Malessere

Buongiorno, ho 23 e scrivo per avere dei chiarimenti rispetto alla mia situazione.


Tra settembre 2020 e marzo 2021 ho iniziato ad accusare dei problemi relativi ad attacchi d’ansia tra cui tachicardia, giramenti di testa, ipocondria, dolori al collo e agitazione, momenti che sono passati da soli senza troppe preoccupazioni.


Da giugno 2021 questi sono tornati, mi sono sentito molto stressato, abusavo di alcool (prevalentemente birre) e in seguito a questi attacchi tachicardici ho iniziato ad avere sensazione di oppressione tra lo stomaco e il petto come se avessi un attacco cardiaco.

Ho iniziato ad avere una forte ipocondria, affaticamento, forte ansia, dovuta anche alle dosi di vaccino che non volevo fare per paura di qualcosa di grave che potesse succedermi.

Ho iniziato a non fare tutte quelle cose (tipo giocare a calcio, corrette ecc), che secondo me potevano portarmi ciò.

Dopo la seconda dose la situazione è crollata, ho iniziato ad avere forte confusione mentale, perdita di appetito, poca lucidità, sensazione di irrealtà, estraneità, ho perso tutte le emozioni, l’unica cosa che faccio è controllare i miei sintomi su internet e ho costantemente paura di rimanere scemo o di morire improvvisamente.

Vivo costantemente in un sogno, e l’agitazione è tanta.

La mattina mi sveglio confuso e non riesco a fare nulla.

Mi capita da qualche giorno che mi prenda una debolezza alle gambe, inizia a tirarmi il braccio sinistro e il collo alla base mi fa male, con confusione mentale.

Inoltre il collo mi tira, con dolore alla base e fastidio alla nuca e alle tempie.

Ho fatto ecg nella norma (tachicardia sinusale) e emocromo per 2 volte idem, ho sentito 2 neurologi e hanno detto che la componente principale dei miei problemi è l’ansia mista a depressione, dovuta alla situazione.

Ma io mi sento male, ciò che mi consigliano tutti è di parlare con uno psichiatra per una visita e successivamente terapia medicinale.

Ho costantemente paura che si tratti di qualcosa di serio e che non riesca più a svegliarmi da questo maledetto sogno, perché non riesco ad avere nessun interesse mentale (i giorni mi sembrano tutti gli stessi e vuoti) e sessuale.


Premetto se può servire che a 14/15 anni per circa 4/5 mesi ho sofferto di ansia generalizzata con somatizzazione anch’essa abbastanza forte.



In base a ciò cosa mi consigliate di fare?

Possibile che tutto ciò possa essere causato dal mio stato ansioso?

Grazie per le risposte.
[#1]
Dr. Mario Savino Psichiatra 1,3k 74 11
Sono costretto a ripeterle quello che le hanno già suggerito, una visita psichiatrica ed una terapia specifica, tornerà a stare bene.
Cordialità

Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#2]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,7k 888 269
"Possibile che tutto ciò possa essere causato dal mio stato ansioso?".
No, è possibile ciò sia il suo stato ansioso.
Ciò che le consigliano gli altri è ciò che farebbe in ogni caso, anzi lo sta facendo ma in direzioni che vanno dietro alle paure anziché alla cura degli attacchi d'ansia. Il pensiero che potrebbe essere qualcosa "di serio" è ovviamente senza oggetto preciso, ma soprattutto non è in contraddizione con il farsi vedere da uno psichiatra. Il fatto che non lo fa nonostante parli esplicitamente di cose psichiatriche è legato al fatto che non "vede" il cervello come fonte del problema, le sembra di parlare di qualcosa di esterno a sé.
A proposito, presumo che quando parla di attacchi d'ansia e ipocondria derivi dal fatto che qualcuno ha fatto questa diagnosi, più o meno anche se non uno psichiatra.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie per le celeri risposte.
Volevo precisare che in adolescenza il mio pediatra mi diagnosticò ansia generalizzata e ipocondria ( per via dell’ossessione di avere qualcosa di grave e la necessità di avere ogni santa volta un parere medico o un esame che eliminasse quella paura). Nel corso degli anni però l’ho sempre portata con me, ma adesso è come se fosse esplosa. Non saprei altrimenti come spiegare il fatto che passi tutte le mie giornate a scrutare su Google tutti i sintomi e i fastidi. Il problema è che ora ho costantemente paura della morte e di non avere un domani. L’episodi ricorrenti di controllare assiduamente le feci, il battito, il fatto che sia andato in pronto soccorso già due volte in 2 settimane mi fa pensare a ciò..
Il non convincermi che sia qualcosa di psichiatrico deriva da tutto ciò che ho appena scritto..
Il suo parere è che debba farmi vedere da uno psichiatra?
[#4]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,7k 888 269
Infatti, la diagnosi torna. Il non convincersi è in linea con la diagnosi. Il fatto che sia andato in PS con questo tipo di preoccupazioni farebbe pensare appunto alla diagnosi fatta e che nel tempo c'è sempre stata.
Da chi se non lo psichiatra dovrebbe far curare una ipocondria ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore.
Un ultima domanda, dunque è possibile che questa situazione di confusione mentale, perdita di interessi, capogiri e stanchezza sia dovuta all’ ipocondria?
[#6]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,7k 888 269
Non tanto "dovuta", è possibile che sia in uno stato di allarme e preoccupazione, che definisce come sintomi elementi vari, di per sé senza altra corrispondenza oggettiva. Anche la normalità, vista in maniera ipocondriaca, diventa un insieme di sintomi.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test