Utente 481XXX
Buongiorno gentili Esperti, non sono mai stata amante:è un ruolo che odio perché molto gelosa e possessiva e non potrei mai dividere il mio uomo con altre.Adesso mi sta capitando una situazione che mi sta prendendo (e iniziando a fare soffrire) con un coetaneo (37 anni) che non so come gestire.lui innanzitutto è molto abile a dissimulare quello che davvero pensa (è laureato in psicologia e di lavoro fa il politico, sta facendo una carriera ed è anche abbastanza famoso), ci siamo conosciuti un mese e mezzo fa ad una presentazione alla stampa di una associazione dove lui era invitato a parlare.io ero in prima fila e lui ha chiesto ad un conoscente comune il mio nome e il io numero per "finalità politiche" dato che anche io da circa 6 mesi faccio politica nel mio piccolo comune (comune di campagna di 3000 abitanti, non certo come lui che è politico da oltre 10, conosce onorevoli e ministri e spesso viene intervistato dalla stampa locale e nazionale).il giorno dopo senza sapere nulla l'ho contattato io tramite facebook per invitarlo ad un'altra esposizione e lui cogliendo la palla al balzo mi ha chiesto subito numero, iniziato a scrivere su wapp e invitata ad un suo evento della settimana successiva.io ho detto che non ci potevo andare e allora lui parlando sempre di politica mi ha detto che ci saremmo visti poi la settimana dopo io e lui perché voleva che "entrassi nella sua squadra" (il tutto senza conoscere il mio curriculum ma solo che facevo politica da 6 mesi nel mio piccolo comune). mi è sembrata subito una scusa per conoscermi tanto che dopo una settimana di chiacchere mi ha detto proprio che voleva uscire a cena con me.siamo usciti un pomeriggio e lui era freddissimo, tutto il tempo al cellulare, tornata a casa ci ho litigato perché mi ero sentita umiliata da tanta freddezza.lui ha detto che aveva tante cose per la testa, io pensavo mi trovasse poco attraente e ci avesse ripensato.lui nel frattempo è venuto di nuovo nel mio comune per campagna elettorale e io l'ho accompagnato una sera. quella sera appena mi ha vista mentre c era anche un suo collaboratore ha iniziato ad accarezzarmi e dirmi quanto fossi bella.nei giorni successivi pero nessun accenno a rivederci.gli chiedo se fosse continua sottofidanzato e lui non rispondeva. tramite facebook capisco chi è la fidanzata (lui non ha nessuna foto con lei nela sua pagina facebook seguita da oltre 10.000persone forse per privacy) e gli chiedo chi sia quella che gli mette tutti quei cuori e lui dice trattarsi di una militante politica.scopro che ha una storia seria da due anni e allora esplodo. inizio a insultare lui dandogli del falso e lei dicendo che è brutta e stupida che neanche si accorge di quello che fa lui in giro.lui si becca i miei insulti e cerca di distrarmi cambiando discorso. da allora sono passati venti giorni dove non ci siamo più visti ma ci sentiamo ogni giorno su wapp con messaggi da parte sua molto brevi dove mi parla solo di politica e ha smesso di dire che vuole uscire con me.in pratica ora mi ignora come donna e mi vede solo come sua aiutante in campagna elettorale ma ogni volta che io voglio chiudere lui si giustifica e ricomincia a darmi "nuovi compiti"...inoltre continua a dirmi che devo stargli vicino che in politica cresceremo insieme.me lo ha detto già tre volte, l'ultima due giorni fa dietro mia richiesta di cosa vuole fare con me dopo le elezioni e lui"non ho cambiato idea, ti ho detto che dobbiamo crescere insieme"..lui non ha motivo di aiutarmi in questo modo se non che io gli piaccia ma al contempo giustifica tutto con la politica e comunque osservando il facebook dell'altra vedo che hanno una storia molto romantica e solida, lei è convolta anche nella sua attività lavorativa. gli ho fatto anche sfuriate prendendolo a parolacce e lui resta sempre e non mi manda via. a me lui piace: è molto intelligente, bravissimo nel suo lavoro, potente e molto seguito anche dalle donne e mi lusinga che tra tante dia a me le sue attenzioni e poi abbiamo molte idee in comune e non ultimo mi piace fisicamente. insomma io vorrei una storia con lui ma dopo solo un mese e mezzo non mi basta più stare così. non capisco il suo modo di fare con me...se fosse solo politica come dice lui non avrebbe senso coinvolgere una tanto inesperta come, lui in verità non ha bisogno di me, eppure continua a dirmi che cresceremo insieme e avremo successo insieme. inoltre una settimana fa dopo mia ennesima sfuriata perché non mi dava attenzioni e non mi rispondeva ai messaggi lui anziché dire: insomma è lavoro stai al tuo posto mi ha assecondata (più come un fidanzato a mia impressione che come uno che vuole lavorare con me) dicendo che era stato con me al telefono ben 18 minuti e in campagna elettorale la media è 2 minuti e che : di chiaccherare avremo tempo..ma tempo quando? cosa sta rimandando se già adesso non mi degna di attenzioni mentre per l'altra il tempo lo trova eccome. questo è un rapporto che non so definire..non posso neanche dire che mi sfrutta perché sesso non ne facciamo e anche ripeto in politica è lui che può aiutare me io solo marginalmente portandogli una manciata di voti ma tutto questo non giustifica sentirci ogni giorno da un mese e mezzo a questa parte...e poi c'è l'altra che a quanto pare lui ama con I FATTI (anche se poi sente me di nascosto e non l'ha neanche difesa con tutti gli insulti che le ho fatto). non so cosa fare. per favore aiutatemi a capire perché si comporta così.

[#1] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
16% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Non mi pare sia fondamentale capire perchè lui si sta comportando così, anche se è intuibile (quella manciata di voti male non fa...), ma perchè Lei si sta comportando così?

Ho capito che a Lei quest'uomo piace, ma ne vale la pena?

Lei scrive: "ma ogni volta che io voglio chiudere lui si giustifica e ricomincia a darmi "nuovi compiti"...inoltre continua a dirmi che devo stargli vicino che in politica cresceremo insieme..."

A Lei interessa far politica con quest'uomo?
Perchè mi pare di capire che questo (e solo questo) sia lo scopo di quest'uomo, felicemente fidanzato con un'altra donna.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente 481XXX

dottoressa Pileci, FELICEMENTE fidanzato con un'altra donna? felicemente uno che chiede il numero di un'altra e la invita a cena? Uno che la domenica le racconta palle per venire da me? Una che ho insultato pesantemente e lui ha ripudiato dicendo che era un'elettrice legittimando i miei insulti?

Io sono stata QUELLA SCELTA visto che quell'altra c'era prima e se lui fosse stato così bene non avrebbe cercato altro.

la verità ed è un dato oggettivo io sono più bella fisicamente e di carattere non sono certo una mollacciona. ma ho paura perché se con lei ci sta da due anni (tra l'altro cercare altre situazioni dopo solo due anni la dice lunga su quanto lei gli piaccia profondamente) e con cui ha una storia strutturata alla fine la spunti e mi molli...

Premetto che la mia manciata di voti non è giustificata. con altre persone ben disposte nei suoi confronti e che potrebbero portargli voti non ha tutta sta voglia neanche di chiamarli (ho dovuto insistere parecchio per fargliene richiamare un paio)...dai su non sono cretina...

la verità è che lo voglio tutto per me e oggi SAN VALENTINO che lo passerà con lei sto male!

[#3] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
16% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

razionalmente posso essere d'accordo con Lei, ma purtroppo Lei tralascia un dettaglio importante: gli altri non funzionano necessariamente come noi, non la pensano come noi, non sono neppure come noi li vorremmo o li vorremmo vedere.

Di fatto quest'uomo sta con un'altra persona.

Perchè cerca altre avventure? Moltissime possono essere le ipotesi: un diversivo? noia? voglia di avventura? desiderio di piacere e testare che effetto può fare?

In ogni caso felicemente dal suo (di lui) punto di vista.

Ora, a Lei piace quest'uomo, ma ne vale davvero la pena?
Vale la pena perdere tempo ed energie dietro ad uno che è impegnato (se vuole, impegnato part time), racconta bugie alla fidanzata per incontrare un'altra, ecc...
Un uomo non funziona come Lei vorrebbe. Probabilmente quest'uomo sta bene con la fidanzata e cerca anche altro fuori dalla coppia solo a scopo sessuale. Ci ha mai pensato a queste ipotesi?

Soprattutto, vale la pena disperarsi dietro uno che già da ora NON può o NON vuole darLe ciò che Lei desidera (almeno un minimo di sincerità)?

Lei dice di rifiutare il ruolo dell'amante, ma se quest'uomo avesse una storia con Lei, inevitabilmente avrebbe questo ruolo, non pensa?

E' davvero questo ciò che vuole?

Piuttosto, proprio perchè Lei riconosce di essere più bella, più socievole, più gradevole anche caratterialmente, ecc... si voglia bene.
Segua la Sua PAURA, che Le sta suggerendo la strada giusta.

Stare insieme a qualcuno non è determinato dalla bellezza o da altre caratteristiche personali. Probabilmente quest'uomo sta bene così, indipendentemente da ciò che vuol trasmettere ad altri.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#4] dopo  
Utente 481XXX

Si non so cosa risponderle...se ho dubbi è perché evidentemente non sono sicura nemmeno io delle sue parole.

Io a pelle (romantica) credo che lui per me abbia avuto un colpo di fulmine che lo ha portato a chiedere il mio nome, telefono appena mi ha vista e mi attacco a quel "cresceremo insieme" come a uno che ha un progetto a lungo termine con me, così dopo solo un mese...ma che la butta in politica perché all'altra vuole bene e non si aspettava di provare qualcosa per me...

poi però lui stasera il san Valentino non lo passerà con me, non mi chiede di rivederci ( ma insiste sempre per venire agli eventi della mia associazione dove ci sono sempre anche io quasi come a vedermi ma scongiurare di stare solo con me)...penso che tra un mese rileggendo queste parole intrise di tristezza lui sarà già andato via perché io gli avrò smesso di dare corda e lui..nel suo nuovo ruolo politico si porterà dietro l'altra. queste parole rilette saranno per me un monito per capire cosa fa un uomo quando NON è innamorato davvero..purtroppo per me.

[#5] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
16% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

quello che Lei PROVA è assolutamente comprensibile e umanamente condivisibile. Non siamo immuni da situazioni del genere e sentimenti del genere.

Però bisogna anche tener conto che le emozioni che sentiamo possono fornirci delle indicazioni e che poi dobbiamo valutare la situazione in modo lucido.

Certamente dall'esterno è molto più semplice vedere con chiarezza la situazione; quando, invece, ci si ritrova dentro una situazione del genere e ci sono sentimenti forti, nonchè gelosia e possessività, tutto diventa più difficile da leggere e meno chiaro.

Però, proprio in virtù del fatto che quest'uomo ha comportamenti ambigui, si chieda se davvero è ciò che vuole per se stessa.

Ovviamente questo non ha nulla a che fare con bellezza o intelligenza!

Ci sono anche motivazioni inconsapevoli alla base della scelta di un partner. Ma qui non ci interessano le motivazioni di quest'uomo, quanto le Sue.

Sarebbe infatti interessante capire meglio che cosa c'è dietro questa Sua sofferenza e bisogno di quest'uomo.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#6] dopo  
Utente 481XXX

Ma allora la mia sofferenza la collego a queste sensazioni:

innanzitutto è nato tutto in modo molto bello e spontaneo. Lui che è ambito e di successo mi vede tra mille senza neanche sapere il mio nome e arriva a chiedere chi sono e il mio numero per conoscermi quando io inizialmente non lo consideravo proprio. Quindi vedere la facilità con cui lo avevo attirato e inizialmente mi corteggiava esplicitamente (prima che io mi decidessi a uscire ho rimandato più volte e lui mi ha chiesto di uscire tipo 10 volte nell'arco di due settimane) in cui era affabile, presente, dolce e pensavo davvero di avere trovato un tesoro di ragazzo!

poi scoprire che era fidanzato all'inizio mi ha delusa molto ma allo stesso tempo mi ha fatta sentire forte e invincibile perché nonostante lui avesse l'altra veniva da me, sceglieva me...fio a spingermi a insultarla e minacciarlo di rivelarle "tutto" e anche in quel momento lui tranquillissimo ha minimizzato(ma tutto cosa?) e poi neanche in quel momento dove rischiava un bel litigio se io le avessi girato i messaggi è rimasto. Pensavo mi volesse sopra ogni altra cosa.

In quel momento con l'autostima a mille vedendo che i giorni passavano e che lui restava ambiguo (proprio le parole che io ho detto a lui e lui su tale argomento non ha MAI risposto) ho iniziato a confondermi e poi ad essere speranzosa con il suo tornare a cercarmi per poi restare definitivamente delusa vedendo anche solo dai social che entrambi si cercano, passano tanto tempo insieme, sono una vera e profonda coppia.
e quindi lei che vedevo bruttina e sfigata quasi mi faceva pena che non sapesse quanto la prendesse in giro oggi a san Valentino sono io quella sola e disperata. Lui neanche ha risposto ai miei messaggi oggi e prima di scrivere qui gli mandato ennesimo (ultimo e definitivo di chiusura) messaggio di insulti per lui e la sua donna mia insulsa rivale che ha vinto su di me senza neanche fare fatica.

quello che mi risveglia è la presa in giro, l' aver ricevuto senza cercarlo o "meritarlo" un trattamento ingiusto e crudele da questo ragazzo che prima mi ha fatto fidare di lui e poi appena ottenuta la mia fiducia mi sta facendo del male. Lui come può non sapere, essendo anche psicologo, che dicendomi frasi come cresceremo insieme, stammi accanto mi sarei attaccata? perché se da me non vuole nulla deve anche infierire? per sentirsi corteggiato, per i voti? io sparisco da lui definitivamente. da me non avrà più nessun tipo di attenzione o contatto.

[#7] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
16% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

le persone hanno i radar per captare gli altri.

Se un uomo vuole comportarsi da mascalzone ed è anche intelligente non si rivolgerà ad una donna ferma, molto sicura di sè e che è capacissima di fiutare il personaggio.

Ma non solo: probabilmente Lei era vulnerabile (e non c'è nulla di male!) e sola, e questo Le ha fatto piacere, cioè il fatto di sentirsi corteggiata, ecc...

Ma il focus dovrebbe essere su altro: non è che per Lei è un problema il fatto che oggi è San Valentino e soffre per non avere una relazione e si sente sola?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#8] dopo  
Utente 481XXX

beh certo che il problema è quello! Io dal momento che speravo non dico di passarlo con lui ma di iniziare una bella storia oggi festa degli innamorati la delusione si amplifica. Non solo. Io sono sola, lui in coppia. Quindi mi fa sentire non scelta non solo da lui ma in generale in quanto da sola. il fatto che lui e l'altra siano in coppia e io sia quella sola mi fa sentire ancora più sola.
c'è poi il discorso età che è la cosa che mi fa più male. Non a caso ho usato per lui il termine ragazzo , si definisce e lo definiscono così anche gli altri. mentre io a 38 anni mi sento oramai andata...sono sempre stata corteggiata ma non sono ancora riuscita a sposarmi (mio grande sogno) ed avere una famiglia mia. Adesso che i corteggiatori ci sono ma molto molti meno e spesso non adatti a me (non lo dico perché non mi accontento ma perché proprio non mi piacciono neanche un minimo e quindi piuttosto sto da sola) ho paura di restare per sempre sola.

Mi chiedo come mai io carina(molto carina ma il tipo acqua e sapone, molto pulita e con viso dolce), intelligente e una brava persona ho così tanta difficoltà ad ottenere una cosa che è alla portata di quasi tutti (quelli che vedo soli o sono molto problematici o non lo vogliono oppure hanno poveretti qualche reale problema fisico che non gli permette di avere un partner). Io non dico che debba piacere a tutti ma almeno UNO adatto a me ci deve pur essere! al mio lavoro tutti belli e brutti, simpatici e antipatici hanno un partner..la stessa fidanzata di questo politico dovrebbe vederla e sentirla parlare: una banalissima ragazza sia di fisico che nel viso, né brutta né bella, non stupida ma non una cima..davvero una qualsiasi. Ok c'è un'alchimia inspiegabile tra due persone che prescinde l'aspetto e che le fa unire e mettere in coppia...ma possibile che io pur desiderandolo non riesco a concretizzare?
pensi che poi la cosa che trovo sconvolgente è che quando vedo gente che parte da condizioni tipo la mia: corteggiamento serrato, interessi comuni, attrazione reciproca poi accade che normalmente si mettono insieme. cioè una cosa molto lineare. a me è degenrerato tutto nel peggiore dei modi.sono sconvolta per tutto!

[#9] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
16% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Credo che Lei abbia messo a fuoco il problema correttamente e lucidamente.

Diventare consapevoli è un primo step importante.

Il secondo, molto importante, è capire se c'è qualcosa che POTREBBE metterLa in difficoltà nelle relazioni interpersonali e con gli uomini in particolare, NON perchè Lei abbia qualcosa che non va, sia chiaro, ma perchè magari si pone in modo tale da allontanare o scoraggiare un corteggiatore.

Inoltre, l'idea di "essere andata" non aiuta... tenga presente che noi ci comportiamo in base alle nostre convinzioni, quindi probabilmente questa idea La tradisce.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#10] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Cara signora,
La festa degli innamorati è un amplificatore di emozioni e di disagi.

Così come la domenica, il sabato, i giorni rossi sul calendario e le festività

Gli amori altri, apparentemente nutrono il narcisismo e l’autostima, ma alla lunga sono generatori di grandi sofferenze e di disturbi psicosomatici, depauperando energia ed autostima.

Le allego uno scritto da cui è tratto il mio ultimo libro,ch e tratta esattamente della problematica che lei riporta.

Legga, se le fa piacere, soprattutto i commenti di Tantissime donne che ho avuto il piacere di ospitare nel mio sito.

Un abbraccio e coraggio

https://www.valeriarandone.it/tradimento/amare-un-uomo-sposato/
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it