Matrimonio

Buongiorno.
Vi scrivo perche non so cosa fare.
Prima del matrimonio con mio marito le cose andavano bene, ci divertivamo, ci piaceva stare insieme, facevamo spesso l'amore, lui mi cercava costantemente, certo, litigavamo alle volte anche in modo molto acceso, avendo caratteri simili, ma questo per noi non è mai stato più di tanto un problema.
Quando ci siano sposati pero è cambiato tutto, abbiamo passato momenti molto delicati, difficili e stressanti che hanno inevitabilmente minato il nostro rapporto.
E la cosa su cui ha piu gravato è il sesso.
Mi curo, sono una ragazza di bell'aspetto, eppure il suo interesse nei miei confronti è scemato moltissimo, ho spesso preso io l'iniziativa, e quasi tutte le volte sono stata rifiutata, o per la stanchezza o per qualche altra scusa.
Gliene ho parlato tante volte ma ogni volta mi dice che a lui piace avere rapporti con me ma non è una cosa a cui pensa, è come se dovesse ricordarsi di farlo! Io non so cosa fare.
Mi sembra di aver sopportato cosi tanto, tutto questo ha minato seriamente la mia autostima.
Mi sento brutta, insignificante, sbagliata... potevo capire nei momenti di grandi stress che il sesso passasse in secondo piano, ma lui soffre enormememte di ansia, qualunque difficoltà, anche piccola, lo manda in tilt e questo gli impedisce di vivere un rapporto di coppia in modo sano.
In momenti di stress si chiude in se stesso, passando praticamente tutto il tempo libero a guardare film e video su youtube, e se io ci provo mi dice che è stanco!! ! Abbiamo rapporti solo quando TUTTO va a gonfie vele, potrete immaginare che questo significa praticamente mai! Ormai io non oso piu fare la prima mossa perche essere costantemente rifiutata mi fa sentire umiliata e patetica.
Ammetto di averlo anche assillato per questo, ora sto cercando di lavorare su me stessa, cercando di rispettare il suo carattere, il suo bisogno di spazio, cercando di trovare appagamento in altro, ma non posso negare che questo per me è un problema! Mi pesa moltissimo, penso costantemente al sesso, ai miei rapporti del passato, sogno di avere rapporti con lui.
Cosa posso fare, visto che per lui andare da uno specialista è inutile?
Non ce la faccio più.
Anche perchè anch'io vivo le stesse situazioni stressanti e per me avere rapporti è anche un modo per sfogare lo stress, certo il nostro legame cresce anche quando guardiamo semplicemente un film insieme, andiamo a fare le nostre escursioni però non mi basta!
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

dalla Sua e-mail mancano due dati quantitativi importanti:
- da quanto tempo siete sposati?
- ogni quanto Lei desidererebbe avere rapporti sessuali?

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Siamo sposati da 5 anni, abbiamo un figlio di 4 e quindi non mi aspetto chissà quali ritmi. Anche perché siamo entrambi stanchi a fine giornata. Mi sono accorta che quando abbiamo rapporti poi anche io non ci penso più per credo almeno 3 settimane, poi inizio a pensarci, fino a quando non diventa quasi un ossessione. Forse la cosa che più mi pesa è che abbiamo modi diversi di gestire lo stress, lui tende ad isolarsi mentre a me piacerebbe trovare sollievo nella nostra relazione, tra cui questo aspetto.
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

quando i ritmi del desiderio e/o dei comportamenti sessuali della coppia non coincidono, ci si chiede quale sia il range all'interno del quale i due si collocano:

forse uno vorrebbe tre volte al dì
e l'altro una volta al mese?

Lei accenna a "tre settimane", periodo di tempo piuttosto abbondante a trent'anni di età ...
Allego il report di una ricerca che aveva l'obiettivo di capire quale sia il ritmo della sessualità auspicabile per una coppia;
con l'esito che leggerà:
https://www.medicitalia.it/news/psicologia/6165-sesso-volta-settimana-ok.html .

Se Suo marito è così refrattario alla sessualità, sicuramente una causa c'è.
- O cause individuali (stress),
- ma anche cause relazionali ("..minato il nostro rapporto..", dice Lei),
- o timori di malfunzionamento (in questo caso è opportuna la visita urologica),
- o il perfezionismo ("..solo quando Tutto va a gonfie vele.."), senza sapere che "Il perfezionismo a letto è disastroso":
( https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/6456-il-perfezionismo-a-letto-e-disastroso.html ),
- o altro,
come potrà approfondire qui, magari leggendo assieme a lui:
https://www.medicitalia.it/news/psicologia/4909-desiderio-sessuale-maschile-assente-o-scarso-perche.html .

Considerato che è dal matrimonio che siete in difficoltà,
cioè quattro anni credo di capire,
è giunto ormai il momento di prendere in mano seriamente la situazione, rivolgendovi in coppia ad uno/a Psicologa che sia anche Psicoterapeuta, meglio se perfezionata in Sessuologia clinica (ad es. in Albo FISSonline).

Il tempo che passa senza aiuto non Vi aiuta,
si scivola sempre più giù.

Se Le occorre qualche ulteriore approfondimento,
dopo aver letto i linkati si faccia nuovamente viva qui,
ci siamo.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio