Utente 436XXX
Buonasera, ho 31 anni e sto con una ragazza di 36, separata da tre che ha una bimba di 7. Stiamo insieme da tre anni, ho un bel rapporto con tutta la sua famiglia e la bambina mi adora anche se non le abbiamo mai detto che stiamo insieme, anche se lo sa. La mamma ha paura che la bimba possa odiarla per non averle dato una famiglia con il padre. La mia ragazza si è separata dopo un tradimento.Negli anni lei ha subito anche violenze fisiche, psicologiche. Dopo il tradimento il suo ex è andato via di casa con la nuova ragazza, ma a volte tornava da lei. Lei ha sopportato questa situazione per due anni, con la speranza di tornare insieme. Poi ci siamo conosciuti e innamorati. I primi tempi ci vedevamo un po' di nascosto, ma il marito appena scoperto di noi voleva tornare con lei. Lei diciamo che veniva da me, diceva che doveva dare una possibilità alla sua famiglia, ma dopo due ore mi richiamava e diceva di non farcela. La storia è andata avanti, ma a volte è capitato che l ex le chiedesse di tornare indietro, e lei ogni volta è andata in crisi. Oggi sono 10 giorni che mi ha chiesto del tempo. Dopo la festa della mamma, e una foto che le è apparsa su fb di lei, l ex e la bimba, è andata in crisi. È importante dire che io non metto in dubbio il nostro amore, nel senso lei qualche giorno prima mi chiedeva di comprare insieme un terreno per farci la casa, mi correva dietro per darmi un bacio. È una ragazza trasparente, parla con gli occhi e i suoi fino al sabato erano pazzi di me. Mi ha chiesto che ha bisogno di stare da sola perché vuole capire cosa vuole. A me sembra assurdo, e pur cercando di non cercarla a volte non ci riesco. Ah lei non vuole vedermi, mi da spiegazioni solo a telefono. Per risolvere questa situazione ho parlato con l ex e praticamente il problema sta che loro non si sono mai detti di essere innamorati dei rispettivi compagni, dicendo che è chiaro. Lui sta con la donna con cui l ha tradita da 5 anni ormai e lei con me da 3. Tuttavia lui mi dice che a volte gli manca avere la figlia tutte le sere a casa e così le manca la ex, ma non le manca lei come donna, non prova nessun fastidio a sapere che sta con me. Lo stesso mi dice la mia ragazza. Allora ho detto a lui di guardarsi in faccia e dirsi la verità. Dopo che si sono parlati avremmo dovuto vederci io e la mia ragazza per capire un po' cosa stesse succedendo. Abita vicino ai suoi e 10 minuti prima che dovessimo vederci mi chiama e mi dice parliamo per telefono, perché i suoi non vogliono. Mi spiega che ha litigato con la mamma perché le dice di pensare di tornare indietro, e non capisce, dopo tutto quello che ha sopportato come una madre possa dirle questo. Continua a dirmi che vuole stare sola ma dice che non fa altro che pensare a me e che le manco. Stamattina la incontro per caso, ci salutiamo e ci abbracciamo fortissimo, le torna il sorriso e ci baciamo. È stato bellissimo emozioni bellissime. Dopo un po' mi scrive che ha bisogno di stare sola... Io non capisco più niente.

[#1]  
Dr.ssa Simona Pierini

20% attività
8% attualità
0% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
ROMA (RM)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2019
Gentile Utente,
sembra proprio che la sua ragazza si trovi tra due fuochi: le emozioni da una parte (che la porterebbero da lei) e la razionalità (le cose giuste da fare) che la porterebbero invece a ricercare una famiglia tradizionale e il consenso dei suoi genitori.
Ora però è Lei che deve scegliere dove stare, a cosa acconsentire, se mettere dei confini.
Le consiglio di focalizzare l’attenzione su cosa prova e cosa vuole, se in questo momento è funzionale per Lei aspettare, muovere qualcosa o decidere definitivamente dove stare.
Comprendo la difficoltà ma provi a chiedersi quanto per Lei è sostenibile questa situazione e cosa desidera da una relazione e dal futuro...
In bocca al lupo
Dr.ssa Simona Pierini
Psicologa, Psicoterapeuta
Reggio Emilia- Roma
centropsicoterapiastrategica@gmail.com