Utente
Buonasera.

Scrivo in quanto avrei bisogno di un parere di un esperto.

Pochi giorni fa a seguito della nostra vacanza estiva, il mio partner ha deciso di allontanarmi.
Il motivo?
Ha bisogno di ritrovare se stesso.
Dice di avere problemi di lavoro, per l’attuale situazione del Covid.
Dice di dover iniziare a lavorare e concentrarsi prima di potersi dedicare del tutto alla relazione. D’altronde gestisce un’azienda di famiglia e non è semplice.
Perché non trova giusto trascurarmi o non essere completamente dentro al nostro rapporto.
Stiamo insieme da poco, eppure abbiamo condiviso tanto.
Credo abbia bisogno di un aiuto di uno psicologo, cosa che credo farà.
Però intanto cosa devo fare?
Lui ha esplicitamente detto di scrivermi nel momento in cui ne avessi bisogno, che ci sarà sempre per un caffè oppure una cena e che non sparirà.
Non gli ho scritto, non credo di farlo ancora per un po’.
Ma è la cosa giusta?
Ritornerà?
Dovrei dargli un aiuto in più?
Ho provato ma mi ha allontanata e credo che una figura professionale sia di gran lunga migliore di me.
Ho molti dubbi, non lo voglio perdere però al contempo gli sto lasciando il suo tempo, per ritrovarsi.

Allo stesso momento sono triste, ho poco appetito e non so come uscire da questa situazione.
Magari un mio messaggio lo farebbe star meglio ma non mi ha cercata e non lo sta facendo.

Grazie mille in anticipo.

Una 21enne innamorata per la prima volta.

[#1]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Gentile utente,
non sempre interrompere una relazione è indice di disagio psicologico.
Lei scrive che stavate insieme da poco e non fa cenno né ad un lungo corteggiamento né ad un amore intenso e appassionato.
In tutte le epoche gli amori si sono accesi e a volte si sono spenti subito -il classico fuoco di paglia-; tanto più oggi, che all'attesa ottocentesca del grande amore, in vista del quale non si concedeva nulla dei propri sentimenti, è subentrato il consumismo delle esperienze a tutti i costi, dei legami anche superficiali, senza amore e perfino senza attrazione, pur di sentirsi al passo con tutti gli altri.
Il consumismo porta con sé il criterio usa e getta: provi, perché tutto è a portata di mano; ti piace, dura un po', cambi idea, non ti piace più, butti, ricominci e così via.
Il guaio è che le persone coinvolte in una storia d'amore sono due, e mentre per l'una finisce, per l'altra si apre una ferita.
Se quella che lascia è una persona gentile, trova una motivazione garbata e si dichiara sempre pronta a prendere un caffè insieme.
L'altra però soffre, perché si è vista troncare non per sua decisione una realtà che la rendeva felice. Allora si chiede se in lei qualcosa non va, se ha sbagliato qualcosa (il più delle volte proprio nulla); oppure si dice che un misterioso tarlo psicologico ha minato il sentimento del partner, che dev'essere aiutato a ritrovare sé stesso.
Non è così, lo dimostra il fatto che ai suoi tentativi di "aiuto" il suo ex l'ha allontanata.
Chi ha bisogno di aiuto, in questo caso, è la persona che viene lasciata: è lei che ha subìto una perdita, lei che deve di colpo ristrutturare la sua vita senza averlo scelto, situazione molto dolorosa.
E' opportuno che lei cominci a fare questo recupero di sé stessa, per trasformare in esperienza positiva il vissuto, e chissà, perché l'ex possa sentire la sua mancanza.
Non è detto che quest'ultima eventualità si verifichi, ma se lei sarà troppo presente con telefonate, messaggi, etc., finirà per precluderla del tutto.
Le faccio tanti auguri.
Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it


[#2] dopo  
Utente
Buongiorno. Grazie mille intanto per la sua risposta.
Non ho citato passione ed amore nel testo perché ahimè ero concentrata sul limite massimo delle parole a disposizione.
Lui ha fatto tanto per me, mi ha dimostrato attraverso gesti importanti come esempio portarmi in una residenza familiare che mi hanno davvero lasciata senza parole.
Aspetto, anche se sono spesso tentata dal mandargli un messaggio. Nulla mi vieta di farlo ma obiettivamente non sto bene. Dunque senz’altro seguirò il suo consiglio e inizierò un recupero di me stessa...