Quali motivi ci sono per somministrare il depot e chi può richiederlo

verifica della correttezza della diagnosi, non essendo una persona con problemi di dipendenza ne di tipo psichico
Quindi vorrei maggiori informazioni per potermi tutelare da un eventuale accanimento sanitario.

Visto che sono obbligato mensilmente al depot se
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
Non si capisce. Lei afferma di non avere problemi di tipo psichico. Evidentemente qualcun altro lo ha invece diagnosticato, con un nome probabilmente. Lei è sotto terapia antipsicotica con questa modalità, in che regime ? Volontario, è obbligato da una sentenza ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
Utente
Utente
No sono stato sottoposto a Tso e mi è stato detto che se volevo essere dimesso dovevo firmare l'accettazione del depot ,ma non sapevo cosa fosse e cosa volesse dire
[#3]
Utente
Utente
Per quanto riguarda il Tso e stato firmato dal sindaco
[#4]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
Si per forza è stato firmato dal sindaco...La legge così prevede.
Ma perché non fa minimamente riferimento alla situazione, alla diagnosi fatta ... ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#5]
Utente
Utente
Le la motivazione scritta sul ricovero coatto era :
L'aver mandato alla caserma dei carabinieri di Castenedolo,dove risiedo, indirizzata una all'attenzione del comandante Carlo Polenta e un'altra all'attenzione del maresciallo Andrea Fontana nelle quali in termini educati e pacati asserivo che fossero due corrotti .
Asserzioni fatte dopo aver subito torti, abuso di potere e essermi stato rifiutato il loro aiuto come ufficiali dei carabinieri a una mia richiesta di presentare denuncia e richiedere tutela o quantomeno un indagine per aver subito io e mio marito uno stupro in casa nostra.
Noi abbiamo riferito il nostro sospetto del coinvolgimento dei rispettivi vicini día a destra che a sinistra della villetta a schiera dove viviamo.
Non solo non abbiamo ricevuto aiuto ma dal momento che insistevamo per ottenere giustizia hanno richiesto a novembre un tso per me e mio marito( la motivazione era che noi di sera demolivano a picconate una struttura in cemento nel nostro giardino.
Premetto che mio marito e farmacista e lavorando in una parafarmacia in un centro commerciale termina alle otto di. lavorare.
Quindi rientrato dal lavoro il tempo di cenare e fare una doccia abbiamo abbattuto un fuoco per fare le grigliate he essendo pericolante era pericoloso( camino che si trovava al centro del mio giardino quindi senza arrecare disturbo ne sporcizia ai vicini)
Io sono stata costretta un mese in psichiatria e mio marito quindici giorni
Mi hanno dimessa quando ho finito di ammettere che i vicini avessero ragione
[#6]
Utente
Utente
ISe vuole più informazioni ho un account facebook Francesca Grechi e un account Instagram pricchia85
La ringrazio del suo tempo e della sua cortese risposta cordiali saluti
[#7]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
Dal profilo che mi ha indicato (e che però le suggerisco di togliere, per tutelare la sua privacy), si capiscono molte più cose.
Lei deve capire che in certe condizioni non ci si rende conto del modo in cui si producono certi pensieri, che per noi sono realtà. Visti da fuori, oltre che "sgangherati" nella costruzione e nell'espressione, e con alcune caratteristiche comuni, come la sproporzione tra cose di cui si sarebbe a conoscenza e assenza di elementi, veemenza delle accuse, coinvolgimento praticamente di gran parte del mondo, cosicché ci si chiederebbe in che senso si pensi a cose da rivelare o segrete, visto che coinvolgono tutti...
Dicevo, fatte queste premesse, non mi suona strano il tipo di situazione. Il depot ha una scadenza. Non so invece a suo marito cosa abbiano dato. In ogni caso il problema fondamentale è che parla della parte psichiatrica, forse non la prende minimamente in considerazione. Il tutto sembra nascere da quella.
Se l'antipsicotico non funziona, chi lo assume rischia di trovarsi ancora nelle condizioni di non consapevolezza quando scade l'iniezione, con conseguenze poco controllabili, perché si rischia di rimanere scoperti con il risultato che si ripetono le stesse cose infinite volte, con rischi anche seri per l'incolumità di tutti.
Le avranno scritto di farsi seguire dallo psichiatra di riferimento del territorio, cosa che le consiglio di fare.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#8]
Utente
Utente
Scusi ma posso chiederle se ha ascoltato l'audio delle registrazioni.
Scusi ma come asserire che siano mie alterazioni della realtà quando ho le registrazioni audio. a sostenere i miei discorsi ,non sono una persona che parla alla leggera e soprattutto senza cognizione di causa.
Tralasciando questo mi spieghi perché invece di essere denunciata per diffamazione o insulto a pubblico ufficiale vengo ricoverata per aver esternato la mia opinione ,dopo un anno e mezzo che vengo presa in giro.
Per quanto ne so,da profana eprimere un'opinione una convinzione non è motivo di ricovero dal non altero la quiete pubblica
Io il mio l' ho riferito ai diretti interessati senza ricevere una risposta
Dopo 15 giorni ila loro risposta è stata un nuovo ricovero
Io questo l'ho per tutelarmi dal primo ricovero immotivato
[#9]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
Le ho spiegato come può funzionare. Ma vede, io dico in generale perché non entro nel merito. Se uno ha una psicosi, non lo sa e ovviamente a tutto pensa fuorché a questo, che per gli altri è quanto di più chiaro al mondo ci sia.

"da profana eprimere un'opinione una convinzione non è motivo di ricovero"

Non è questo che è accaduto, la convinzione ha generato dei comportamenti, e il mancato assenso sulle denunce etc (per fatti che Lei ritiene veri o fondati) ha portato a comportamenti.
Mi rendo conto che se uno si vede respinto si mette in mente che lo stanno facendo in maniera "sospetta" (infatti Lei dice che ai Carabinieri ha dato dei corrotti), e che trova immotivato il TSO.

Ho visto molti TSO, non ricordo che qualcuno lo trovasse giustificato. Altrimenti, che bisogno ci sarebbe stato ? Né ho mai conosciuto soggetti in stato psicotico che potessero al contempo avere una convinzione e metterla in discussione.

Le registrazioni... appunto, presumo che secondo Lei dimostrino qualcosa. In verità a me ricordano mille altri discorsi già sentiti, sempre dello stesso tipo.

La cosa diciamo così atipica è che siete in due. Fate uso di qualche sostanza ? Ovviamente non è una domanda di cui si debba offendere, semplicemente un elemento di possibile peso.

Le ripeto, io toglierei i riferimenti. I consulti sono anonimi proprio per motivi di privacy. Se Lei sceglie di divulgare è un fatto suo, ma personalmente glielo sconsiglio.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#10]
Utente
Utente
La ringrazio e scusi il disturbo