x

x

Da questo malessere che mi porto dentro

Ho bisogno di aiuto... Non riesco ad uscire da questa cosa... Da questo malessere che mi porto dentro ... Ho due bambini che stanno con me tutto il giorno specialmente la
Piccola di 9 mesi... Ogni mattina mi alzo più stanca di quando sono andata a dormire... Mi alzo nervosa, e prego arrivi subito la sera che loro vanno a letto e io così posso dormire in santa pace... Non ho voglia di fare nulla... Anche pensare di dover fare la doccia mi da il nervoso... Sono arrivata ad un punto in cui a volte penso che se muoio faccio prima ... Mi sento inutile ... Mi faccio schifo da sola... Con mio marito le cose non vanno... È il classico marito io
Lavoro quindi ho diritti e tu no... Sono ingrassata a dismisura perché ormai la
Mia vita si è ridotta a stare in casa e quindi mangio... Tra le altre cose ieri discusso di nuovo con lui e mi ha chiamato " sacco di merda da 140 kg " in quel momento ho pensato di imbottirmi di qualcosa e di farla finita... Non riesco a trovare una via di fuga da tutto questo... Sto male... Dentro e fuori... Non mi riconosco più... Mi faccio pena ... Sono spenta ... Odio la mia vita... Mi trovo sola ad affrontare tutto questo nessuno che mi aiuti a stare meglio... Posso contare solo su me stessa ma non ce la faccio... Mi vergogno a parlare di tutto questo con qualcuno ... Soffro anche di ansia ... Di attecchì di panico... Ho a volte reazioni esagerate anche mentre rimprovero i bambini... Quando sono nervosa mi viene prurito quindi sto somatizzando questo
Malessere ... Come uscirne? So che dovrei andare in terapi ma non posso ... Non ho modo di andare , sono senza auto, sola senza poter lasciare i bambini ... Non so cosa devo fare ...
[#1]
dopo
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17.4k 317 683
"Come uscirne? So che dovrei andare in terapi ma non posso ... Non ho modo di andare , sono senza auto, sola senza poter lasciare i bambini ... Non so cosa devo fare ..."

La proma cosa, gentile signora, è una diagnosi rigorosa del suo malessere:
Ansia.
Depressione
Dopo parto
Insoddisfazione coniugale.
Ioerfagia
Disturbi del comportamento alimentare..
Altro...

Fatto questo, l'eventuale terapia può farla in regime di convenzione, senza dover spendere molto.

Non ha parenti?
Vicini di casa?
Amici?


Perché pensa di non poterla fare?

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Non ho nessuno... Sono abbandonata a me stessa ... Ho solo
La
Famiglia di
Mio
Marito ma mia suocera lasciamo perdere... L
Unico su cui pensavo di poter avere un appoggio e un aiuto quantomeno morale era mio marito... Ma non fa altro che darmi addosso dimmi cattiverie e dirmi di piantarla altrimenti mi butta dalla finestra... Andare in terapia non saprei come fare non so come andare ... Sono sola... Sola ...
[#3]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Allora cara Signora,
Una bambina di 9 mesi e' un impegno gravosissimo!
Prenda atto di questo e cerchi in tutti i modi un aiuto materiale.: un nido, una collaboratrice familiare.
Non cerchi "comprensione" perche' il problema di gestire una bambina di 9 mesi non e' comprensibile da chi non lo conosca.
Ma non esiste che per Lei questo diventi una ossessione!
Io non La esorto ad adattarsi, La esorto a cercare una "soluzione" materiale.
Senza buttarsi giu'!
Ok?

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132