Utente 500XXX
Salve a tutti. Sono una ragazza di 21 anni, ho sofferto molto in passato, sia in amicizie, che in amore. Nessuno è riuscito mai ad apprezzarmi e a capire la mia vera persona. In ogni caso circa due anni fa, ho conosciuto un ragazzo della mia età, per me era la mia prima volta, la prima volta che mi sono sentita amata. Ci vediamo tutti i giorni, non riusciamo a stare l’uno senza l’altra, abbiamo rinunciato a tante cose, tantissime. Siamo molto gelosi e abbiamo sempre cercato di portarci rispetto. O perlomeno l’ho fatto soltanto io. Succede spesso che il mio ragazzo quando passa qualcuna si imbambola, sapendo che lui è un ragazzo che guarda tutti i particolari di una donna, fisico, come si veste, mani, piedi, ecc... io glielo feci notare un anno fa, dicendogli che ci stavo male. Ma lui, da un anno a questa parte, ancora continua a farlo, dopo tante tantissime litigate, dopo che tutto questo mi ha resa insicura, nonostante lui dice che sono l’unica, che sono la più bella, allora mi chiedo... c’e bisogno di interessarsi alle altre? Sarò io la strana, ma da quando sto con lui io gli uomini intorno a me non ho interesse a guardarli. Inoltre lui quando è con me fa finta che non guarda nessuna, mi è bastato allontanarmi per un po’ e coglierlo nel sacco, 5 minuti fisso a guardare una ragazza con i tacchi con tanto di bava alla bocca. Premetto che tutti dicono che sono una bella ragazza, io in realtà non ho mai avuto autostima, ma comunque dopo che il mio ragazzo che sa che ci sto male, che mi sento sminuita, irrispettata, presa in giro, continua a farlo, quel che è peggio lo fa di nascosto. Raccontato così sembra una cosa superficiale, ma in realtà tutto ciò mi ha reso una persona insicura, non mi permette di vivere serena, non mi permette di riuscire a mandarlo in qualche posto, non mi permette nulla. Il peggio ancora è che lui se ne strafrega, cambiando discorso o dicendo che non farà più queste cose.... lo becco spesso con la navigazione privata sul cellulare e nega sempre che ci sia andato lui. Dico che lui è gelosissimo e io non posso fare niente. Io faccio di tutto per far andar bene le cose, lui si approfitta di tutto, mi manca di rispetto in continuazione, fatti e parole. Non mi apprezza, mi sminuisce sempre. Un tempo non era così, sono ancora innamorata di quella persona, eravamo davvero qualcosa di grande. Gli dico spesso di lasciarmi se non mi ama più, ma dice che senza di me non può stare, che se mi perde si ammazza bla bla. Soffro, non dormo la notte, ogni volta che provo a dirglielo si rigira le cose e prende la ragione. Sto davvero male, non riesco a lasciarlo perché spero un giorno torni come prima, ma già che devi chiedergli le cose e tralaltro senza ottenerle... mi uccide. Vorrei mi aiutaste, a lasciarlo, a trovare un modo per essere felice. Non riesco a fare a meno di lui, ho perso anche le mie amiche per colpa sua, ho perso tutto, ho lasciato mille lavori e lui mi rinfaccia sempre tutto. Lo amo davvero, e non riesco a lasciarlo andare.

[#1]  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
gentile ragazza,
mi sembra ci siano delle criticità nel vostro rapporto, come ad esempio la gelosia eccessiva, la perdita di amicizie, di lavori, la mancanza di rispetto o di riguardo.
D'altra parte sembra che in un primo periodo il rapporto andasse molto meglio e a mio avviso non è il caso di abbandonare una storia d'amore senza aver provato a recuperarla.
La gelosia è in genere sintomo di insicurezza e può facilitare ciò che vorrebbe scongiurare, ovvero il tradimento.
A parte generiche considerazioni sulla negatività dei problemi sopra accennati, non credo però sia possibile aiutarla di più in questa sede per migliorare il rapporto. Occorrono infatti una diagnosi sulle tematiche sottostanti i vostri comportamenti, tematiche che possono spesso essere inconsce, e successivamente la messa in atto di strategie mirate al recupero di un buon rapporto di coppia.
Le relazioni interpersonali possono essere migliorate molto velocemente, anche con un solo partner in terapia. Può trovare sul mio sito un articolo al riguardo.
cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781