Dipendenza da cam girls/chat erotiche

Buonasera, Sono un ragazzo di 23 con un lavoro, una fidanzata e una vita tutto sommato regolare. Quando avevo 16 anni circa ho scoperto per caso un sito di cam girls che tuttora frequento. Ci sono sempre andato regolarmente per masturbarmi creando dei giochini virtuali nei quali mi eccitavo a farmi fregare dalla cam girl. Andando avanti negli in anni e cominciando a lavorare ho iniziato a comprare crediti (cosa che continuoa fare) ovviamente ad oggi migliaia di euro sono stati spesi in questo tunnel senza uscita. Mi eccita farmi fotografare nudo dalle ragazze negli show privati oppure creare dei giochi di ruolo dove loro mi fregano. Mi eccita la ragazza che mi vuole mangiare i miei soldi. Non sono mai stato un amante del porno perché i genitali in generale non mi eccitano particolarmente però mi reputo al 100% eterosessuale. Ho provato ogni tanto ad andare a prostitute ma non tanto per l’atto sessuale di per se ma per quelle cose che mi eccitano quando frequento quei siti. La mia dipendenza la paragono a quelle da droghe, alcol o fumo ma pur essendone consapevole non riesco a smettere. Neanche il blocco della carta di credito mi ha fermato. Mi capita di masturbarmi su questi siti anche quando sono a casa della mia fidanzata oppure in vacanza ed è capito un paio di volte anche a lavoro. Ovviamente come avrete capito la mia sfera del lipido e del piacere è stata completamente deformata. Mi è capitato anche di scambiare il mio numero con queste ragazze oppure di frequentare siti meno sicuri. Il senso di colpa è tanto soprattutto per i soldi cacciati via e per i miei cari ma la cosa che mi sta facendo uscire di testa è la consapevolezza di essere malato e di non riuscire ad avere il controllo della situazione. Sono costretto ogni mese a svuotarmi il conto corrente per mettere i miei risparmi su un conto chiuso perché se no continuerei a spenderli su quei siti. Sono un ragazzo comunque normale che lavora, con una buona intelligenza che rispetta i propri cari. Vorrei tornare ad avere una vita normale anche se ormai sono consapevole che sarà difficilissimo e molto faticoso. Vi starete chiedendo se faccio sesso con quella che è la mia fidanzata? Ebbene no perché ho scoperto un anno fa di avere il pene molto sensibile tipo fimosi. Sono andato dal urologo che mi ha consigliato di scappelarlo (scusate il termine) piano piano per sensibilizzarlo oppure di fare una circoncisione (non necessaria secondo lui) il problema è che ho una fobia nel scappellare il mio pene perché mi fa male/schifo vederlo a nudo. Quindi ho pensato bene di mettere nel cassetto questo altro buco nero che comunque secondo me non è strettamente collegato al precedente essendosi mostrato successivamente. Mi ritrovo così a quasi 24 anni praticamente vergine (a parte qualche rapporto sessuale conprostitute) e appeso a un filo. Il colmo è che sono un ragazzo carino che nel corso della sua vita ha frequentato qualche bella ragazza. Perdonate lo sproloquio. Non ne avevo mai parlato.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

Per la fimosi vale l'indicazione dell'urologo.

Peraltro non vedo richieste di tipo Psy,
se non una dipendenza dalla pornografia online;
o sbaglio?

Per il suo auspicio
"Vorrei tornare ad avere una vita normale anche se ormai sono consapevole che sarà difficilissimo e molto faticoso."
quando ne dovesse avere la motivazione potrà affrontare un percorso psicologico specifico.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, perdoni la mia ignoranza . Non conosco bene i tecnicismi del sito. La mia è una richiesta di tipo Psy. Penso che il tempo del trovare motivazioni/fare autoanalisi sia passato da un bel po’. Mi piacerebbe avere un responso o una diagnosi anche in maniera molto superficiale. Auspico di poter cominciare un percorso riabilitativo . . Grazie!
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

online non è possibile nessuna diagnosi nè responso,
ma indicazioni di percorsi *di persona*.

Intendevo dire che quando sarà motivato
- ma forse lo è già fin da ora? -
può rivolgersi ad uno Psicologo Psicoterapeuta
che si occupi di dipendenze sessuali.

Ritiene di poterlo fare?

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, forse mi sono espresso male. Per responso intendevo una semplicissima opinione sui fatti al di fuori del ramo psicologico/terapeutico. Mi chiede se sono motivato? Parla ad una persona che nonostante sia consapevole dei propri problemi non riesce a risolverli e ci ricasca ogni giorno. Mi piacerebbe avere un supporto certo purtroppo l’unica conoscenza che ho all’interno della mia città è un amico di famiglia e sinceramente non me la sento. Auspico di trovare le risposte e il percorso più adeguato. Tante volte mi piacerebbe tornare nel 2012 efare un brainwashing. Purtroppo non è possibile. Probabilmente alcune di queste tendenze pulsavano già dentro di me precedentemente. Sarebbe impossibile raccontargliele dettagliatamente ma tanti segnali c’erano già a 12-13 anni. La ringrazio per la sua disponibilità.
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

non saprei che significa "efare un brainwashing.."...

ma
se la città in cui abita è quella indicata nell'anagrafica,
lì vi esistono molteplici risorse per un tipo di lavoro sulla sex-dipendenza,
dato che c'è una importante scuola di specializzazione
che potrà individuare di Internet.

Mi torna difficile comprendere la richiesta profonda,
ma io ci sono per eventuali approfondimenti.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#6]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, per brainwashing intendo lavaggio del cervello stia tranquilla lo so che è pura utopia. Mi dispiace se non sono stato in grado di trasmettere quello che sto vivendo. Mi sembra di avere una sorta di doppia personalità. Una razionale e introversa(fisicamente parlando) che si scontra con quella malata e perversa. alterno momenti di depressione, vuoto e senso di colpa dopo l’atto a momenti di normalizzazione del problema. La mia patologia/sindrome la paragono alla dipendenza da droghe. Il mio non è cinismo ma ci sono molte relazioni tra i comportamenti legati a queste dipendenze. Come lei ben sa incominciare un percorso di riabilitazione non è semplice. Le motivazioni a livello mentale sono molto scostanti. Però so che lo devo fare anche perché i nodi prima o poi verranno al pettine. Il fatto di esserne consapevole e cosciente senza agire mi fa stare ancora più male. Scusi per lo sfogo. Buona serata
[#7]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

Concordo con Lei: la sex-dipendenza è clinicamente a tutti gli effetti una (tossico)dipendenza.
Oggi vengono definite dipendenza senza sostanza , oppure dipendenza comportamentale (come del resto anche il gioco d’azzardo, la dipendenza affettiva, la dipendenza dal lavoro..)
e la terapia è simile alla dipendenza da sostanze quali alcol, cannabis, coca, ecc. Per questo accennavo alla necessità di una valida motivazione..
Forse Le può interessare la lettura di:
https://www.medicitalia.it/news/psicologia/7732-sesso-compulsivo-disordine-mentale.html .

Chissà se questo Consulto in qualche modo La ha aiutato a fare un passo in più verso la volontà di affrontare un percorso di persona..

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#8]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, innanzitutto la ringrazio. Ho visto che nella mia provincia c’è un centro clinico che si occupa anche di queste patologie. Spero sia competente,perdoni la diffidenza, a breve spero di fare una seduta per poi cominciare un percorso. Le volevo fare soltanto una domanda. In base a quello che ho scritto lei dice di vedere una dipendenza dal porno online. Parto dal presupposto che il porno(quello visto dai più) a me non è mai piaciuto, di rado l’ho utilizzato per la masturbazione. Quello che intendo dire è che i siti porno sono una cosa le chat con cam Girls un’altra. I siti pornografici(almeno I più celebri)non sono a pagamento, le chat erotiche si. Secondo me c’è una profonda differenza tra le due cose. Sono entrambe delle dipendenze pericolose ma con pregressi e azioni molto differenti. Nel porno non c’è interazione con la ragazza nella chat erotica si e può durare per diverse ore nelle quali modelli i tuoi desideri a tuo piacimento con l’utilizzo del denaro che con il tempo stimola ancora di più il consumatore. Se mi concede una battuta: la maggior parte di porno dipendenti perlomeno non ci rimette economicamente.
[#9]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

Come già dicevo in #1,
online non è possibile
=nessuna diagnosi, ne’ responso=,
ne’ =si vede=.
Semplicemente partendo dalla frase del consulto
=la mia dipendenza la paragono a quella da droghe=
Le ho offerto alcuni spunti di riflessione al fine di orientarLa verso un consulto di persona.

Mi fa piacere che Lei abbia assunto info al proposito.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio