Utente 106XXX
Salve , mi rivolgo a voi per un ennesimo consulto. Da circa una settimana , mi è apparso poco sopra la caviglia destra una specie di bozzo , gonfio tutt'intorno , rosso sopratutto al centro e dolente al tatto. Dopo circa una settimana da questo me ne sta uscendo un altro proprio dietro il polpaccio , ma non cosi grande molto piu' ridotto , si puo' definire come un morso di zanzara ben fatto.Anche l'altro se vogliamo sembra una gran bella puntura di insetto!!! Ora lo stesso "nodulo" se questo è , mi è uscito circa un anno e mezzo anche ,anche due anno fa , sempre bello grosso gonfio e doloroso , tanto da lasciarvi una volta riassorbito una lieve chiazza rossa , sempre alla stessa gamba ,sempre sul polpaccio,ma non nello stesso punto di questi ultimi due. L'unica cosa che ricordo è che all'epoca ho avuto un forte dolore alla gamba , come fosse una vena che facesse molto male. Recatami dal medico , mi diede la' per la' una pomata dermatologica , e poi mi parlo' di questo eritema nodoso. Comunque in quel caso risolsi perche' ,anche se con circa 8 settimane almeno , tutto scompari'. In quest'ultimo caso invece , ho accusato la sera prima di svegliarmi col gonfiore , come una sensazione di scottature alla gamba ,di forte calore bruciore proprio nel punto dove è uscito il bozzo, e soffrendo comunque di sciatalgia pensai che fosse il nervo che sfiammava. L'unica cosa che posso dirvi e' che ho notato ,che ho spesso la gamba stanca come se soffrissi molto con le vene.premesso che mi rechero' dal medico che mi ha detto che dovremo fare una serie di analisi , anche reumatologiche (che tra l'altro gia' ho fatto circa 2 anni fa con siti tutti negativi) ,volevo chiedervi se eventualmente si puo' definire cio' anche come vasculite e se potete informarmi sulle analisi totali e sulle cure che si possono fare.Al momento mi è stato detto di rivolgermi anche a dermatologo , angiologo e reumatologo .

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
L'impostazione data dal suo medico di famiglia mi sembra corretta. L'eritema nodoso può essere un sintomo nel contesto di malattie infettive, reumatiche ed ematologiche. Talvolta può essere anche una manifestazione iatrogena comparendo dopo l'assunzione di alcuni farmaci. Direi quindi corretta l'idea del collega di farle fare alcuni esami di approfondimento e successivamente avviarla alle visite specialistiche. Cordiali saluti
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 106XXX

Salve mi sono recata dal medico , è Eritema nodoso. Mi è stato prescritto azitrocin per 3 sere e poi da ripetere dopo una settima ,in piu' una crema locale cortisonica locoidon da applicare per 10 giorni. NOn è un po' troppo l'antibiotico???Al di fuori di cio' , come vi ho gia' detto io ho tutte una serie di analisi , anche gia' fatte, dall'emocromo agli esami reumatologici (pcr,ves,tas, reuma test, wall rose test e altri due che non ricordo).queste sono state effettuate circa un anno e mezzo fa tutte negative.L'ultimo emocromo risale a circa sei mesi fa anche qui nulla. L'unica cosa che mi ha riscontrato il medico è una forte infiammazione dei turbinanti e la gola arrossata.Questa infiammazione del naso la ho da circa un anno e non riesco a risolverla ,e poi mi ha detto che i dolori che ho sul petto a volte, tipo fitte sono legate alla trechea. Premetto che il medico di famiglia al momento non ha parlato di esami da fare nell'immediato,perche' per lui gli esami reumatici fatti un anno e mezzo fa sono validi. Comunque in tutto cio' , ho telefonato a un medico di mia conoscenza all'ospedale della mia' citta' , che mi ha detto che la cura è esatta , ma che di solito è legato a problemi reumatologici o allergici anche, piuttosto che a problemi infettivi del naso . Gli ho chiesto se poteva essere legato ad animali domestici gatto , lo ha diciamo escluso. Mi ha detto di richiamarlo per potermi dare indicazioni su che tipologie di esami fare, anche piuttosto accurate in modo da cercar di definire cosa potrebbe aver fatto scaturire questa infiammazione. A cio' aggiungo che io mi sento piuttosto stanca ultimamente , che ho avuto circa due settimane prima dell'apparire dell'eritema nodoso l'influenza , e che spesso ho dolori muscolari, cioe' praticamente mi sento stanca piu' di quanto dovrei essere. Ora mi domando se questi esami fatti in passato sono tutti negativi , considerando anche il fatto che una forma di eritema nodoso gia' lo ho avuta ,come gia vi ho scritto ...... cosa è possibile fare ripetere tutti gli esami...un'eventuale day hospital?? O si potrebbe sospettare una malattia autoimmune che sta pian piano venendo fuori???Grazie dei vostri pareri e se avete altri consigli sono lieta di ascoltarli.Saluti.

[#3] dopo  
Utente 106XXX

Salve sono passati tre settimane dalla cura con l'antibiotico e la crema locoidon , i due noduli sono un po' rientrati , cioe' non sono piu' cosi gonfi e hanno un aspetto piu' violaceo che rosso, ma lòa domensione è rimasta tale. Mi fanno ancora male pero' , e sono duri al tatto . Quanto tempo devo ancora aspettare perche' se ne vadino , ammettendo che se ne vanno , e in piu' mi è stato detto di fare , a distanza di 15 giorni dopo l'ultimo antibiotico , le analisi del sangue , le analisi reumatiche e le Ige per vedere se sono legati a causa allergiche. Adesso sono in attesa di fare questi esami.Visto che leggendo su internet , ho notato che l'eritema nodoso puo' essere legato a varie sintomatologie ,tramite le analisi che sto per fare si potrebbe poi' riscontrare qualcosa che porterebbe a altre malattie e/o infiammazioni . o potete consigliarmi qualche altra analisi possibile. L'unico cosa che posso dire è che ho sempre e solo gola infiammata , muco dai turbinanti infiammati ....in ultimo,mi sono usciti ,(credo) in seguito a un'influenza di tipo gastrointestinale , ho avuto dolori addominali , diarrea e nausea dopo qualche giorno ho avuto decimi di febbre , e questo forte dolore alle gambe , debolezza, che avevo collegato all'influenza. Cioe' puo' essere stato un esordio di tipo virale , anche se come ho gia' spiegato due anni fa me ne usci' un'altro sempre alla stessa gamba che è andato via da solo ,senza nessuna cura pensando che tutto fosse tranne eritema nodoso?? grazie ancora se potete indicarmi altre soluzioni. Cordiali Saluti.

[#4] dopo  
Utente 106XXX

Salve dottore , le riscrivo dopo tempo . Ho eseguito tutte le analisi ,dalle analisi reumatologiche( ves , tas, pcr, fattore reumatoide) allergiche Ige ,Igm, Igg, emocromo , quadro siero proteico, glicemia , uricemia, got gpt , creatinina,tampone nasale e tonsillare.Praticamente l'unica cosa che mi risulta un minimo alta è la ves alla seconda ora pari a 22 (il max è 20) , e alla prima ora pari a 9 il max è 12.Il tampone nasale riscontra solo muco trasparente ma senza carica micotica o batterica il che non spiega perche' ho sempre questi accumuli di muco che mi gonfiano anche gli occhi. A questo punto avrei una domanda....Potrebbe essere questo problema di noduli collegato a patologie intestinali??? Ho spesso la febbricola anche oggi 37.2 , e spesso accuso stanchezza come gia' menzionato. In piu' in seguito a una RM del bacino muscolo scheletrica ,fatta in seguito a un dolore inguinale persistente (che è stato diagnostico come pubalgia gia' da un anno e piu') non risulta niente a livello muscolare e tendineo, ma risulta molto liquido nel douglas , che a detta della radiologa puo' essere un versamento dovuto a infiammazione intestinale dell'appendicite. Le chiedo questo perche' ho letto che l'insorgenza dei noduli possono essere legati anche a patologie intestinali protratte nel tempo.Non vorrei che essendo un soggetto dal colon irritabile e colite spastica e avendo spesso dolori nella zona destra dell'addome e nell'inguine , che mi porta bruciore e dolore interni come spasmi e al pube (percio' si parlava di pubalgia) non fossero correlate le cose. Mi è stato consigliato proprio per la presenza di questo liquido , di questa febbricola che insiste,un controllo dal chirurgo per esaminare l'addome. anche se so che di solito i noduli sono legati a reumatismi. Ma stando alle analisi io non ho patologie reumatiche. Tra l'altro ho eseguito anche ecografia che non evidenziano ernia inguinali.sinceramente non so piu' che devo fare.La ringrazio ancora buona giornata.