Pornografia, fiducia

Sono una ragazza di 23 anni e sto con un ragazzo di 25 da un anno e mezzo. Abbiamo una vita sessuale buona. Qualche giorno fa ho chiesto al mio ragazzo se guardasse i porno e lui mi ha risposto di sì. Non mi sono arrabbiata perché so che tra i maschi è normale però parlando con un amico mi ha detto che se lui è fidanzato si masturba pensando alla ragazza non guardando un video. Mi dispiace innanzi tutto che per il mio ragazzo non sia così. Poi mi è presa come un'ansia che quando non mi risponde o quando mi da la buona notte in realtà lui inizi a guardare altre donne e masturbarsi. Mi fa stare male questo pensiero. A volte penso che "dobbiamo" farlo perché altrimenti lui si masturba. Questi pensieri però non sono in sintonia con il mio ego, io so che il mio ragazzo mi ama: non mi fa mancare nulla né fuori, né dentro il letto. Si, non è perfetto, le fa le sue cavolate ma penso che non mi vorrebbe mai mancare di rispetto. Difatti nel dirmi che guarda i porno si è scusato, io gli ho detto che non si deve scusare, che lo sapevo ma speravo in realtà non fosse così. Ora, io penso che lui sia la persona giusta per me, so che non potrò mai trovare un ragazzo che non abbia mai visto o non veda porno. So che c'è una sfera intima che non va intaccata nelle persone, lui non mi ha mai risposto male manco mezza volta nonostante io abbia fatto mille domande a raffica, ma so che ho toccato un argomento molto delicato.
Questo mio "non darmi pace" non voglio che si ripieghi su di lui, sulla nostra storia. Che posso fare? Come posso non pensarci?
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

Internet mette a disposizione una sterminata massa di stimoli eccitatori, come se sul bancone del bar cifesse una massa sterminata di bottiglie con alcol di tutte le gradazioni. E tutto gratis.

E raro rinunciarvi.

Se non altro per "provare".

Talvolta la cosa si ferma ad un utilizzo occasionale e sporadico,
talaltra diventa una vera e propria dipendenza che può giungere ad intaccare la vita di coppia.

Di qui non possiamo sapere cosa significhi per il Suo ragazzo, e dunque nemmeno se il Suo fastidio sia motivato o meno.

<<Come posso non pensarci?<<
Ritengo ci debba essere un discorso aperto e sincero fra Voi, sia da parte Sua per capire meglio, sia per essere esplicita anche sul fastidio che Lei prova.

La coppia è frutto di negoziazione; e dunque vedrete Voi dove porre l'asticella, ad una altezza dove nessuno dei due si denta "costretto/a" dall'altro/a.

Le consiglio di leggere:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/5204-sesso-porno-amore-ai-tempi-di-internet.html
in particolare l'ultima parte.

Saluti cordiali.




Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Io ho parlato a lui di questo argomento già due volte. Lui mi ha detto che può capitare qualche volta, io gli credo. Poi a letto tra di noi questa cosa non ha mai inciso. Penso sia una cosa che parte da me perché é come se scappasse dal mio " controllo" quando fa queste cose. Però lo so razionalmente che é normale che dovrei lasciargli quella parte di intimità che spetta a tutti.
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103


<<so che é normale<<

"Normale" che significa?

Se si tratta di una "normalità statistica", ossia che moltissimi lo fanno, OK.

Ma che sia "la norma", cioè la regola, no.
Altrimenti chi non lo fa sarebbe a-normale.
Non crede?

In realtà si tratta di modi personali di gestire i propri impulsi sessuali e il mondo interiore ad essi collegato.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Si parlo di una normalità statistica. Quante probabilità avrei, se lasciassi lui per questo motivo che non mi da pace, di trovare un altro che non lo fa? Penso poche. Pensa che lo sto giustificando troppo?
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103

Ritengo che un confronto tra Voi e una negoziazione sulla problematica sia da farsi.

Se da soli non ce la fate, potete farVi aiutare da un/a nostro/a Collega. Anche presso il Consultorio o presso qualche struttura privata o del privato-sociale di cui la Vostra città è veramente ricca.

Saluti cordiali.

[#6]
Dr. Enrico Cazzolino Psicologo, Psicoterapeuta 26 1
Gentile Signora,

è positivo il fatto che ci sia dialogo e rispetto fra lei e il suo partner, anche su un tema così delicato.
Una sessualità appagante nasce dalla condivisione con l'altro di alcuni elementi del proprio immaginario erotico. Non di tutto ciò che ci dà eccitamento e piacere, ma di una parte significativa di quello che ci attrae.
Forse è meglio non focalizzare l'attenzione su ciò che può essere normale e ciò che non lo è, ma esplorare in coppia un "territorio" di comportamenti, abitudini, desideri, sensazioni, sentimenti che in parte vi differenzia e in parte vi accomuna.
Troverete confini che non vorrete varcare: "questo non mi piace, questo non lo faccio, questo mi mette a disagio". Ma scoprirete, soprattutto, nuove zone di intimità condivisa e di complicità, da cui potrete trarre gioia e forza per la vostra relazione.
L'importante è non aver paura né delle fantasie, né dell'altro, né di internet, ma continuare a conoscersi gradualmente, con rispetto e responsabilità, come penso stiate facendo.
Un saluto cordiale ed i migliori auguri per la vostra storia,

Enrico Cazzolino
Psicologo Psicoterapeuta
psicoterapiaipnotica.net

[#7]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 225 108
gentile ragazza la probabilità di trovare un ragazzo che non guardi film porno o che non si masturbi, al di là, della sua vita sessuale con la ragazza, è piuttosto scarsa, sempre che lo stesso ragazzo non abbia problemi di inibizione o abbia una estrema aderenza a qualche modello religioso.
Ciò che fa il suo ragazzo è la norma e sarebbe improponibile pensare il contrario. Inoltre non si confronti con gli amici, vi è un naturale istinto, negli "amici" maschi che li rende possibili potenziali rivali sessuali per cui daranno sempre un'immagine di se stessi diversa e , spesso, migliore di quella del suo ragazzo. Viva la sua vita di coppia serenamente e lasci perdere la sfera intima e personale tipica di ogni essere umano.
Non trasformi questo pensiero in una ossessione e legga questo in tal caso
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3715-la-rimuginazione-ossessiva-come-risolverla.html

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#8]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Genrile Utente,
La dimensione auto erotica appartiene a tutti gli esseri umani:
Uomini
Donne
Felici
Infelici
Fidanzati
Single...


https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2045-il-mio-ragazzo-marito-guarda-film-porno-mi-sento-tradita.html

In questa lettura troverà ben spiegato il suo vissuto ed il vissuto di tradimento che lamenta.

L'immaginario erotico di inni i di noi, inoltre, è davvero un teatro privato: pornografia, la ragazza, la vicona di casa, spettatore o protagonista...

Le ricordo inoltre, nel tentativo di rasserenarla, che immaginare non signifuca agire, ma adoperare l'immaginario come una preziosa risorsa immaginativa

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio