Perché ho sempre risposte inadeguate dagli.uomini?

Salve, ho avuto una vita non facile caratterizzata da pochi rapporti social causati da anni di attacchi di panico.
Le mie storie sono sempre state platoniche di amore non corrisposto (il mio) oppure storie con uomini che non mi.
piacevano davvero ma "provavo" a starci insieme per vedere se mi sarei innamorata con il tempo, cosa che poi non accadeva abbassando la mia autostima per portare avanti storie che non desideravo.
Ora mi sento molto sola, intorno a me belli e brutti, intelligenti e meno sposati, fidanzati... sembra che sia molto facile essere ricambiati in amore per gli
altri ma non per me.
Questa è la prima "stranezza".
Possibile che tra diverse decine di persone che mi sono piaciute da quando ero ragazzina nessuno mi abbia mai voluta ricambiare?
Mi sembra statisticamente difficile (forse qualcuno era un po troppo "figo"... ma anche uomini normalissimi non mi ricambiano). . . altro problema: ora nemmeno più sono gentili o mi corteggiano più (prima accadeva anche se non mi piacevano di solito perché troppo brutti o stupidi), adesso non più.
Mi capita però talvolta (almeno una volta al giorno) di ricevere suonate da uomini in macchina quando cammino a piedi... questo mi mette molto a disagio anche perché vesto molto normale... però poi quando gli uomini ce li ho vicino in qualche locale o posto di lavoro se incontrano il mio sguardo si girano dall'altra parte, come se fossi "asessuata" e non appetibile ai loro occhi.
Eppure io fisicamente anche guardando le mie foto mi vedo bella e giovane... possibile che invece veda un'immagine di me che non esiste?
Ho anche il dubbio di vedermi diversa da come mi vedono gli altri e per questo più che allo specchio cerco di guardarmi in foto.
Non riesco a capacitarmi di come una donna bella come me non abbia la fila fuori dalla porta (intenduamoci non sono una modella ma ho un corpo bello, sono formosa, un bel viso). . . e poi come dicevo non pretendo uomini chissà quanto affascinanti. Gli. uomini di cui mi. innamoro di solito non sono mai belli ma persone che mi. colpiscono per qualche caratteristica del carattere (molto gentili o molto simpatici o molto bravi nel loro lavoro, insomma i classici uomini da sposare e farci subito un figlio).
Anche perché se escludo rari casi, la maggior parte delle donne che vedo felicemente sposate e fidanzate non sono né più belle né più intelligenti me, anzi!! Poi però vedendo che con tante qualità estetiche non attiro nessuno mi deprimo pensando che forse non ci vedo bene e forse mi vedo meglio di quello che sono.
Mi soffermo sul fisico non perché lo reputi la cosa più importante ma perché non mi viene data neanche la possibilità di farmi.
conoscere se il "biglietto da visita" non piace e sinceramente neanche voglio io iniziare una storia con.
uno che magari mi.
considera una cara persona ma non è attratto da me, ci voglio entrambe le componenti.
Cosa posso fare per migliorare la mia, inesistente e disastrosa vita sentimentale?
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

sì, la corporeità è la prima che attira l'attenzione attraverso lo sguardo.

Nel suo caso c'è una certa discrepanza tra
autovalutazione,
valutazione degli uomini per strada e
"..però poi quando gli uomini ce li ho vicino in qualche locale o posto di lavoro, se incontrano il mio sguardo si girano dall'altra parte, come se fossi "asessuata"..".

Forse Lei ha qualche caratteistica extra-corporea che li allonatana?
O forse manda segnali di a-sessualità, nonostante la prestanza fisica?
O che altro?

Un consulto di persona,
con una Psicologa donna (sguardo da donna a donna) o uomo (sguardo maschile)
potrebbe certamente esserLe più utile che un consulto online nel quale è assente tutta la parte visiva,
non crede?

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Attivo dal 2019 al 2020
Ex utente
Salve dottoressa Brunialti,

La,sua risposta mi ha inquietata moltissimo!!!
I dubbi che lei ha espresso (discrepanza tra autovalutazione e valutazione altrui) è proprio la mia paura.
Negli anni passati (diciamo quando ero 20/30 enne) non solo ricevevo molti più complimenti per strada ma anche di persona e non passava giorno che almeno un uomo ci provasse con me o mi dicesse quanto fossi bella. Ora è diminuito tutto, sia il numero dei complimenti per strada che di persona (oramai inesistenti, l'ultimo che mi ha detto quanto fossi bella era uno per cui ho perso la testa oltre un.anno.fa e che poi nonostante i suoi ripetuti inviti da me alla fine accettati dopo la prima uscita in cui ho conversato e sorriso in modo dolce si è dileguato smettendo anche di chiedermi di uscire...ecco.un'altra volta la discrepanza tra quello che avevo capito io, di piacergli, e quello che poi lui ha,fatto davvero).
Sono andata da uno psichiatra psicoterapeuta (lo stesso che mi ha aiiutata con gli attacchi di panico risolti del tutto,mi.permane solo la paura di guidare ma,ho ripreso a usare il treno e la metro dopo anni!!) Insomma,qursto psichiatra raccontandogli la vicenda dell'uomo sopra mi ha detto :" sei di bell'aspetto e voleva solo divertirsi. Non credo si farà più sentire (infatti è sparito per sempre e comunque non aveva nemmeno provato a baciarmi una volta soli dopo tanta insistenza a uscire insieme). Devi imparare a stare bene da,sola,non tutti stanno in coppia e puoi trovare il tuo spazio anche da,sola e vivere una vita soddisfacente lo stesso". Le parole del mio psichiatra mi hanno gettata nello sconforto più nero e infatti dopo ho interrotto le sedute. Io non voglio stare sola! È una vita,che sono sola! Ma se anche lo.psichiatra mi dice che devo accettare questa,solitudine...non lo so ci sto troppo male.
Ip ho un senso di inferiorità incredibile vesro le altre donne. E si capisce. Quando vedo gente divorziata con figli che si risposa. Donne sposate che hanno l'amante. Donne che appena,si lasciano devono allontanare gli uomini...ecco quando vedo questo resto stupita e dico che devo avere qualcosa,che non va bene, qualcosa che respinge o meglio "non è abbastanza per far perdere la testa" e mi.dico che se scopro cosa,sia posso correggerlo.
Gli sguardi per strada non li tollero,infatti cammino guardando spesso a terra per non suscitare nulla...fino ad anni fa anche così partivano i commebti...ora non più...però continuano le suonate in macchina talvolta. Invece di persona non capisco...sento proprio antipatia nei miei confronti o totale disinteresse.
Settimana scorsa eravamo in 3 al lavoro (io e die colleghe ventenni carine normali). Arriva un nostro superiore di un'altra sede e ci spiega il nuovo lavoro. Io come le altre senza,alcuna finalità seduttiva lo guardavo in viso mentre parlava, accennavo un sorriso. Ebbene era seduto davanti a noi e in 20 minuti di conversazione ha guardato solo le due ragazze parlando con loro e neanche per sbaglio una volta ha incrociato il mio. Non era ostile, era come se io fossi trasparente. Questo è il comportamento "tipo" degli.uomini con me...
[#3]
dopo
Attivo dal 2019 al 2020
Ex utente
Tra l'altro rileggendo la mia,risposta alle sue domande di approfondimento mi.rendo conto di una cosa ancora più strana. Neanche prina che ricevevo complimenti continui e continue gentilezze dagli uomini, davvero tanti, venivo ricambiata in amore. E adesso ho avuto come un ricordo di quegli anni e anche allora temevo di non essere abbadtanza bella o femminile etc...invece adesso riguardo con malinconia quelle foto e constatando quanto davvero fossi bella, fresca e innocente. E ancora di più vedendo.la me di allora non capisco come potessi essere tanto sola e infelice.
[#4]
dopo
Attivo dal 2019 al 2020
Ex utente
Un'ultima cosa che voglio raccontarle.
Anni fa per me era un incubo passare davanti ai cantieri degli.operai per strada. Perche appena ci passavo partivano i vari ciao bella, le canzoncine etc. Così che mi è rimasto questo incubo. Stamattina sono andata a prendere il treno nel mio paese per fare una commissione in città e come tutte le volte che aspetto.il treno anche stamattina uomini in macchina che al posto di guardare davanti li vedevo girati verso di me, uno mi ha,suonato...e questo a,me mette tantissima inquietudine, lo.vivo come un attacco e mancanza,di rispetto a me che sono li da,sola.arrivo.in città e devo passare davanti a un cantiere pieno di operai...volevo cambiare strada per via dei fischi ert..ma ero in ritardo e quindi ci passo davanti. NESSUN commento:)... da un lato mi sono sentita,sollevata, dall'altro dico che allora devo essere cambiata molto rispetto ad anni fa quando mi tormentavano. Lo so può essere una stupidata...cosa posso fare davvero?
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
"..devo avere qualcosa,che non va bene, qualcosa che respinge.."

"....mi.dico che se scopro cosa sia, posso correggerlo..."

"..cosa posso fare davvero?.."


Gentile utente, sono anni che Lei vive questa situazione,
senza trovare la risposta.
E noi, senza incontrarLa di persona, non possiamo fare altro
- per Lei -
se non indicarLe la corretta via, questa:
quanto ha scritto a noi lo racconti
- si racconti -
di persona ad una nostra/o Collega.
... ma questo glielo ho già suggerito in #1...

Perchè lasciare che il tempo scivoli via così?

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#6]
dopo
Attivo dal 2019 al 2020
Ex utente
Certo dottoressa ho già perso fin troppo tempo ma lei sa meglio di me quanto sia faticoso, almeno.per me lo è, raccontare cose tanto presonali.ad un estraneo..mi fa sentire stupida. Dico dentro di me, ecco io gli dico che mi vedo molto bella, gli racconto dei mille corteggiatori,e se questo poi mi vede insignificante come gli.uomini che si girano dall'altra parte?'mi sento ridicola e stupida a dirmi da sola di essere bella se poi così non è.
Ma il punto più cruciale è che io ho.parlato delle mie difficoltà con gli uomini a uno psichiatra psicoterapeuta e lui in sostanza mi ha intristita molto dicendomi "non tutti sono fatti per stare in coppia e nessuno psicoterapeuta può trovarti un fidanzato. Devi accettare la,tua,situazione, puoi vivere la,tua vita da sola con soddisfazione"...in pratica mi.ga detto di accettare di starmene da sola. Eh ma il.mio obiettivo di vita non è stare da sola (neanche in coppia a dire la verita, tanto perstarci potrei gia farlo ma non voglio). Io voglio vivere ricambiata l'amore.
Questo uno psicologo in terapia può farmelo.ottenere?
[#7]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Se le cose stanno come Lei ci racconta,
se è "trasparente"
un motivo ci sarà...

La Psicologa Psicoterapeuta non sa fare miracoli
ma può aiutarLa a capire i Suoi punti deboli,
e a lavorare per superarli.

Ora sta a Lei decidere cosa fare di questa risposta.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio