Disturbo ossessivo compulsivo?

Buongiorno a tutti, provo a descrivere il mio problema:
Sono sposata e ho 33 anni, Da quando ho comprato casa mia ho sviluppato una grossa ossessione per la perfezione di mobili e oggetti (Che prima a casa dei miei non avevo).

Non mi piace avere gente a casa perchè ho paura che mi facciano dei danni e so so di avere ospiti passo le ore prima a stare in ansia e quelle dopo a controllare che non sia successo nulla ai mobili.

Controllo spesso tuti i mobili per vedere che non ci siano danni e se compro oggetti nuovi li controllo minuziosamente e li contesto ai venditori anche per la sola presenza di piccole imperfezioni, creandosi un grosso stato di ansia fino alla risoluzione dei problemi.

Per esempio mi sono fatta cambiare per 3 volte un anta in cucina perché non arrivava perfetta.

Se aspetto tecnici sono in perenne stato di ansia perché ho paura che girando per casa mi rovinino qualcosa.

So da un lato sono consapevole di avere un problema ma dall'altro mi sembra normale che se faccio un acquisto costoso deve essere perfetto.
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 492 45
Gentile signora,

sono d'accordo: se acquista qualcosa, chiaramente l'oggetto deve essere privo di difetti ed integro, ma gli oggetti sono proprio fatti per essere utilizzati, vissuti.
E' perfettamente ovvio che, con il tempo e con l'utilizzo, un oggetto (arredi, oggetti vari, indumenti, ecc...) si rovinino, nel senso di invecchiare.
Ma non credo sia altrettanto ovvio provare uno stato d'ansia all'idea che qualcuno possa entrare in casa Sua!
Dove finisce la gioia di trascorrere dei momenti tra amici o parenti? Perché non godersi il momento in cui ha ospiti a casa?
Inoltre, il Suo timore che un tecnico che viene a casa per un sopralluogo possa rovinare qualcosa è infondato.
Reagisce sempre così davanti ad un "incidente"?
Non Le è mai capitato di rompere accidentalmente qualcosa a casa? Come ha reagito?
Che cosa rappresenta per Lei questa casa nuova e l'arredamento nuovo?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Si mi è capitato di rovinare qualcosa e mi sono sentita terribilmente in colpa per non essere stata attenta o per ad esempio aver strofinato troppo una superficie (pensando di non essere stata all'altezza ecc ecc).
Casa nuova rappresenta la mia nuova famiglia e vorrei che sia sempre bella e perfetta ma non riesco a capire perché mi crei questa ansia.
Effettivamente tendo a non sentirmi mai adeguata sul lavoro, sul mio aspetto fisico, mi sento sempre in colpa per qualcosa, tendo a cercare rassicurazioni. Non so se tutto questo possa essere collegato.
[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 492 45
Il senso di colpa è un'emozione che nella problematiche ansiose è frequente e soprattutto non permette di vivere altre emozioni.
Ci si aspetterebbe, infatti, un certo entusiasmo per la sua nuova famiglia, per il nuovo inizio, per la nuova casa.
Invece, ci troviamo di fronte alle preoccupazioni e al senso di colpa, oltre al fatto che la vita non è perfetta, ragion per cui è anche impossibile che non ci siano problemi o che qualcosa non si rompa e non si rovini.
Io penso che una consulenza diretta con uno psicologo psicoterapeuta potrà aiutarLa a liberarsi di questi pesi, nel senso che, se Lei vuole una vita perfetta, è perfettamente ovvio sentirsi costantemente inadeguata e non all'altezza in ogni ambito della vita.
Non vivrebbe meglio se avesse delle aspettative più realistiche?

Buona giornata

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa