Utente
Salve
Vi voglio parlare di una situazione che sta diventando intollerabile e si ripete molto spesso, di solito proprio la domenica.
Mia madre, 46enne, è tanto buona ma ci sono episodi in cui sembra diventare un'altra persona!. Per un niente si arrabbia e inizia a dire cose che nessun'altra madre secondo me oserebbe dire! Sono due domeniche di fila che si comporta con me come una pazza. Il sabato sera esco e torno tardi, intorno alle 3.30/4 e lei invece di andare a dormire e stare tranquilla mi aspetta! (ci tengo a precisare che è meridionale e quindi diciamo che è così di carattere..). Mi chiama quando sono fuori fino a quando non rientro in casa e una volta rientrata si arrabbia un po'.
Sarà che è frustrata, non esce mai di casa dopo cena, non si gode la vita come fanno le altre madri. I miei genitori sono monotoni e apatici e spesso glielo faccio notare, spronandoli a cambiare ma senza risultati!
Domenica scorsa mio padre mi difese e si infuriò con lei che stava quasi per menarmi! Oggi invece siamo uscite e mi son dimenticata l'ombrello a casa, al che le ho detto che poteva anche ricordarmelo lei visto che non ci pensa mai e son sempre io a portarlo dietro, e da qui inizia il suo solito discorso! Dice che ho 23 anni e dovrei essere più responsabile, che non faccio mai niente, che lei invece alla mia età si è sposata e ha partorito me e io invece non ho lavoro nè casa e dovrei pensare a farmi una famiglia!!!! Parla lei che non ha mai lavorato dopo il matrimonio e come le dico in queste situazioni, si è sposata per farsi mantenere e basta! Io sto studiando, sono al secondo anno di un corso di laurea triennale e siccome ho tirocinio tutte le mattine e lezione il pomeriggio non avrei nemmeno tempo di lavorare! Comunque ho sempre cercato e sto cercando un lavoretto ma senza esito perché sappiamo tutti com'è la situazione oggi, lei lo sa benissimo eppure mi dice che non mi vuole più in casa e che dovrei lavorare così me ne vado. Addirittura mi dice che si è pentita di aver avuto me, io che non faccio mai niente di male ma anzi sono una ragazza tranquillissima, non ho vizi, non spendo tanti soldi, non vado quasi mai a ballare e non esco ogni sera come fanno molti della mia età. Non ho nemmeno l'auto e non gliel'ho mai chiesta perché so che non è possibile averla, visto che in famiglia lo stipendio lo porta solo mio padre.
E' arrivata a dire che se non trovo lavoro potrei fare la prostituta! Qualsiasi cosa pur di andare lontano da lei. E' evidente che parla a vanvera, e le cose non le dice mai con tranquillità ma con tanta rabbia e aggressività. Anche i suoi genitori e sua sorella sono impulsivi come lei a volte, se la prendono per un nulla e tirano fuori tutta la rabbia possibile. Ultimo episodio ad agosto, durante la cena. Io mi lamento di nuovo dell'insalata scondita e mia zia si arrabbia come non mai con me!! Me ne dice di tutti i colori.. Son tutti pazzi!
Io non so cosa fare con mia madre, dovrei somministrarle dei tranquillanti quando fa così!!

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gentile ragazza

Potrebbe esser utile per te una consulenza diretta per capire come relazionarsi con la mamma. Se la mamma ha una visione tale della vita, può essere utile evitare i conflitti o capire come gestirli.

Cordiali saluti
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]  
Dr.ssa Rosa Riccio

36% attività
0% attualità
16% socialità
CANTU' (CO)
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile ragazza,
la situazione di cui ci parla deve essere complessa da gestire, capisco bene il suo disagio.
Lei come reagisce quando la mamma ha questi momenti in cui "esplode" e attacca? Cosa fa?
Dr.ssa Rosa Riccio
Psicologa-Psicoterapeuta
www.cantupsicologia.com

[#3] dopo  
Utente
Salve, grazie mille per la risposta! Allora, io sono una persona molto mite e non mi piace litigare e alzare la voce. Le parlo tranquillamente tentando di farla ragionare ma è tutto inutile! Lei è prepotente ed è convinta di aver ragione, la colpa sarebbe solo mia che invece non dico né faccio niente di così grave per causare una reazione del genere! E' davvero eccessiva! Reagisce anche con "violenza" e io finisco per star zitta e non aggiungere niente, per non complicare ulteriormente la situazione. Dopo che succede questo non ci rivolgiamo la parola, ma il giorno dopo è lei che mi parla di nuovo come se non fosse accaduto nulla!

[#4]  
Dr. Magda Muscarà Fregonese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
MESTRE (VE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Cara ragazza, forse è meglio che si rechi Lei al Consultorio familiare che, successivamente potrebbe convocare i suoi genitori.. forse sua madre , vede che il tempo passa, forse con la crisi i problemi quotidiani aumentano , forse ha una mentalità.. antiquata.

Provi a parlarle, a bocce ferme, le dica che le sue parole la fanno star male e che non si sente amata nè compresa.
Che Facoltà frequenta ? Potrebbe cercare di fare la baby sitter , qualche volta, per avere un minimo di autonomia, che dipendere del tutto dalla famiglia a volte è pesante.
Insomma cerchiamo delle soluzioni , piuttosto che tacere, star male e subire.
Ma mi raccomando, studi, che la libertà passa dal lavoro e dal denaro che conquisterà con le sue forze..
Restiamo in ascolto..
MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#5]  
Dr.ssa Franca Esposito

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Cara ragazza,
Io vorrei "spezzare una lancia" in favore di Sua madre.
Forse rimanendo sveglia ad aspettarlo quando Lei esce Le sta dando un importante "segnale".
Se non lo facesse Lei si sentirebbe piu' libera ma meno "appartenente" ad una famiglia nella quale non solo esistono delle regole, ma nella quale è per la quale Lei e' importante!
Anche io come la collega Dott.a Muscara' Le suggerisco di parlare "a bocce ferme" con Sua madre, dicendole con affetto che pur essendo Lei grata di essere tanto "amata" nella famiglia, si sente ferita da certe "parole" magari "sfuggite" in momenti di lite.
Ci faccia sapere come e' andata!
Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132