trovare uno specialista in zona che possa gestire la terapia.





Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore,Nn è semplice trovare uno pschiatra,poi uno competente ancor che meno.
Non posso aumentare l escitalopram in quanto mi aumenterebbe l irritabilità già provato ed ho abbassato il dosaggio.
Detto ciò esiste o no una differenza tra citalopram ed escitalopram in quanto il mio medico di base dice che il secondo sia più forte le risulta?
Grazie per la futura risposta.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sta inspiegabilmente sospeso tra due cure che sono quasi uguali, per cui anche volendo risolvere la scarsa tolleranza ad uno di questi due, passare all'altro non ha molto senso: il citalopram contiene l's-citalopram.
Stare a dosi basse non risolve il disturbo, di alternative ce ne sono svariate.

La sua diagnosi quale è ? Questa è la terapia che ha già preso in passato e funzionava ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#4] dopo  
Utente
La diagnosi è stata depressione con attacchi di panico che per 7 anni ho curato con sertralina 50mg dovuta sospendere a causa della nausea incredibile mai passata e anche per il dimagrimento considerando che peso 49 kili per 1.64.
A tutto questo si aggiunge la Rcu
L antidepressivo mi teneva a bada le somatizzazioni sull apparato gastrointestinale sulla fase premestruale e sulla depressione associata ad ansia scoppiate quando ho scoperto di avere appunto la Rcu.
Le dirò che il citalopram era meno irritante dell escitalopram niente nausea per dirne una per lo meno su di me...rispetto alla sertralina il citalopram era meno attivante forse più compatibile con il mio organismo,i farmaci sono tanti trovare quello più adatto nn è semplice.
Nn so se questa è la sede ma mi auguro di poter ricevere un consulto anche da uno speciliasta che possa prendermi in carico a Viterbo dove attualmente risiedo.
Grazie per qualsiasi suggerimento potrete darmi

[#5] dopo  
Utente
Dimenticavo ho provato la mirtazapina dormivo tutto il giorno.
Anche il trittico ma con scarsi risultati..
Circa due anni fa' da sertralina a citalopram,il quale ad un dosaggio di 8gg la sera era meglio dell escitalopram a 4gg sempre di sera con del prazene sempre tra 15/20gg sera..E al bisogno 3/5gg anche di giorno in caso di ansia..

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Nella sostanza ha sempre utilizzato terapie appartenenti alla medesima classe con dosaggi piuttosto bassi.

Eventualmente vanno considerate delle variazioni con altri farmaci per raggiungere un benessere psicofisico più stabile nel tempo.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno avrei una domanda per il dott Pacini,quando dice sono due farmaci quasi uguali cosa si intende?
Ho compreso che da citolapram hanno aggiunto la S, ma cosa significa a livello terapeutico?
Spiegato banalmente cosa vuol dire?
Il mio pschiatra quando me lo ha prescritto lo ha definito come un "DISEL" come un farmaco "MORBIDO" AL contrario dell escitalopram.
Ora giusto per avere un quadro più chiaro in questo momento storico difficile,ho compreso che il dosaggio dell escitalopram è piuttosto basso(4gg) posso sempre tornare al precedente al meno per ora,Ma desiderei comprendere se pur minima la differenza fra i due..perché io fisicamente e mentalmente la sento e quindi onde evitate di star peggio nell attesa di trovare uno specialista dalle mie parti(per nulla semplice )se gentilmente mi fa' un quadro più chiaro magari mi tranquilizzo un attimo perché nn lo sono per nulla.
Ringrazio anticipatamente.

[#8]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Anche il dosaggio del precedente era piuttosto basso.

I due farmaci sono uno l'evoluzione dell'altro per cui si utilizza solo la porzione "S" della molecola utilizzata nel precedente.

L'azione è simile, un poco più sedativa per il citalopram e meno per l'escitalopram

Il problema comunque non è il solo dosaggio basso ma anche l'utilizzo eventuale di prodotti genericati per cui il rapporto di principio attivo è probabilisticamente minore.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#9] dopo  
Utente
Grazie dottore ora é stato nettamente più chiaro ed ho anche compreso che il dosaggio di 9gg di citalopram era più compatibile per il mio stato.
Grazie anche per avermi spiegato la differenza fra generici ed originali,infatti dell escitalopram prendo appunto Entact,mentre di citalopram generici e le dirò che funzionava certo nn perfettamente ma meglio di Entact.
Se il dosaggio aumenta aumentano anche gli effetti collaterali.
Quindi riprendo la vecchia terapia con citalopram ho cmq la prescrizioni le famose 9gg a sera.
Ultimissima domanda
4gg di Entact è opportuno scalare ogni due giorni una goccia di Entact con aggiunta di 2gg di citalopram?
Cmq la ringrazio ha risposto in pieno alla mia domanda ancora grazie e buon lavoro!

[#10]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Nessuno le ha fornito indicazioni su come gestire la terapia e lo scopo del servizio non è questo.

Lei assume una terapia sulla base di una prescrizione ricevuta dal suo medico e la variazione è conseguente ai controlli che ha effettuato.

Per avere certezza di assumere una terapia corretta deve farsi visitare da uno psichiatra.

Ha acquisito delle informazioni che sta utilizzando in modo sbagliato.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#11] dopo  
Utente
No guardi dottore se ho sbagliato nella domanda mi deve perdonare fino a quando nn riesco a contattare lo specialista storico piuttisto che stare come ora riprendo la prescrizione precedente che mi ha aiutato per anni sia per l ansia sia per l umore.
Lei nn mi consigliato nulla mi ha solo dato delle spiegazioni e risposte che io vi ho posto.
Consultare lo specialista in tempi di Covid è piuttosto difficile,sembra che tutti gli altri pazienti con patologia nn esistano.
Ringrazio e saluto.

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Lei nn mi consigliato nulla "....
Appunto, ma cosa intende per "consigliare", non si capisce cosa intenda. Qui indicazioni sulle cure non se ne danno ed è nelle premesse, quindi quando dice "consigli" di preciso a cosa si riferisce ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#13] dopo  
Utente
Guardi dottore volevo solo capire la differenza fra i due farmaci Es e Citalopram...semplicemente questo.
Ripeto nn riuscendo a sentire lo specialista avevo la necessità di comprendere semplicemente questo.
Qui nessuno mi ha dato una terapia ne tanto meno la voglio sarebbe da stupidi pretendere questo.
Ovvio ho la vecchia prescrizione del mio pschiatra e riseguo le sue indicazioni in quanto ripeto qui nessuno può fare o fare terapia.
Il citalopram ha un effetto meno irritante se pur a 9gg(È se il mio pschiatra storico mi da tale dosaggio in quanto mi conosce io nn cambio di una virgola ciò che lui mi prescrive).
Avevo solo la necessità di spiegazioni è così difficile da comprendere?
Qui si cerca un consulto oppure eventualmente un parere ma sarebbe da pazzi credere che attraverso una tastiera si possa fare diagnosi.
Detto ciò la saluto e si ricordi che il paziente deve avere pazienza e fiducia nel proprio specialista,ma voi specialisti che avete a che fare con gente che è in difficoltà di essere più umani il che nn vuol dire fare diagnosi on line significa essere solo gentili.
Questa è una delle ragioni per quali cambiare pschiatra nn è affatto come cambiare dentista,voi pschiatri avete a che fare con anime nn ossa!
Cordiali saluti.
E grazie per la pazienza

[#14] dopo  
Utente
P.s.
Dott Pacino nn comprendo il dott Ruggeri,mi ha solo dato delle spiegazioni almeno quelle si possono dare qui?
Il come le interpreto io nn è un problema del dott Ruggeri,mi ha spiegato e confermato cose che fisicamente ho percepito tutto qui!
Ripeto seguo le guide del mio pschiatra storico fino a quando nn potrò sentirlo.

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La differenza gliela ho indicata sopra: citalopram contiene s-citalopram, nella misura della metà. Metà citalopram è s-citalopram.

"significa essere solo gentili."

I consulti vanno anche letti. Se la questione di chiedere di nuovo esattamente quello che si è già scritto...
Non è questione di gentilezza, di parole: dice che vuole consigli, invece vuole commenti, prima dice che "lei non mi ha consigliato nulla"; dopo di che invece dice che voleva spiegazioni, peraltro già date.

Invece di far polemica, diciamo che ha cambiato richiesta, senza ricordare che quello che diceva di voler sapere era già stato scritto prima.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#16] dopo  
Utente
Gentile dottore,fracemente è stato più chiaro il suo collega,per come ha spiegato lei nn è stato per nulla chiaro almeno per me che sono un umile paziente.

[#17]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Umile non direi, visto il suo atteggiamento.
Se non ha capito, non è un problema. Ma dire che ha chiesto una cosa e non le si è risposto semplicemente non risulta, è esattamente la cosa su cui ho risposto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"