Ipocondria

Salve,

soffro di ipocondria (non ho ancora fatto visite) da un paio di mesi.
Ogni sintomo del mio corpo mi porta a pensare il peggio.

Mia mamma mi ripete di non preoccuparmi ma io non ce la faccio.
Ad oggi ho paura di avere un aneurisma e ho paura a restare a casa da sola.

Non avverto i sintomi ma ieri ho avuto una crisi di pianto di quasi due ore per questa cosa e il nome di ogni malattia mi rimane in testa per ore ripetendosi migliaia di volte.
[#1]
Dr. Francesco Ziglioli Psicologo 1k 36
Gentile utente,

non leggo nessuna domanda specifica nel suo consulto. Potrebbe farci capire come possiamo essere d'aiuto?

Cordiali saluti
Dr. Francesco Ziglioli
Psicologo - Brescia, Desenzano, Montichiari
Www.psicologobs.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Si vorrei capire come posso cercare di non pensare più a questo problema. Mi può consigliare come posso non pensare più a queste malattie perché immediatamente mi sento tutti i sintomi e ho un nodo in gola da due giorni. Secondo lei cosa posso fare?
I
[#3]
Dr. Francesco Ziglioli Psicologo 1k 36
Innanzitutto è opportuno cercare di capire cosa le sta succedendo. In ottica clinica, è importante fare una corretta diagnosi. Anche se non è possibile farla in questa sede, lei ci racconta di come, senza sintomi fisici apparenti, sia costantemente preoccupato per la sua salute. Questo tema mi fa subito pensare all'ansia da malattia (prima conosciuta come ipocondria).
In seguito, sarebbe utile analizzare come mai da "un paio di mesi" sostiene di soffrire di ipocondria. Cosa è successo, come questo problema si inserisce nella storia della sua vita.

Purtroppo, non esistono metodi che posso consigliare per smettere di pensare a queste cose. In realtà, questo è l'obiettivo di una psicoterapia. Il fatto che lei senta anche un nodo in gola, è probabilmente causato dall'emozione di ansia che prova quando le si attivano nella mente i pensieri rispetto alla malattia.

Intanto, le chiedo di leggere questo articolo. Parla di ipocondria (nello specifico, nel disturbo da sintomi somatici); ma è comunque adattabile al suo caso, in alcune parti:

https://www.psicologobs.it/diagnosi/cose-lipocondria-sintomi-e-meccanismi/


Infine, l'unico consiglio che mi sento di darle e di iniziare una psicoterapia che possa aiutarla a individuare i fattori coinvolti nel suo disagio e a cambiarli per migliorare la qualità della sua vita.

Cordiali saluti
Dr. Francesco Ziglioli
Psicologo - Brescia, Desenzano, Montichiari
Www.psicologobs.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille. Spero mi sia d’aiuto

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test