Trattasi d’ansia ?

Salve, cercherò di essere il più preciso e conciso possibile: circa il mese scorso, o forse inizio mese stesso, una sera, mentre cenavo, ho subito come un’attacco d’ansia, o di panico, in sostanza ho sentito come un brivido e, spaventandomi io facilmente, anche il battito cardiaco è andato ad aumentare... questo molto probabilmente dato il periodo che stiamo vivendo ormai da tanto tempo (non sono poi così forte mentalmente), e sicuramente la pandemia Covid, contando anche il fatto che sono risultato poi positivo a Novembre (leggeri sintomi fortunatamente) credo che tutto ciò stia influendo molto sul mio benessere psicofisico.


Nei giorni successivi avvertivo come una sensazione di fiato corto, o meglio, come se dovessi respirare più aria possibile, (credo anche questo per il fattore paura/ansia), anche se non nascondo che avevo un po’ di aria nello stomaco, tanto che parlando con il mio medico di famiglia mi ha somministrato delle pasticche al carbone così da eliminare quest’aria, e infatti va meglio.


Qualche giorno fa mi è ripreso circa la stessa situazione che ho descritto all’inizio, ma in maniera meno pesante, accentuata insomma.


Ogni tanto però ho come la sensazione di avvertire pulsazioni sul braccio sinistro, all’altezza del muscolo, tra gomito e spalla, (braccio sinistro che spesso, venendo collegato al cuore, mi fa allarmare, e avendo io molta paura in generale, che ve lo dico a fare). . .

Su internet chiaramente tutto ciò riporta a situazione piuttosto pesanti o gravi, quindi ho pensato di scrivere qui per chiedere un vostro parere...

Puntualmente quando ho la mente meno occupata, quindi stando rilassato, mi prende di più come cosa... come se avendo la mente occupata e non pensandoci appunto non ho questi scompensi, forse a prova del fatto che si tratta d’ansia.


O forse sono strascichi del Covid, ho fatto tra l’altro un rx al torace e fortunatamente tutto ok.


Vi ringrazio per la vostra gentile risposta.
[#1]
Dr. Daniele Rondanini Psicologo, Psicoterapeuta 110 4 4
Dal suo puntuale racconto tutto fa pensare che si tratti proprio di ansia, un sintomo che ha varie manifestazioni, comprese quelle che lei descrive. Un sintomo appunto, o una serie di sintomi, comunque segnali di un disagio più profondo che non è possibile riconoscere con questo consulto. Se tali episodi si ripresentano e il malessere e le paure recano ancora disagio può ricorrere a un consulto con uno psicoterapeuta.

Dr. DANIELE RONDANINI- Dirig. Psicologo ASL RM 2- Psicoterapeuta - Psicoanalista Junghiano Didatta e Supervisore- Docente - CIPA Roma
3384703937

[#2]
Utente
Utente
Gentile Dottore, la ringrazio per la tempestiva risposta..
Effettivamente, come ha ben potuto leggere, sono il primo ad esserne consapevole, ma sa.. da fifone subito penso a tutt’altre cose.. oggi ho avuto più controllo su me stesso, e tutto è andato molto meglio.

La ringrazio per la sua tempestività e per la sua professionalità.

Franco
Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto