Utente 334XXX
Buongiorno,
vi scrivo perchè sto vivendo un periodo davvero complicato.. a volte ho davvero la sensazione di stare per scoppiare e di impazzire.
Premetto che ho sempre avuto un carattere introverso, sono sempre stata timida, ma quando ero bambina non sentivo tanto il problema. Durante il periodo della scuola media ho iniziato a notare le differenze tra me e gli altri. Per me tutti avevano qualcosa di bello e da ammirare, tutti tranne me. Io ero brutta e non mi consideravo neanche un genio assoluto a scuola. Avevo la media del 7/8, niente di che.. In terza media in classe hanno iniziato a prendermi in giro, perchè non vestivo bene e soprattutto perchè non avevo un bel taglio di capelli. Da allora io sono diventata la "sfigata". Io non facevo niente, non sapevo difendermi, e oltretutto non ne ho mai parlato neanche con la mia famiglia, perchè loro non capirebbero. Mi sono sempre considerata brutta e non meritevole di attenzioni, poi sono cresciuta e ho cominciato a vestirmi diversamente. Ho iniziato a truccarmi e a prendermi più cura di me. Tutti cominciavano a farmi complimenti dicendomi che ero davvero carina, ma quando me lo dicevano non ci credevo..pensavo che mi prendessero in giro. Quando mi proponevano di partecipare a dei concorsi di bellezza, rifiutavo perchè non mi sentivo all'altezza. Durante gli ultimi anni ho rifiutato di frequentare qualsiasi ragazzo che si sia dimostrato interessato a me, perchè pensavo che volevano solo prendermi in giro come sempre e che non erano davvero interessati a me. Ora ho 27 anni e mi ritrovo a non aver avuto nessun tipo di rapporto con nessuno. Raccontare questa cosa mi fa stare male, è come se mi sentissi ancora più diversa dagli altri, una specie di disadattata. Ho abbandonato gli studi qualche anno fa, e dopo averli ripresi, adesso mi ritrovo ad un esame alla laurea, ma neanche questo mi rende felice. Mi sembra che tutti ridano di me e mi giudichino. Sto davvero male e non so cosa fare.

[#1] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile ragazza,

mi dispiace molto per la situazione che descrive perchè sento quanta sofferenza c'è dietro e quante paura La stiano bloccando.

Però è necessario superare queste paure se davvero vuole cambiare la situazione!

Se non farà nulla di concreto, potrà solo lamentarsi e tra anni trovarsi ancora nella stessa situazione.

Invece, Lei riesce a cambiare. Ad esempio, dice di esser cambiata nel prendersi maggiormente cura di se stessa, con un aspetto più carino.

E' intelligente, quindi ritengo potrà anche capire se un ragazzo vuole prenderLa in giro o no. Ma rifiutare a priori un ragazzo che magari Le interessa pure che senso ha?

Coraggio, non si faccia intimorire da questi fantasmi del passato, per quanto a volte possano sembrare davvero spaventosi.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012

Gentile utente,

Ci scrive: "..sto vivendo un periodo davvero complicato..".
Però sono trascorsi ormai quattro anni dal Suo primo consulto sullo stesso argomento: "Come si fa a credere maggiormente in se stessi?".

In quel consulto era stata consigliata di farsi aiutare,
ed in realtà "si" è aiutata da sè meglio che ha potuto
percorrendo un tratto di strada importante.
Ma forse è giunto il momento di un percorso psicologico
che La aiuti ad uscire da una situazione limitante che La fa soffrire molto.

Una seconda cosa:
il titolo utilizza un termine che poi non è stato ripreso nel consulto... Le pesa la verginità? Come fatto fisico o come "segno" del Suo insuccesso col maschile?

Saluti cordiali.
Carla Maria Brunialti



Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicologa europea, Psicoterapeuta, perfez. in Sessuologia Clinica - Rovereto (TN)
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#3] dopo  
Utente 334XXX

Mi pesa perchè mi fa sentire ancora una volta diversa da tutti gli altri.. diversa in senso negativo..

[#4] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012

Capisco..

Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicologa europea, Psicoterapeuta, perfez. in Sessuologia Clinica - Rovereto (TN)
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#5] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile ragazza,

ovviamente sono importantissimi i Suoi vissuti a proposito della verginità, di come sono andate le cose fin qui nella Sua vita, ma ancor più importante è la decisione che solo Lei può prendere riguardo il futuro.

Se fin qui la Sua vita ha preso una determinata piega, da ora Lei può scegliere di cambiare ciò che in Lei impedisce il cambiamento e raggiungere i Suoi obiettivi.

Non sono gli altri, infatti, che devono cambiare, ma noi.

Tenga presente che una consulenza psicologica diretta potrebbe anche aiutarLa a capire se ci sono eventuali paure che Le impediscono di andare oltre.

Un'ultima cosa: non dobbiamo essere come gli altri. Dobbiamo essere noi stessi.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica