Utente
Salve a tutti,
è il 4° consulto che richiedo. Credo di aver bisogno di aiuto.
Ho 20 anni e circa da 3 anni mi tormento con malattie di tutti i tipi.
Prima il cuore adesso la testa. è una settimana che ho mal di testa mai avuto in vita mia.... Oggi mi sono svegliata con delle fitte alla testa, e sul lato sx se me lo tocco è come se avessi preso una botta mi fa male!! Ma io non ho sbattuto la testa!! Mi sono fissata con malattie gravissime tipo tumori celebrali!!
Adesso ho un'altra fissa l'aneurisma!!!! So che viene soprattutto alle persone giovani e io non vivo più.... Aiutatemi vi prego.
Soffro di fitte fortissime alla testa, tachicardia, affanno anche con un piccolissimo sforzo vertigini e nausea.
Non ce la faccio più.
Vorrei allontanarmi da tutte le persone che mi vogliono bene così che se mi è succede qualcosa non faccio soffrire nessuno.
Aiutatemi
Grazie

[#1]  
Dr.ssa Gaia Venturini

24% attività
0% attualità
8% socialità
MANTOVA (MN)
VOLTA MANTOVANA (MN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
ho letto i precedenti consulti che ha richiesto e le risposte che le sono state fornite.

Come mai ha deciso di postare la sua richiesta nell'area psicologica?
In uno dei precedenti consulti diceva di essere sicura di avere qualche malattia, mentre chi le stava intorno le diceva che la sua era "solo" ansia.

A parte questo, non dubito del fatto che lei stia molto male, sia a livello fisico che psicologico, ma forse in questo momento sta prendendo il sopravvento il disagio psicologico, visto che si è rivolta a noi.

Quello che le posso consigliare è di continuare con gli accertamenti che sta facendo, ma di aggiungerne uno: si rivolga di persona ad uno psicologo che la aiuterà ad individuare la strada migliore per affrontare le difficoltà che sta vivendo.

Cordialmente
Dr.ssa Gaia Venturini
gaiaventurini@fastwebnet.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la Sua risposta dottoressa.
Mi sono rivolta a psicologia perchè tutti mi convincono che la mia è solo ansia.... ma io i sintomi ce li ho davvero, non me li invento!!
Ho paura della morte improvvisa... L'aneurisma cerebrale mi fa paura... ho continue fitte alla testa e continue tachicardia e per questo non vivo più!!! tutti i giorni io ho paura di morire... vorrei fare una tac ma ho paura che mi dicano qualcosa di brutto.. e in più le persone che mi stanno vicino direbbero che sono una paranoica!!! Cosa devo fare???
Grazie

[#3]  
Dr.ssa Gaia Venturini

24% attività
0% attualità
8% socialità
MANTOVA (MN)
VOLTA MANTOVANA (MN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
sono sicura che lei sperimenti davvero i sintomi che riferisce, non credo che sia una paranoica.
Ciononostante molto spesso l'ansia fa sì che alcuni sintomi che il nostro corpo ci fa provare, e che sono normalissimi, diventino esagerati e intollerabili proprio per il fatto che siamo costantemente in ascolto e in allarme per la presenza di possibili e gravi malattie.

Se ha fatto tutti gli accertamenti che le sono stati prescritti, allora il mio consiglio rimane quello di contattare un bravo psicologo-psicoterapeuta della sua zona.

Può guardare su questo link:

http://www.aiamc.it/ordinari.htm

Ha già fatto molti esami, visite e controlli, non abbia paura di richiedere una consulenza psicologica "dal vivo"
Dr.ssa Gaia Venturini
gaiaventurini@fastwebnet.it

[#4]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Gentile utente
La frase con cui conclude la sua richiesta: "Vorrei allontanarmi da tutte le persone che mi vogliono bene così che se mi è succede qualcosa non faccio soffrire nessuno", credo che meriterebbe alcune riflessioni.

Ad esempio, se io fossi nella sua situazione, mi preoccuperei innanzitutto di stare bene io per primo. Gli altri potrebbero aspettare. Anche perché, molto probabilmente, sarebbero abbastanza robusti per riuscire a cavarsela nel frattempo anche da soli.

A volte le persone troppo sensibili credono che siccome stanno male, anche gli altri debbano sentire le stesse cose altrettanto facilmente. Ma ciò non è necessariamente vero. Non so se questo sia anche il suo caso oppure no ma, come suggerito dalla collega, potrebbe rivolgersi a uno psicologo/psicoterapeuta per un consulto, per saperlo.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#5] dopo  
Utente
Grazie per la Vs. risposta dottori.
Dr. Santonocito io ho paura di far star male i miei genitori ed il mio ragazzo se mi succede qualcosa.... Quindi se io scappassi via da tutti loro soffrirebbero per un pò però poi passerebbe.
Io credo di essere entrata in un brutto giro... l'ipocondria.
Tutti i giorni vado su internet non per scaricare la musica o delle foto come i ragazzi normali, ma guardare i sintomi e le malattie più gravi.... Mi sembra di essere una drogata... Non riesco a controllarmi... Tutti i giorni è la stessa storia... volevo iscrivermi a danza del ventre o in palestra, ma all'ultimo mi tiro sempre indietro perchè visto che ho la tachicardia e l'affanno ho paura di sentirmi male.... Ho anche paura di allontanarmi dalle persone a me care.... Ho paura di tutto... E le persone attorno a me se ne sono accorte.
Scusate per lo sfogo.
Distinti saluti
Mary

[#6]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Esatto.

E quindi, secondo lei, è opportuno preoccuparsi prima di non far soffrire gli altri, oppure prima di star bene lei, così che nemmeno gli altri debbano preoccuparsi?

Più continuerà a cercare vorticosamente informazioni, peggio starà. Perché ogni informazione che troverà aprirà nuovi dubbi, e sarà costretta a cercare sempre di più. E il ciclo ricomincia.

È evidente che non sta riuscendo, da sola, a uscire da questo circolo vizioso. Quindi ritengo che dovrebbe cercare un aiuto specialistico. Ma di persona, perché da qui non è possibile risolvere il suo problema.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#7]  
Dr. Massimo Ronchei

20% attività
0% attualità
0% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
concordo con la Dr.ssa Venturini. I sintomi che lei prova sono sicuramente reali, però potrebbero essere la conseguenza di un disagio psicologico piuttosto che la conseguenza delle patologie che la spaventano. Una prima domanda potrebbe essere: come mai i sintomi cambiano spesso da farle pensare una volta all'aneurisma e l'altra volta ad altro? Queste variazioni sintomatologiche e di auto diagnosi fanno pensare più a un problema psicologico. Ciò sembra essere supportato dagli esiti (negativi) degli esami a cui si è sottoposta.
L'indicazione è quella di rivolgersi ad uno psicoterapeuta cognitivo-comportamentale perché possa fare una buona valutazione e, se confermato, intraprendere la terapia. Egli valuterà anche se può essere il caso di chiedere un consulto psichiatrico.
Tenga presente che la sua ricerca continua di rassicurazioni attraverso libri, internet, visite ed altro, non fa altro che aumentare nel tempo la sua ansia e di conseguenza la sua sintomatologia.

Richieda una consulenza psicologica, ciò sarà positivo anche per i suoi sensi di colpa nei confronti dei familiari.

Cordiali Saluti
Massimo Ronchei

[#8] dopo  
Utente
Cari dottori,
apprezzo tantissimo le risposte che mi date.
So che forse avrei bisogno di parlare con uno psicologo, è solo che le persone mi credono una persona solare e felice..... uff.... non so proprio come ci sono caduta in questo giro... è cominciato tutto con un nodo alla gola..... poi sono venute tachicardie improvvise.... poi il mal di stomaco.... Adesso non riesco a fare una rampa di scale che il cuore mi va a 3000.... E poi i dolori fortissimi alla testa e le vertigini.... Anche quando cammino mi sento la testa e gli occhi che ballano..... Sono tutti sintomi di malattie gravi... io mi sento davvero così!!
Mi vengono anche quando sono rilassata è per questo che mi preoccupo... Se fossero dolori da ansia mi verrebbero quando sarei ansiosa!!! Invece no non sto in pace un solo minuto senza questi sintomi.... Sono andata dal cardiologo tutto ok, dall'otorino niente di grave.... L'unica cosa che mi viene da pensare è la testa!!
Scusate signori medici per il mio ennesimo sfogo, ma voi siete gli unici con cui posso sfogarmi.
Grazie
MARY

[#9]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Gentile ragazza
Anche se lei avesse ragione, quando dice "l'unica cosa che mi viene da pensare è la testa", ciò potrà essere stabilito solo attraverso gli opportuni consulti specialistici che le sono stati suggeriti sopra: di tipo psicologico o psichiatrico. E anche se la sua sensazione è così "realistica", ciò non basta per attribuire necessariamente i suoi sintomi a un tipo di disturbo piuttosto che a un altro.

E torno a ripeterle che ciò che pensano o dicono gli altri, su di lei, è molto meno importante dell'opportunità che ha lei ora di far qualcosa per il suo disturbo.

Il suo problema non consiste nel trovare qualcuno con cui sfogarsi. A parte il fatto che per questo bastano amici e familiari, e lo fanno anche gratis. A parte questo, dicevo, la paura non si allevia sfogandosi, come avviene per il dolore o la rabbia. La paura funziona in modo opposto, ossia più lei ne parla, e più cercherà informazioni e conferme alle sue paure, e peggio starà.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#10]  
Dr. Antonio Vita

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
RECANATI (MC)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente,

Concordo con quanti le hanno detto che potrebbe essere una forma di ansia.
Aggiungo che se i suoi problemi sono di origine psichica, è possibile che i sintomi, quando l'ansia non è aggredita ma pascola indisturbata per la sua psiche, si spostino interessando prima un organo, poi un altro, e così via.
Data la sua solarità, riconosciuta da tutti, può essere che i suoi aspetti inconsci la richiamino un po' di più verso se stessa. Ma lei non dà forse ascolto a questo richiamo, che significa bisogno di interiorità, ripiegamento in se stessa, analisi accurata delle proprie problematiche interne alle quali sino ad ora sono state rivolte poche attenzioni. Ed allora questi sintomi si ostinano a manifestarsi, vuoi in un modo vuoi in un altro.
Lei dice infatti : "Ho 20 anni e circa da ^3 anni^ mi tormento con ^malattie di tutti i tipi". Prima il cuore adesso la testa. è una settimana che ho mal di testa mai avuto in vita mia".

I sintomi si spostano in un caso di problematica psicologica complessa.

Comunque farebbe bene a interrogare meglio alcuni specialisti Medici per scartare una volta per sempre eventualità di malattie organiche.

Come psicologo consiglio sempre in questi frangenti di chiamare in causa i medici.
Se essi scartassero ogni coinvolgimento del suo organismo, cioè non trovassero patologie organiche, allora si rivolga senza indugio ad una psicologo/a.
E' vero che lei non se li inventa i sintomi, e che essi ci sono davvero.
Ma attenta: ci sono i sintomi...... non è detto che ci sia una patologia organica.
Potrebbe trattarsi sempre di disturbi determinati dall'ansia e dall'angoscia.
Altre persone amiche Le dicono che è la sua testa che se li inventa. E'la stessa cosa detta in modo diverso.

Comunque, riepilogando:

1 - diagnosi seria con approfondimenti da parte di medici ed analisi varie;
Se i medici risconteranno qualcosa di oggettivo, si sottoponga a tutte le cure che essi Le indicheranno.
Se i medici affermano che da un punto di vista organico lei non ha niente allora

2 - Si rivolga ad uno psicologo/a per una diagnosi psicologica.
Se lo psicologo afferma che lei ha una situazione di ansia e di angoscia profonde, cerchi di trovare un terapetuta che vada alla radice dei suoi malanni, alle cause, e che non si limiti ad esaminare ed aggredire gli effetti.

Spero che questo modo di parlarle possa contribuire a chiarirle le idee.
Con sinceri auguri e molti saluti.
Dott. Antonio Vita
62019 - Recanati (Mc)
antonio.vita@psicovita.it
sito web: www.psicovita.it

[#11] dopo  
Utente
Grazie per le Vs. risposte signori medici,
Vi devo fare una domanda.... Come è possibile che una persona giovane e apparentemente sana muoia di aneurisma... Quali sono le cause??????
Distinti saluti

[#12]  
Dr. Antonio Vita

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
RECANATI (MC)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

Dovrà rivolgersi ad un medico.
Le mie conoscenze in materia sono quelle di un cittadino medio.
Mi dispiace non poterla accontentare.

Ma lei ha paura dell'aneursima? c'è stato qualche amico o qualche amica che è deceduto o ha avuto un aneurisma scoppiato?

O è una paura vaga che la tormenta?
Lei deve affrontare a capire perché queste paure l'assalgono e non la fanno vivere in pace.
Gliel'ho detto sopra. Abbia quel minimo di determinazione che basta per andare da un medico e farsi visitare, per chiedere spiegazioni. E se il medico le dice che lei non ha nulla, si rivolga ad uno psicologo per una diagnosi e ad un terapeuta (a volte non è la stessa persona) per un terapia psicologica che affronti le cause delle sue idee di morte prematura. Le hanno detto che può essere una forma ipocondriaca, dica anche questo al suo psicologo.

Comunque, si rivolga per questa domanda, "come si muore per un aneurisma e quali sono le cause", agli specialisti della categoria neurologia.

Si ricordi anche che di Internet occorre farne un uso prudenziale.

Cordiali saluti.
Dott. Antonio Vita
62019 - Recanati (Mc)
antonio.vita@psicovita.it
sito web: www.psicovita.it

[#13]  
Dr.ssa Gaia Venturini

24% attività
0% attualità
8% socialità
MANTOVA (MN)
VOLTA MANTOVANA (MN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
tutti i consigli che potevamo darle sono quelli che ognuno di noi ha scritto, ma lei adesso deve fare un passo concreto, si rivolga ad uno psicologo.
Quello che sta facendo adesso, di continuare a cercare rassicurazioni su questo sito, non fa altro che alimentare il circolo vizioso della sua ansia: ne vuole uscire, vero?

Allora chiuda queste pagine e passi all'azione.

Cordiali saluti
Dr.ssa Gaia Venturini
gaiaventurini@fastwebnet.it

[#14] dopo  
Utente
Rispondo al dott. Vita.
Nessuna persona a me cara x fortuna è stata uccisa da un aneurisma, bensì l'amica di una mia collega di lavoro, e da lì è partita la mia ricerca su internet su che cosa è una aneurisma ed ho scoperto che la maggior parte delle volte a persone giovani!!!! e ho visto un sacco di notizie di giovani morti x aneurisma... Avevo già paura di morire ma adesso la mia paura si è moltiplicata x un milione di volte.
Distinti saluti

[#15]  
Dr. Antonio Vita

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
RECANATI (MC)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007

Gentile Amica,

Ormai mi sembra di conoscerla da tempo.

Tutti noi le abbiamo dato consigli e sono gli stessi.
Io ho aggiunto una visita medica preliminare.
Poi le ho detto cosa deve fare.

Ecco, la sua paura dell'aneurisma nasce da un fatto accaduto ad un'amica di una sua amica.

Ma in generale la paura delle malattie rimane come radice più profonda.

Abbia pazienza, faccia quello che le è stato consigliato da tutti.
Provi a scartare il suo rischio di avere una malattia organica.
Poi passi subito ad un "bravo" collega psicoterapeuta.
E inizi il percorso con la sicurezza che potrà giovarle e restituire una così giovane ragazza alla sua vita serena di una volta.

Ci riuscirà, lei e il terapeuta.

Parola di psico.

Con tutta la mia comprensione e la mia partecipazione ai suoi malanni (psicologici).

Cordialità.

Dott. Antonio Vita
62019 - Recanati (Mc)
antonio.vita@psicovita.it
sito web: www.psicovita.it

[#16] dopo  
Utente
Grazie Dott. Vita,
andrò dal dottore stasera anche se so che mi dirà di prendere degli anti dolorifici e basta, e poi mi recherò da uno psicologo.
Grazie mille

Mary

[#17] dopo  
Utente
Grazie Dott. Vita,
andrò dal dottore stasera anche se so che mi dirà di prendere degli anti dolorifici e basta, e poi mi recherò da uno psicologo.
Grazie mille

Mary

[#18] dopo  
Utente
Buongiorno,
l'altro ieri sono andata dal dottore e come già sapevo mi ha detto di prendere degli anti dolorifici perchè sentendomi il collo ha detto che era molto teso e mi ha detto che è molto comune in questo periodo.
Mi sono messa l'anima in pace x una giornata intera fino a quando ieri sera... c'era mio padre che guardava la fiction Un posto al sole e c'era una delle protagoniste (giovane) in coma per ANEURISMA!!! e il suo ragazza vicino al letto piangeva perchè non poteva più rivedere il suo sorriso... e io mi sono subito immedesimata nella protagonista ed ho pensato al mio ragazzo e..... in macchina mentre andavo a lavorare sono scoppiata a piangere... LA PAURA è TORNATA
Dottori non vivo più......
Scusate di nuovo lo sfogo
Buona giornata

[#19]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Gentile utente
Ha già richiesto anche aiuto psicologico, di persona, come le è già stato ampiamente suggerito, oppure spera davvero che semplicemente continuare a postare giorno per giorno ciò che sente la aiuti a stare meglio?

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it