Utente 572XXX
Salve a tutti.

Ho deciso di scrivere su questo forum per presentarvi un tragico caso umano, contro cui il Fato e la Natura sembrano essersi accaniti con rara veemenza, e per chiedere un consiglio al riguardo della mia triste condizione.
Purtroppo, come si evince dal titolo della mia domanda, pur avendo poco più di 20 anni, sono di aspetto fisico decisamente sgradevole, dato che ho un volto sgraziato, corpo di costituzione gracile e statura modesta.
Come se non bastasse la situazione fisica suddetta, mi sono stati diagnosticati recentemente (e ufficialmente) la sindrome di Asperger, il disturbo depressivo persistente e un altro disturbo, patologie per le quali sono sottoposto a una terapia farmacologica presso uno psichiatra.
A tutto questo si aggiunge una generale confusione sull’orientamento sessuale.
Mi spiego meglio.
Fino alle elementari e alle medie (durante i quali subii molto bullismo), i miei impulsi sessuali erano prevalentemente di tipo eterosessuale, anche se talvolta sfociavano in impulsi omoerotici, però questi ultimi hanno preso il sopravvento nel corso degli anni degli studi secondari, quando sbirciavo i miei compagni nello spogliatoio della palestra.
Successivamente, conclusi gli studi secondari, feci nuove amicizie, tra cui un ragazzo che mi fece delle avances, di cui mi innamorai e che purtroppo mi malmenò.
A seguito di questo episodio e alti soprusi, regna la completa confusione sul mio orientamento sessuale: mi eccito pensando sia a maschi che a femmine.
Le mie domande sono due.
C’è un modo per stabilire meglio il mio orientamento sessuale?
Mi sarebbero di giovamento dei rapporti mercenari, visto che le probabilità di trovare qualcuno/a disposti a innamorarsi di me sono prossime allo zero?
Grazie.

[#1]  
Dr.ssa Delia Guagnano

24% attività
20% attualità
12% socialità
NOCI (BA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Gentile utente Medicitalia,
sicuramente l'esperienza potrebbe aiutarla. La prima esperienza che ha avuto è stato un episodio che non è detto che riaccada. Forse questo la blocca un pò.
Le consiglieri di parlarne con qualcuno in maniera più approfondita.

Cordialmente
Dr.ssa Delia Guagnano, Ph.D.

[#2] dopo  
Utente 572XXX

Dott.ssa, La ringrazio per la risposta. Quindi Lei ipotizza che la mia confusione sull'orientamento sessuale e le mie insicurezze sull'aspetto fisico siano il risultato dell'esperienza vissuta col ragazzo di cui sopra? Che genere di esperienze mi gioverebbero? Dovrei incominciare un percorso psicoterapeutico con un Suo collega, da affiancare alla terapia farmacologica?