Utente 115XXX
Salve,
Circa un mese fa ho cominciato a sentire un dolore alla mano sinistra, posizionato verso la base del pollice, ma si estendeva un po' in tutta la mano a seconda dei movimenti che facevo (uso computer, nuoto, chitarra). Così ho smesso di suonare la chitarra credendo che dipendesse da quello. Il dolore continuava e così ho smesso anche di praticare nuoto (credendo di posizionare male la mano durante la bracciata). Come prima, il dolore continua e anzi da circa 10 giorni è comparso anche alla mano destra, un vero incubo per me che sono chitarrista, nuotatore e uno che ha tanta voglia di fare... La guida in auto è diventata anch'essa un incubo, sono costretto a mettere dei guanti imbottiti e nonostante ciò avverto comunque il dolore. In tutto questo periodo ho messo una pomata (Feldene), che non è che abbia aiutato moltissimo. Quest'ultima settimana ho dovuto prendere (per altri problemi, infiammazione alle ginocchia) 2 volte al giorno OKI, nella speranza di sfiammare anche un po' le mani. Niente da fare, rimane il dolore...
Vi prego ditemi qualcosa... cosa può essere?! Dolori reumatici? Se così fosse, si curano? L'idea di non poter suonare, nuotare ecc. mi deprime alquanto...

Cari saluti...

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Dalla sola descrizione dei disturbi non è possibile sospettare una diagnosi. I dolori possono derivare da una artrosi alla base del pollice (che però è difficile alla Sua età) oppure da una tendinite degli estensori del pollice, oppure essere espressione delle prime avvisaglie di una malattia reumatica. Le consiglio di cominciare a escludere le patologie più facili, quelle ortopediche, con una visita specialistica presso un chirurgo della mano: a Roma non avrà che l'imbarazzo della scelta. Fra le altre strutture le segnalo il Gemelli http://www.policlinicogemelli.it/rep/?o=r&id_reparto=466 , e
l'UO di Chirurgia della Mano presso la UO di Chirurgia Plastica dell'Ospedale Pertini.
Ci tenga informati sugli esiti della visita
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2] dopo  
Utente 115XXX

La ringrazio per la risposta innanzitutto.
Il mio medico di famiglia mi aveva prescritto una visita reumatologica, che ho fatto qualche giorno fa. Il reumatologo ha detto che è quasi sicuro che si tratti di tendinite, ma c'è una remota possibilità che si tratti di principio di tunnel carpale. Mi ha prescritto quindi un esame elettromiografico agli arti superiori per escludere questa possibilità. Mi ha prescritto comunque un bel riposo, lontano da mouse, tastiere, chitarre ecc. dato che è molto convinto che si tratti di tendinite. Appena farò l'esame vi aggiornerò sull'esito...

Saluti

[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
In genere i disturbi della sindrome del tunnel carpale sono diversi (comincia con formicolìo), e per questo non l'avevo considerata. Comunque qui può leggere un articolo in proposito: https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=34575
Sarei anch'io più propenso per la tendinite, come Le avevo accennato: in questo articolo viene descritto il M. di De Quervain: https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=44154
Tenga presente il consiglio di consultare un Chirurgo della Mano
Ci tenga aggiornati
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#4] dopo  
Utente 115XXX

Salve,
stamane ho effettuato l'esame elettromiografico che ha escluso del tutto problemi di tunnel carpale. C'è da dire che ultimamente il dolore non si manifesta più alla base del pollice come avveniva in modo forte lo scorso mese, ma si accentua spesso nella parte superiore della mano (su entrambe le mani, quando ad esempio uso mouse e tastiera) in corrispondeza delle dita che uso. Detto ciò il reumatologo, escludendo quindi il tunnel carpale, opterebbe quindi per la tendinite... che però dura oramai da quasi 2 mesi...
Che legame c'è invece tra queste problematiche e la cervicale?
Cosa pensate di tutto questo?

[#5] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Un legame tra rachide cervicale e dolore alle mani c'è se il dolore è di tipo nevralgico e deriva dalle radici del rachide cervicale. Se si tratta di tendinite non c'è un rapporto stretto, ma l'infiammazione può essere alla base sia della tendinite sia della cervicalgia
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#6] dopo  
Utente 115XXX

Salve,
alla fine mi è stato consigliato di fare delle analisi del sangue... riporto i risultati:

---------------------------------------
Globuli bianchi 5.41 (4.8-10.8)
Globuli rossi 4.90 (4.7-6.1)
Emoglobina 14.7 (14-18)
Ematocrito 42.8 (42-52)
Mcv 87.4 (80-97)
Mch 30.1 (27-31)
Mchc 34.4 (33-37)
Piastrine 225 (130-400)
Neutrofili 51 (40-74)
Linfociti 38 (19-48)
Monociti 8 (3-9)
Eosinofili 2 (0-7)
Basofili 1 (0-1.5)

VES 3 (2-15)
TAS 77.3 (0-116)
PCR 0.157 (0-0.8)
REUMA TEST <20 (0-20)
Reaz.Waaler Rose negativa
---------------------------------------

Cosa ne pensate? E' abbastanza per escludere problemi reumatici?

Grazie in anticipo,
Marco

[#7] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gli esami che ha riportato sono tutti nella norma. E' necessario che li mostri al reumatologo.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#8] dopo  
Utente 115XXX

Grazie innanzitutto per la disponibilità mostrata finora!
Avevo qualche domanda da porle. Considerando che l'elettromiografia ha escluso sindrome da tunnel carpale, e le analisi del sangue i problemi di tipo reumatico, lei giungerebbe a conclusione che si tratti di tendinite? Ci sono alternative altrimenti?
Leggevo l'articolo del "M. di De Quervain" ma sembra non riguardare il mio caso. In caso si tratti effettivamente di tendinite, cosa potrei fare per le mie mani? Attualmente sto usando una pomata da circa 10gg (Voltaren Emulgel), con qualche piccolo miglioramento, ma al minimo sforzo le mani ritornano quasi alla condizione iniziale. E' stressante tutto questo, ma nel caso dovessi stare fermo totalmente con gli arti, lei consiglierebbe un tutore? Se si, di che tipo? So che ce ne sono di diversi tipi.

La saluto e Le auguro una buona giornata.

[#9] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non è possibile giungere a conclusioni diagnostiche senza averLa visitata, e quindi nemmeno proporre tutori, creme e terapie in genere.
Ne deve parlare con lo specialista.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#10] dopo  
Utente 115XXX

Salve Dr.Donati,
ultimamente il reumatologo, guardando le analisi, ha escluso la tendinite e quindi infiammazioni dei tendini. Lui parla di tendinopatia, che a quanto ho capito, sembra un termine molto generico. Allo stato attuale, i dolori rimangono ormai da 3 mesi e sembra non ci sia una via d'uscita. Mi è stato consigliato di fare delle terapie: ionoforesi, laser, tens. Cose comunque molto costose e che a detta del reumatologo, alleviano il dolore. "Riducono il dolore certo, se poi riusciamo a eliminarlo del tutto, tanto di guadagnato". Lei cosa pensa? Non voglio essere assillante nelle mie richieste, ma sono sicuro che capisce il mio stato... Esiste un esame + diretto per capire cosa effettivamente ho, per poi trovarne la cura giusta? Il riposo non sembra giovare neanche + di tanto!

Saluti

[#11] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Nella mia risposta del 9 settembre ho scritto: "Le consiglio di cominciare a escludere le patologie più facili, quelle ortopediche, con una visita specialistica presso un chirurgo della mano"
Penso ancora che quella fosse la strada da seguire.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it