Disturbi comportamentali e bipolarismo diagnosticato

Gentili Dottori,

illusterò brevemente la situazione per la quale chiedo consulto e la mia posizione a tal riguardo.

Scrivo in quanto il fratello della mia fidanzata soffre da tempo di alcuni disturbi comportamentali, elencati qui di seguito:

- Difficoltà nello studio
- Difficoltà nel vivere una vita "normale", con pochi interessi, va a letto la notte tardi (alcune volte mattina) per svegliarsi nel pomeriggio
- Episodi di rabbia incontrollata che sfociano in episodi di violenza verbale e fisica (soprattutto nei confronti della madre)
- Tendenze al suicidio (spesso dice di di suicidarsi ma credo non ci abbia mai provato seriamente)
- La sua vita è praticamente tra le mura domestiche

In passato si è recato già da altri psicologi e psichiatri, qualcuno gli ha diagnosticato la DHD mentre nel più recente passato gli era stata diagnosticata una depressione.

Aveva iniziato a curarsi con degli antidepressivi ed effettivamente gli episodi di violenza fisica erano cessati anche se non c'erano miglioramenti dal punto di vista "sociale".

Da un po' di tempo aveva deciso di sua iniziativa di lasciare le pillole e la situazione è degenerata nuovamente.

Ieri si è recato da un nuovo psichiatra che gli ha diagnosticato un disturbo bipolare e gli ha rpescritto tale terapia:

- Depakin 500
- Mutabon mite

Inoltre il medico ha prescritto un ECG in virtù della prescrizione di un farmaco aggiuntivo di cui non sappiamo ancora il nome.


Vi scrivo, come anticipato, per nome e per conto della mia ragazza.
Posso sapere cosa pensate di una terapia di questo tipo?
Vale la pena sentire il parere di un nuovo psichiatra?
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 35,6k 852 56
Deve essere chiaro che il parere andrebbe richiesto dalla persona direttamente interessata, in particolare perché non siete in rapporti di parentela ed i dati del signore possono essere messi in pubblico, come indicato dalle condizioni di servizio.

Inoltre, la domanda è anche poco chiara.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it


https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,

penso di aver garantito la riservatezza e l'anonimato del ragazzo.
Aggiungo che il consulto è stato inviato da me in quanto chi ha rapporti stretti di parentela ne è impossibilitato.
Le domande sono due e nascono dalla necessità di avere chiarezza su una situazione complicata e dal dubbio di non essere (neanche questa volta) di fronte ad una diagnosi corretta.
Vi ringrazio comunque l'interessamento.

Buona serata

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test