Utente 319XXX
Salve, sono una ragazza di 29 anni e ho da diversi mesi un forte dolore al nervo sciatico (gamba sinistra) che si irradia fino al ginocchio. Avendo io già fatto all'età di 16 anni un intervento di laminectomia per 2 ernie discali, ho eseguito una RM e si è evidenziata una recidiva in sede L4-L5 ed una in sede L5-S1. Negli ultimi 3 mesi però il dolore si è modificato: quello al nervo sciatico sinistro è rimasto inalterato (sempre fino al ginocchio), ma nel frattempo sono comparsi un forte dolore al bacino (mai avuto in precedenza), dolore al nervo sciatico della gamba destra e soprattutto forte dolore al coccige. Ho inoltre un irrigidimento della colonna e forte dolore alla defecazione, come se ci fosse qualcosa che premesse sul colon. Il dolore aumenta di giorno in giorno,e stranamente diminuisce soltanto quando cammino (a differenza di quanto accadeva 13 anni fa, prima dell'intervento, in cui l'unico modo per diminuire il dolore era stare sdraiata).
Ho eseguito una lasta al bacino ed al coccige, con il seguente referto:
"Si rileva evidente condizione di anteversione degli ultimi tre metameri coccigei. Rime articolari coxo-femorali conservate. Sclerosi dei versanti ossei delle articolazioni sacro-iliache".
Al momento del ritiro della lastra, il medico mi ha chiesto se in famiglia ci fossero casi di spondilite anchilosante, e mi ha comunque consigliato una visita reumatologica.
Considerando che ho una immunodeficienza primitiva (non produco IgA e le IgG mi vengono iniettate endovena in ospedale ogni 3 settimane), fibromialgia, tidoidite di Hashimoto con ipotiroidismo (assumo eutirox 125 al mattino), piedi piatti, allergia all'uovo, e che sono in cura per diarrea costante con 4 cp al giorno di Pentacol 800, potrei avere una spondilite anchilosante?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Leggendo quando riferito ritengo opportuno un approfondimento specialistico gastroenterologico in merito alla diarrea. Alcune forme di spondiloartriti sono dette enterocorrelate in quanto associate a condizioni di infiammazione intestinale cronica. Il loro corretto inquadramento diagnostico è molto importante perchè oggi sono disponibili trattamenti molto efficaci. Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 319XXX

Salve dottore, grazie per la risposta. Nel frattempo ho eseguito una RM del tratto lombo sacrale (che evidenzia sempre le 2 ernie) ed una RM del bacino con il seguente referto:
"Non si documentano alterazioni di segnale diffuse o focali dei segmenti scheletrici in esame.
Minima perdita del segnale in fat - sat delle ali iliache in corrispondenza delle sincondrosi con regolare profilo.
Normale rappresentazione dei rapporti articolari in sede coxo-femorale.
Non sono evidenti asimmetrie articolari o versamenti reattivi endoarticolari."

Cosa ne pensa?
Grazie

[#3] dopo  
Utente 319XXX

Salve, ho effettuato nel frattempo la tipizzazione HLA locus B con seguente referto:

HLA A : 1 - 26
HLA B : 44 - 60
HLA CW: 3 - 5

Attendo una sua risposta, cordiali saluti

[#4] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Confermo il suggerimento di una visita gastroenterologica e reumatologica. Saluti
Mauro Granata