Utente 417XXX
Buongiorno dottori
Vado subito al sodo. Nel settembre 2016 mi sono comparse dal nulla delle ulcere sul glande.
Mi ricordo che la sera prima era già presente un leggero arrossamento della faccia interna del prepuzio; il giorno dopo tutta la faccia interna del prepuzio era completamente rossa e infiammata. Nel giro di un giorno o meno, il rossore si è diffuso anche al glande. Da quel momento ho utilizzato gentalin beta crema su tutto il glande. Mentre sul prepuzio la cosa si è risolta, a livello del glande le ulcere sono rimaste per una o due settimane (non ricordo con precisione). Non so se chiamarle ulcere, comunque erano delle macchie rosse di forma irregolare che hanno coperto una buona percentuale della superficie del glande, trasudavano sangue ed erano dolorose al tatto.
Dopo una o due settimane queste macchie/ulcere si sono ritirate e il glande è ritornato normale.
Verso novembre ho fatto una visita andrologica, ho spiegato al dottore quello che ho riferito a voi e gli ho detto di non aver avuto nessun contatto sessuale, il che corrisponde alla verità (sono vergine).
Ovviamente, visitandomi dopo che le ulcere erano già sparite, non ha trovato nulla di strano e il fatto di non avere avuto rapporti sessuali deve averlo tranquillizzato, Probabilmente, ora che ci ripenso, non deve aver creduto a quello che gli ho detto, magari ha pensato che stessi esagerando riguardo alle ulcere, comunque la visita si conclude e io ritorno felice alla mia vita, non pensandoci più.
Successivamente, qualche volta durante il 2017 mi si presenta qualche fastidio al pene, con una sorta di prurito senza reali segni di qualcosa. Qualche mese in fa invece, oltre ad un fastidio leggero, noto sulla base del pene, nella regione tra lo scroto e l’asta del pene, un arrossamento della pelle, che nei giorni successivi si espande non di molto: mi rimane per qualche settimana, per poi ritirarsi e scomparire.
Ora, so che non avete una sfera di cristallo, ma vorrei farvi qualche domanda:
- è possibile che si tratti di sifilide? Non ho molti sintomi in comune, però so che alcune volte le lesioni al glande nella sifilide possono essere multiple e dolorose ( anche se raramente). Non ho riscontrato malessere nè rash cutaneo, ma anche qui è possibile che ce l’abbia in forma silente...
- fino ad ora ero stra convinto si trattasse di herpes genitale, però a vedere le immagini su internet, io non ho avuto le caratteristiche pustole che poi si sono ulcerate, ma più che altro un tappeto rosso sanguinolento che ha tappezzato buona parte della corona del glande.
A questo link per esempio la seconda immagine si avvicina al mio caso, soltanto che io avevo una cosa del genere distesa però su tutta la corona del glande praticamente.
https://www.ildermatologorisponde.it/ulcera_molle.php
So che non potete aiutarmi più di tanto, ma anche solo un’ipotesi, che so non corrispondere a verità, mi sarebbe utile.
Grazie per l’attenzione

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La. Docile si trasmette solo per contatto sessuale. Quindi se non ha avuto rapporti non è sifilide. Quanto alla natura delle ulcere brancolo nel totale buio
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org