Sono dipendente dalla mia migliore amica

Salve, oggi vorrei parlare di un problema che purtroppo mi colpisce da anni, ma solo recentemente ho iniziato a rendermi conto della gravità della cosa.

Ho 18 e io e la mia migliore amica ci conosciamo da sempre, io sono legatissima a lei, forse anche troppo.
Esempio: se lei esce con atre sue amiche sono gelosa, se vedo che non risponde ai miei messaggi ci rimango male, quando in realtà non dovrei concentrarmi troppo su queste sciocchezze...
Inoltre lei è una persona un po’ tossica, e me ne sono resa conto recentemente, quando mi sono fidanzata: lei si è allontanata da me perché si è sentita messa da parte, secondo me sperava che io lasciassi il mio ragazzo (cosa che ovviamente non ho fatto e non farò di certo per lei)... questo perché tra le due lei è sempre stata quella che ha avuto molti ragazzi, io invece sono sempre stata quella single che era sempre pronta ad asciugare le sue lacrime quando veniva lasciata.
Cosa posso fare per prendere le distanze ma allo stesso tempo non rovinare l’amicizia?
Io ci tengo a lei, ma grazie al mio ragazzo ho capito che mi interessa davvero troppo ciò che lei pensa di me, ciò che fa ecc... ho bisogno di aiuto, vorrei riuscire ad essere più indipendente.

Un’ultima cosa: il mio ragazzo abita un po’ lontano da me, quindi quando ci vediamo passiamo alcuni giorni insieme, diversamente da come fanno le coppie della mia età che si vedono 2/3 volte a settimana.
Ho notato che nei giorni in cui sto con il mio ragazzo lei prende le distanze e quando non sono più con lui torna come prima... che vorrà dire?

Grazie in anticipo, cordiali saluti.
[#1]
Dr. Andrea Di Monte Psicologo, Psicoterapeuta 11
Gentile Utente,
per quanto riguarda la sua prima domanda: "Cosa posso fare per prendere le distanze ma allo stesso tempo non rovinare l’amicizia?" direi che la cosa migliore è intraprendere un percorso nel quale potrà esplorare le emozioni che sente e prendere maggiore visione riguardo le dinamiche che si sono formate tra lei e la sua amica. in questa maniera potrà ottenere un maggiore spazio di consapevolezza che le consenta di maneggiare al meglio la relazione, di modo da muoversi in maniera congruente e chiara, evitando fraintendimenti, rotture, chiusure o "alzate di tono". Per quanto riguarda la seconda domanda "Ho notato che nei giorni in cui sto con il mio ragazzo lei prende le distanze e quando non sono più con lui torna come prima... che vorrà dire?" mi viene da dire che la sua amica potrebbe avere dei timori di esclusione collegati all'intimità e "alleanza" che lei sta formando con il suo ragazzo, e si sente più a suo agio a tornare quando "il campo è sgombro".

Per il momento la saluto

Dott. Andrea Di Monte
cell. 333 9753983

Dr. Andrea Di Monte

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio