Utente 835XXX
Salve, sono una ragazza di 22 anni, a dicembre 2009 ho avuto l'influenza con 37.5 di febbre. Continuando poi a provarla, mi sono accorta che la febbricola continua a persistere (non dando sintomi). Così, sono andata dal medico e mi ha fatto fare le analisi dell' ebv, tas, ves, emocromo, tsh, pcr. I valori sono risultati tutti nella norma tranne il TAS che è arrivato a 500.
Ho fatto un tampone faringeo risultato positivo allo streptococco pyogenes e dall'antibiogramma è risultato sensibile a tutti gli antibiotici.
Il medico mi ha prescritto Augmentin 3 volte al giorno per 14 giorno. Oggi sono al quarto giorno ma la febbre oscilla ancora tra 37.2/37.6
Non avverto nessun sintomo a parte qualche brivido ogni tanto. Aggiungo anche che ho un prolasso mitralico con lieve insufficienza. Non vorrei che la febbre sia dovuta al cuore.

Con 4 giorni di antibiotico è normale che la febbre sia ancora presente?
Ho paura che dopo l'antibiotico la febbricola non sia ancora passata. Voi a cosa credete sia dovuto? Nel senso, è normale che questo germe manifesti febbricola?

Grazie mille.
Attendo in ansia un vostro parere

[#1] dopo  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

spero che la sua febbricola sia ormai scomparsa.

Se così non fosse,

il mio consiglio è quella di tenere monitorata la sua temperatura corporea per un periodo di 3/4 settimane,

misurandola al mattino ed alla sera tutti i giorni annotando la rilevazione su un foglio.

Se vedesse dei valori al di sopra dei 37°C, può confrontarsi con il suo medico di base e valutare se necessita di eventuali approfondimenti diagnostici.

Tenga presente che normalmente sono presenti soggetti che vivono tranquillamente con una temperatura corporea superiore ai 37°C o vicina ai 35°C,

senza causa nota e senza lamentare disturbi.

Cordialità
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#2] dopo  
Utente 835XXX

La ringrazio per la sua risposta. La febbricola è calata ma non scomparsa. Adesso al massimo arrivo a 37.1, solitamente verso tardo pomeriggio/sera.
Positivamente, sono scomparsi i brividi che avvertivo spesso!
In settimana andrò a fare altri esami del sangue e la transesofagea per il cuore (consigliata dal mio medico che pensa la febbricola sia dovuta a una pericardite).
Lei che ne pensa? Sono un po' preoccupata

[#3] dopo  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Credo sia giusto e corretto effettuare gli approfondimenti diagnostici consigliati e valutarne i risultati.

In caso di necessità teraputiche, i farmaci attuali sono in grado di dare il miglior effetto terapeutico.

E' normale essere preoccupati se non si sà cosa si ha,

lo sarei anch'io,

l'essenziale è non esagerare con la "preoccupazione" sapendo che comunque sia, in caso di necessità,

c'è il rimedio.

In bocca al lupo!
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#4] dopo  
Utente 835XXX

Grazie mille dottore, è stato gentilissimo e comprensivo. Domani vado dal medico di base e farò maggiori approfondimenti.

Saluti