Utente 578XXX
Ho un marito e padre fantastico.
dopo l'ultimo figlio mi sentivo brutta e i rapporti con lui erano pressoché un placare le sue voglie.
Lui ha avuto uno scambio messaggi con collega, non so se ci è andato a letto, ma a me è crollato il mondo addosso.
Prima avevo i cuori agli occhi ogni volta che parlavo di lui.
Probabilmente non ho superato questo momento.
Mi sono confrontata con amico comune e alla fine abbiamo avuto una relazione che mio marito ha scoperto sul mio telefono.
Mi ha perdonata, ma 1 anno e mezzo fa mentre lui era in ferie coi bambini l'ho tradito con un vecchio amico e anche allora il tel è stato la causa della sua scoperta di tradimento.
Da allora lui ha grandi problemi di erezione con me...dice di volermi ma fatico a avere rapporti perchè lui dice che pensa all'altro e io sono convinta di non piacergli più.
Sono insicura di me, non mi piaccio, mi metto perennemente a dieta, ma poi pasticcio.
Non sono una bella donna, ma 2 mesi fa un ragazzo più giovane, ex allenatore di nostro figlio ha iniziato a "corteggiarmi".
Sono stata al gioco, probabilmente per il gusto di sentire che un uomo era attratto davvero da me.
Ma ci sono cascata ancora, sono andata a letto con lui.
Stamattina mio marito ha trovato i nostri messaggi e il mondo gli è crollato nuovamente addosso.
Lo capisco, capisco che ora mi odierà, ma io sono seriamente innamorata di mio marito.
Non capisco questa mia leggerezza.
Non sono mai stata una ragazza facile nella mia adolescenza, quando invece avrei potuto esserlo e sarebbe stato comprensibile.
Di quale aiuto ho bisogno per smettere queste cattiverie nei confronti di mio marito.
Lui è davvero un uomo splendido, non fa mancare nulla a me e ai bambini.
Non sto con lui per comodità lo amo davvero, ma forse come dice lui sono diventata una zoccola...Il sesso non è mai stato importante nella mia vita, spesso lo vedevo quasi come un doverlo appagare per i suoi bisogni fisiologici.
Spesso l'ho fatto senza spogliarmi per vergogna di mostrare il mio corpo.

Non so cosa fare.
Non so come rispondere se mi chiede perchè l'ho fatto.
Non è un voler prenderlo in giro.
Fatico ad analizzare i motivi
Mi scoppia la testa, mi scoppia il cuore sapere di averlo ferito di nuovo...eppure l'ho fatto.
La colpevole sono io.
Sono una cattiva moglie e quindi una cattiva madre.
Vorrei farmi del male.
Vorrei farmelo ma dovrebbe sembrare un incidente...non devo più far soffrire lui e non devo far soffrire i bambini.

Stamattina mi ha scritto che dovrà abituarsi a questo, che ormai io sono così sono facile...ma io non voglio questo, vorrei che tutto tornasse come 8 anni fa...vero che gli impegni familiari erano meno, le esigenze dei figli minori...oggi è sempre una corsa contro il tempo e io da moglie schifosa che sono, in tutto questo ho trovato il tempo di tradire ancora...
Vi prego aiutatemi

[#1]  
Dr. Magda Muscarà Fregonese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
MESTRE (VE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Gentile signora, trovo che Lei è’ molto severa con se’ stessa.. e che questo ha a che fare con un’autostima troppo bassa ed esigente a cui l’attenzione, lo sguardo , la corte di un altro uomo sembra porre rimedio. Potrebbe farsi aiutare da un Collega a rileggere gli aspetti relazionali ed affettivi della sua vita, le molte cose buone, importanti che ha certamente fatto da ragazza e anche ora ... per cui perde potere la corte di un collega , perché le sembra .. una cosa normale, non un evento che la salva.. mi domando se c’è’ amicizia, intimità con suo marito per cui si sente sempre apprezzata e non solo.. tecnicamente.. Il matrimonio funziona se ci si sente anche .. compagni di banco.. senza giudizi.. a darsi una mano lealmente. Coraggio si dia aiuto, non si giudichi, ha fatto tre sbagli, ma anche tante cose belle, che restano nel cuore.. Restiamo in ascolto..
Dr. MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta,
approccio psicodinamico problemi familiari, adolescenza, depressione 348 55 00 206