Utente 161XXX
gentili dottori sono una donna di 29 anni e accuso ormai da anni forti dolori articolari diffusi.,brividi di freddo perenni febbricola .,linfonodi ascellari.,inguinali infiammati ma dall'eco reattivi e subcentimetrici sono stata anche da ematologi ., ed eritema tipo scottatura su guance e zigomi .,secchezza occhi .,labbra .sono stata da un reumatologo che clinicamente ha riscontrato morbo di raynauld alle mani .,livedo reticulares sospettando una forma di connettivite!e mi ha dato i seguenti esami del sangue in cui risultati alterati ANA FINI GRANULI 1.80<1.40.,VES 47 <15.,COMPLEMENTO C3 180<150.,C4 NELLA NORMA.,PCr o,9<0,9.,LINFOCITI 23 VAL.25.50.,ENA NEGATIVI.,ANTI DNA NEGATIVI.a suo parere può trattarsi di una qualche forma reumatica?grazie

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
gli ANA sono leggermente alti, limite 1.80 nei casi dubbi, ma il solo elemento non ci dice nulla, essendo gli ANA, debolmente positivi o dubbi, anche in corso di alcune malattie virali, ad esempio.Anche il complemento ( C4 nella norma,C3 di poco aumentato), non indica niente di preciso ( di solito, il complemento tende con il tempo a diminuire nelle malattie di tipo autoimmune ,da "consumo")Il fenomeno di Raynaud, diverso dalla "malattia", è appunto un epifenomeno che và interpretato ,seguito: pletismopgrafia, ecocolordoppler con prove di "stimolazione" ecc.I dati da lei forniti, non sono completi: tipizzazione delle sottopopolazioni linfocitarie,ab-antititeroglobulina ed antiperossidasi,ANCA,crioglobulinemia, ecc ecc. Solo con il completamento delle indagini, un attento esame clinico-anamnestico, possiamo orientarci più dettagliatamente.L'eritema sulle guance, potrebbe farci orientare verso un tipo di malattia di tipo autoimune, così la secchezza ( da valutare oggettivamente, anche con eventuali biopsie e ricerca di autoanticorpi). Le malattie di tipo autoimmune hanno diversa espressività, talvolta polimorfa e negli stadi "iniziali", vi possono essere dei valori di poco al di sopra della norma o non specifici per una determinata patologia. La clinica aiuta molto, ma non basta.Occorrono altre indagini più approfondite.
Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it