Utente
Buongiorno,
Premetto che sono in viaggio dal 01/08, partito in auto (!) con mia moglie per la Russia (lei è russa e non potevamo non venire per vari impegni).

Da un paio di giorni sono particolarmente agitato.
Ho un passato di attacchi di panico e ansia, attualmente sto ancora prendendo 1 paroxetina la mattina e, al bisogno, alprazolam.

Mancano circa 10 giorni al rientro in Italia e sto quasi facendo il conto alla rovescia delle ore che mancano.
Non so come mai, mi sembra che presto avrò un attacco di panico, mi spaventa l’idea di averlo qui e il viaggio di ritorno.

So che si tratta di una domanda sciocca, ma c’è qualche modo per cercare di alleviare questa sensazione così sgradevole e se non godersi il viaggio almeno non patirlo?

Grazie mille

[#1]  
Dr. Francesco Ziglioli

28% attività
8% attualità
12% socialità
DESENZANO DEL GARDA (BS)
BRESCIA (BS)
MONTICHIARI (BS)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

la sua situazione ci è ben nota da dieci anni, ormai. E' seguito da uno psicologo psicoterapeuta? E' seguito da uno psichiatra? A quando risale l'ultima visita psichiatrica?
Cordiali saluti
Dr. Francesco Ziglioli
Psicologo - Brescia, Desenzano, Montichiari
Www.psicologobs.it

[#2] dopo  
 Staff Medicitalia.it

Gentile utente,
le ricordiamo che non è possibile avere più account per chiedere lo stesso consulto più volte. Abbiamo quindi proceduto ad eliminare la richiesta duplicata e l'altro account.