Utente
Anni 39.
Il primo episodio riconducibile alla depressione fu ad 8 anni, sicuramente 10 anni in cui sentii un forte senso di malessere dentro, i miei genitori mi vedevano triste e non parlavo chiedendomi cosa fosse successo.
Avevo da poco finito la comunione, quindi mi ero un po abituato a quei ragazzini, ma da un giorno all'altro finito il catechismo andò tutto perso.
Solo che ricordo che il malessere che sentivo dentro era veramente depressione.
L'infanzia invece è stata estremamente felice.
In seguito verso i 12 anni le cose iniziarono a peggiorare.
Non parlavo mai con nessuno.
A 20 anni la prima psicologa, nessun risultato.
A 25 anni le prime terapie di farmaci, che si sono protratte per quasi 10 anni.
Nessun risultato.
Tutt'oggi sono ancora più depresso al punto che ci ho fatto l'abitudine.
Il problema è che la depressione mi rende poco produttivo sia lavorativamente che socialmente.
E' un continuo mal di denti che non se ne va via fin da quando avevo 12 anni, in quei periodi piangevo sempre in camera.
E' una sensazione che odio avere addosso, avere la depressione mi fa sentire peggio di un lebbroso verso me stesso.


Ora non so come sia possibile, che passati 30 anni, nonostante i cambiamenti della sfera sociale, dell'età e delle varie terapie, non c'è stato un giorno passato in felicità o armonia.
A volte penso di avere una qualche malattia che mi causa la depressione, forse un cancro o altro, forse per questo gli psicofarmaci non sono mai serviti a niente.
Ma non saprei da dove iniziare e quale malattia biologica dura 30 anni?
Ora sto facendo un percorso con la ASL, ma i tempi sono lenti, e tutti gli ammanchi sociali a causa della depressione non li posso recuperare.
In pratica vivo da solo ormai da oltre 10 anni, con lavoro precario e nessuna vita sociale.
Come si fa ad essere depressi da una vita?
La depressione dovrebbe essere un momento che dura al massimo qualche anno.
Oltre ad avermi diagnosticato depresso, altro non hanno diagnosticato.


8 anni -> piangevo perché credevo che sarei stato bocciato, la maestra mi disse che sarei stato promosso, nei precedenti anni ero stato sempre primo nella classe.

10 anni -> la sensazione di malessere, era come un qualcosa che veniva da fuori per atterrarmi, una specie di depressione esterna che ti attacca come un virus.

12 -> attacchi di depressione, forti pianti fino ai 20 anni.


Dai 20 anni fino ad oggi una vita depressa.
Dentro ho solo rabbia verso questa sporcizia (depressione) come se non fosse un qualcosa di mio ma fosse entrata ed è una vita che sto cercando di buttarla fuori.
Ma ho anche paura sia dovuta ad altre cause di malattie biologiche.
I medici dicono che ho un forte senso di ragionamento e razionalità, alla fine sento la mancanza di una compagna, di una famiglia, e mi sento patetico a 39 vivendo in queste condizioni ancora a parlare di depressione, fisicamente mai stato violento o un pericolo, mai avuto problemi con la legge, e vorrei un po di tranquillità, ma non mi riesce.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
[#2] dopo  
Utente
Se una depressione così duratura possa essere dovuta a delle cause biologiche, o se sia veramente possibile essere depressi per una vita intera senza provare nessuna gioia, neanche quando fai sesso o vieni assunto al lavoro.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
La depressione ha delle cause biologiche intrinseche, strano che ponga questo tipo di domanda.

I dati sull’insorgenza della depressione sono evidenti.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72