Utente 278XXX
A causa di forti dolori alla schiena, il mio compagno (42 anni) si è recato da uno specialista che gli ha prescritto rx rachide lombo-sacrale e sincondrosi sacro-iliache e vari esami del sangue, tra i quali ves, proteina c-reattiva e HLA B27. Da piccolo ha avuto i reumatismi nel sangue, nonché una seria scoliosi per la quale ha portato il busto (rivelatosi poi deleterio in quanto sbagliato!).
L’esito dei rx è il seguente: “Presenza di sindesmofiti con formazione di ponte intersomatico tra I e II L., anteriormente e in corrispondenza dell’apice anteriore-superiore del corpo della V L. Riduzione di altezza dello spazio intersomatico compreso tra V L. e I S. Immagine scodelliforme, a limiti netti, in corrispondenza della limitante somatica inferiore del corpo della V L. da ernia intraspongiosa di Schmorl. Bilateralmente le interlinee articolari appaiono ristrette e in alcuni tratti non sono riconoscibili con conseguente stretta apposizione delle superfici articolari per anchilosi.
In attesa di avere gli esiti degli esami del sangue, si è recato dallo specialista il quale ha detto che all’80% si tratta di una spondilite anchilosante”.
Ho cercato di sapere di più su tale patologia facendo varie ricerche su Internet e ho appreso che si tratta di una malattia piuttosto seria (sebbene pare abbia un’evoluzione differente da soggetto a soggetto).
Dall’esito dei rx, anche a Lei pare si tratti di spondilite anchilosante? La ringrazio per l’attenzione. Gabriella.

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Post ripetitivo.
Già risposto alla signoara di Cosenza nel post inviato il 27/02
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente 278XXX

Oggi abbiamo avuto l'esito degli esami: VES 25 (valori normali 0 - 10); PCR 28 (val. norm 0 - 5); HLA B27 positivo. E' inutile dirLe che soprattutto quest'ultimo risultato mi preoccupa, e non poco, considerato che è frequentissimo nei pazienti ammalati di spondilite anchilosante. Secondo Lei, questi valori confermano la diagnosi dello specialista (S. A.) o comunque è importante sottoporsi anche agli altri esami dei quali mi aveva parlato precedentemente? La ringrazio. Gabriella.

[#3] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Gentile sig.ra Gabriella è importante fare tutti gli esami necessari.
E' importantissimo l'esame clinico-funzionale della colonna vertebrale, e dell'apparato locomotore in toto. Esegua approfonditi consulti ortopedici e reumatologici e esegua FKT e terapia farmacologica.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedico-Traumatologo// Fisiatra
Messina
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -