Utente
Buongiorno,
spiego la mia situazione.

Mi ritrovo a 30 anni ad essere vergine senza mai aver avuto una ragazza.

Vedendomi da fuori non si direbbe e anche chi mi conosce non crederebbe a questa cosa; sono un ragazzo si abbastanza timido ma che comunque si relaziona ha contatti con molte persone, oltre ad avere diverse amiche donne.

Il perchè mi ritrovo in questa situazione non è facile da spiegare, so solo che sono passati gli anni e non mi sono mai dato una spinta per buttarmi fino in fondo ed ora mi ritrovo in un circolo vizioso dal quale è difficile uscire.
Perdipiù non mi accontento di chiunque ma vorrei una persona che mi piaccia per davvero, cosa che non mi era mai successa (se non qualche cottarella adolescenziale) fino a circa 3 anni fa quando conobbi questa ragazza di cui scrivo di seguito.

E qui arriviamo al punto, quando la conobbi capii che era proprio la ragazza che volevo, mi piaceva e me ne innamorai sotto tutti i punti di vista.

All' inizio ci fu subito un buon feeling e notai interesse da parte sua, in brevissimo tempo mi entrò in testa e ci provai con lei, ma senza successo.

Questa ragazza però mi piaceva troppo ed ero convinto che fosse stata l'unica ragazza che avrei voluto e che facesse per me al 100%.
Ero innamorato.

Pertanto ci riprovai ma finii in zona amicizia.

Durante questi 3 anni in cui comunque ci sentivamo abbastanza spesso (da amici) non ho mai smesso di sperarci e, ogni tanto, di riprovarci con lei per vedere se le cose potevano cambiare.

Tutto questo era rafforzato dal fatto che qualsiasi altra ragazza anche di nuova conoscenza non mi sembrava minimamente paragonabile a lei, tanto che non avevo alcun interesse a provarci seriamente con altre in quanto mi sembravano un ripiego.

Questa ragazza era diventata quasi una ragione di vita, il primo pensiero alla mattina e l'ultimo prima di andare a dormire.

Ho provato in questi 3 anni a razionalizzare e a ripetermi che in fondo era una ragazza come altre, che avrei dovuto dimenticarla e dedicarmi ad altro ma ero veramente convinto che non avrei voluto nient'altro.

Pochi giorni fà però scopro che la ragazza in questione si è fidanzata e questa cosa mi ha spezzato il cuore.

Mi trovo quindi in un momento confuso e difficile ed ho il sentore che resterò solo a vita o che dovrò accontentarmi di stare con qualcuno che non mi piace fino in fondo perchè lei era l'unica che volevo e per la quale avrei fatto di tutto.

Vorrei capire come è possibile uscire da questa situazione, dimenticarla e prendere pian piano in mano la mia vita.

Grazie

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
"Vorrei capire come è possibile uscire da questa situazione, dimenticarla e prendere pian piano in mano la mia vita."

Gentile Utente,

il modo in cui noi guardiamo il mondo e ci relazioniamo ad esso dipende da una serie di fattori, tra cui anche il modo in cui siamo stati amati e abbiamo, quindi, imparato ad amare.

Lei dice di se stesso: " so solo che sono passati gli anni e non mi sono mai dato una spinta per buttarmi fino in fondo ed ora mi ritrovo in un circolo vizioso dal quale è difficile uscire."

Poiché Lei non ha vissuto isolato dal mondo, ma ha frequentato come tutti gli ambienti scolastici, lavorativi, di svago, ecc... bisognerebbe capire che cosa ha fatto in modo che Lei fosse inibito nel legame con le donne, come mai non ha mai avuto quella spinta per buttarsi, ecc...

Inoltre, quando si è soli da tanto tempo, accade con maggior frequenza di innamorarsi perdutamente di qualcuno.
A mio avviso, potrebbe essere d'aiuto una consulenza psicologica diretta per comprendere che cosa può fare oggi per cambiare il Suo atteggiamento.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente
Dott.ssa Pileci,
Grazie per la risposta.

Quando dice:
Inoltre, quando si è soli da tanto tempo, accade con maggior frequenza di innamorarsi perdutamente di qualcuno,

Vorrei sottolineare che si tratta della prima ed unica volta sinora nella vita nonostante abbia conosciuto diverse ragazze e che anzi, ho paura che non succederà mai più.

Mi sento sconfortato, rabbioso e perso..questo lato della mia vita così pienamente insoddisfatto non mi permette di vivere bene anche il resto della mia vita.
Mi sento come se tutto non avesse più molto senso e come se corressi a vuoto verso il nulla.

Valuterò una consulenza psicologica come da lei consigliato.

Grazie per la risposta.