Utente 255XXX
Gentilissimi dottori, ho 56 anni e da qualche mese soffro di dolori dorsali soprattutto quando mi distento per riposare sia sul divano che a letto. al momento di alzarmi faccio fatica a riprendere la postura all'impiedi per inizziare a camminare.
Mi sono rivolto prima al Fisiatra, che mi aveva prescritto delle lastre alla colonna e nel mentre mi prescriveva n.10 cicli di fisioterapia. I risultati della lastra riscontravano il seguente: La colonna cervicale appare rettilineizzata per perdita della fisiologica lordosi. Produzioni osteofitarie marginali sui corpi e i suoi processi uncinati della C4,C5,C6,C7 in relazione a segni di spondilosi ed unco-artrosi.
Nei limiti della norma l'ampiezza degli spazi intersomatici.
Esame Radiologico della Colonna Dorsale in A.P.+ L.L. con tecnica digitale:
Si rileva una condizione di osteoporosi. Accentuazione della Cifosi Dorsale. Sono presenti diffusi segni di spondilosi con becchi osteofitari somatici marginali formati, in alcuni punti, ponti ossei. Parziale calcificazione discale tra D10-D11
Successivamente mi sono recato da un specialista Reumatologo, che consigliava di fare una RM Sacroiliade e un accertamento HLA B27. la RM è risultata negativa senza evidenziare alcuna alterazione, mentre l'HLA B27 risultava positivo, cosa mi consigliate di fare?

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
la positività del B27 non ha significato se non è presente un quadro suggestivo di spondilite. La RM delle sacroiliache rappresenta un dato oggettivo di importanza maggiore, che deve essere rivalutato anche direttamente dal clinico.
Pertanto non deve fare altro che portare i risultati al collega reumatologo, il quale porrà la sua diagnosi in base a tutti gli elementi.
Saluti,