x

x

Ansia e nausea possono essere correlati?

Salve, ho 23 anni e da sempre sono una persona molto sensibile e ansiosa. Questo essere ansiosa pero' non ha mai creato problemi o meglio non e' mai stato cosi' elevato da ifastidirmi piu' di tanto.
Da due mesi pero' avverto grossa ansia e quasi esclusivamente alla sera avverto un forte senso di nausea alternato a una sensazione di "macigno" nello stomaco.
Facendo dell'aria poi sento sollievo.
DA 3 settimane prendo una pastiglia di xanax da 0.50 verso le 21.00 e devo dire che mi sembra mi aiuti.
Io pero' non riesco a capire se questo senso di nausea e' collegato ad uno stato ansioso. Sento lo stomaco contrarsi come se trattenessi la pancia.
Piu' che altro questa condizione e' iniziata 2 mesi fa dopo che mio padre nel cuore della notte ha vomitato 3 volte nel giro di un mese. SEmbrera' una stupidata ma io ho la "paura" di vomitare e se vedo qualcuno farlo e' piuttosto traumatizzante per me.Inoltre era da tanti anni che nn vedevo nessuno farlo e a me personalmente nn e' mai capitato da 12 anni a questa parte. Ho pensato che questo potrebbe essere stato l'evento scatenante di tutto.
Inoltre ho una situazione privata che mi da dei pensieri.
Puo' essere che questa nausea sia correlata con l'ansia? Io non ho mancanza di appetito ma alla sera fatico a mandar giu' il cibo e sento una stretta in gola.
Siccome sono un po' restia all'uso di farmaci come lo Xanax e non voglio assolutamente svilupparne una dipendenza secondo voi la valeriana potrebbe essere una valida alternativa?
Grazie e scusate per la confusione dei miei pensieri.
VOrrei precisare che io ho sempre sofferto di aerofagia e sto assumento relaxcol. Inoltre ho appena fatto gli esami del sangue e delle urine e e' tutto nella norma.
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7.2k 220 121
Gentilissima leggendo sembra che i suoi problemi fisici siano legati ad ansia, tuttavia ha già fatto una visita medica? I farmaci che assume le sono stati prescritti dal medico? nonostante le analisi del sangue nella norma eventuali problemi di stomaco o intestinali devono comunque essere discussi con il suo medico. Se da un punto di vista organico risulterà tutto negativo allora le consiglio di chiedere una consulenza psicologica poichè la sua nausea e le sue contrazioni allo stomaco potrebbero essere l'espressione di una somatizzazione. Ma segua l'iter che le ho consigliato, parli con il suo medico di questa possibilità.

cordialmente

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]
dopo
Utente
Utente
Lo xanax e' stato prescritto dal medico curante di base. Il relaxcol anche ma perche'lui sa che ho sempre avuto problemi di aria e col Milicon nn ha funzionato molto.
Per quanto riguarda i disturbi gastro intestinali sn sempre stati una mia prerogativa ma in maniera diversa.
Irregolarita' intestinale, aerofagia anche da portare a dolori addominali (che si risolvono nel giro di pochi minuti generalmente).
Ho fatto un ecografia addominale generale l'anno scorso e mi sono stati riscontrati dei piccoli calcoli alla colecisti. Mi e' stato pero' detto che quesi nn centrano con i disturbi che accuso da anni (parlo solo a livello gastro intestinale).
Inoltre c'e' da dire che seguo un alimentazione sicuramente sbagliata quasi priva di frutta e verdura.
Erano cose che non avevo precisato prima ma credo siano importanti.
Grazie
[#3]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7.2k 220 121
confermo quanto detto in precedenza, medico e se necessaro psicoterapeuta.

cordiali saluti

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto