Pene parallelo all' addome quando è in erezione

Quando il mio pene è in erezione massima, risulta essere quasi parallelo all' addome e più è rigida l ' erezione, maggiore è la resistenza del pene ad abbassarsi un po' . Riesco ad avere rapporti sessuali e il pene non è assolutamente curvo. È il legamento sospensore che quando il pene è in erezione massima non lo fa abbassare in nessun modo,, dovrei far forza ma cmq non ci riesco ad abbassarlo . L urologo dopo una visita mi dice che è tutto ok . Pero questa cosa mi da un po' fastidio , c è in modo di risolvere ?
[#1]
Dr. Roberto Mallus Urologo 5,5k 107 4
L'urologo che l'ha visitata penso abbia proprio ragione,
Riguardo al fastidio forse lo comprenderebbe meglio uno psichiatra.
Cordiali saluti

Dott.Roberto Mallus

[#2]
dopo
Utente
Utente
Beh dottore, allora seguirò il suo consiglio e riferirò allo psichiatra che il mio fastidio è dovuto al fatto che a causa della conformazione del mio apparato, riesco ad avere rapporti soltanto in una posizione ( missionario).... Poi vedremo lui cosa mi dirà, ossia se è fondato o meno questo mio disagio.
[#3]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Caro signore,
il colega non discuteva l' esistenza o meno del suo disagio, ma la sua origine e la sua terapia.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore, capisco che tutti voi dalla vostra postazione non sappiate realmente la situazione pero non vedo come possa essere di origine psicologica o almeno la cura di carattere psicologico per un problema causato da un pene che in erezione non si sposta di piu di 5 cm dall addome ..... ( il pene non è curvo è il legamento che lo tiene indietro )
[#5]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Ai grandi ansiosi danno fastidio gli abiti che portano addosso. E la patologia che lei descrive non è contemplata.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Il suo è un parere assolutamente privo di fondamenti. Il buon senso vuole che quando non si conosce bene una situazione, è opportuno starsene zitti. Siete così bravi e solleciti nel dire agli utenti che dalla vostra postazione non potete sbilanciarvi eppure con me l' avete fatto senza diritto di replica. Beh vi dico che avete "toppato" e se scrivo la mia diagnosi qui è solo per far capire a tutti quanto siete stati superficiali addirittura spostandomi la domanda nella sezione psicologia. Ma come v' è venuto ??? Per informazione:"il legamento sospensore determina l' inclinazione del pene è quest' ultima se minima rispetto all ' asse del corpo, può provocare difficoltà nei rapporti". Il professore urologo al quale mi son rivolto proprio stamane, ha realmente diagnosticato tale situazione, che provoca difficoltà, la quale non ha nulla a che vedere nemmeno lontano anni luce con un fantomatico stato ansioso da voi miracolosamente diagnosticato.
[#7]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Attendiamo l' esito della terapia.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Detto questo, non ho nessun motivo più, di continuare ad aggiornare sul mio stato.
[#9]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Veda lei noi siamo a disposizione, e senza celia sempre disposti ad imparare. Auguri e di cuore, creda.
[#10]
Gentile utente

ci sembra che i professionisti abbiano già risposto ai suoi numerosi dubbi ed alle sue domande, che spesso appaiono poco pertinenti e non in linea con lo scopo del servizio che offriamo.
Proprio per questo motivo, prima di richiedere un nuovo consulto, le consigliamo di leggere attentamente la guida ai consulti (https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online/).
Le ricordiamo infine che i medici non hanno nessun obbligo di risposta ma partecipano al forum in modo volontario e gratuito compatibilmente al loro lavoro.

Grazie per la comprensione e cordiali saluti,
staff@medicitalia.it


[#11]
dopo
Utente
Utente
Io ho posto una domanda assolutamente pertinente, se poi mi viene risposto che il mio problema è dovuto all' ansia, anche se ció non si evince affatto dalla mia domanda, è ovvio che poi in seguito risponda scostandomi leggermente dal filo conduttore, ma mi ci hanno portato gli stessi medici che per primi hanno risposto in maniera non pertinente (spostandomi addirittura il consulto in psicologia). Se poi i moderatori vogliono prendere le "difese" dei medici a prescindere dalla situazione e dai casi, allora facciano pure. P.S ci tengo a precisare che anch'io sono pienamente concorde col ringraziare i migliaia di medici che gratuitamente e con passione rispondono ai tantissimi quesiti da noi posti, e lo stesso vale per i medici che hanno cortesemente risposto a me, peró stavolta non mi hanno trovato assolutamente d'accordo sulla linea da loro utilizzata.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio