Utente 344XXX
Buongiorno,
circa un anno fa ho avuto tre episodi ravvicinati di eritema nodoso. Sono stati episodi parecchio "violenti". La prima volta che mi è successo sono andata al pronto soccorso e a mala pena riuscivo a camminare dal gonfiore. Mi hanno subito fatto delle analisi del sangue da cui è risultato il titolo antistreptolisinico molto alto. Da li mi sono mossa per tutti gli accertamenti del caso che sono risultati tutti negativi. Niente infezioni, niente sarcoidosi, niente streptococco..I gonfiori che mi vengono mi colpiscono esclusivamente alle gambe e purtroppo, ciò che per me è più frustrante, è che mi spariscono completamente nel giro di poche ore lasciando un livido. Per me è anche difficile farmi visitare da un reumatologo (visita effettuata ma con scarsi risultati e non certo per colpa del medico, il quale mi ha rivoltata come un calzino) perchè non riesco a farmi vedere quando mi si presenta il problema. Sono andata al pronto soccorso anche le volte successive ma non ho trovato medici disponibili a visitarmi seriamente (mi liquidavano con del cortisone che non mi portava giovamento). Sono andata anche da un'allergologa per un consulto, le ho fatto vedere delle foto dello sfogo e ha escluso fosse allergia. A seguito di questi primi episodi ho fatto una cura antibotica con tachipirina . Dopo l'estate non mi è più successo e il mio medico giusto per controllare mi ha rifatto fare delle analisi del sangue da cui il titolo antistreptolisinico risultava sempre alto. A seguito di ciò ho fatto una cura con due scatole di azitromicina. Dopo qualche settimana dalla fine della cura mi si è ripresentato il problema, dopo almeno sei mesi che non succedeva.
Ovviamente, raccontando ciò, non pretendo una diagnosi, ma solo un consiglio su come comportarmi. Ora sto ripetendo tutte le analisi del sangue e il mio medico mi ha riconsiglato una visita dal reumatologo. Sembra un circolo vizioso da cui non si riesce ad uscire. Ringrazio anticipatamente a chi mi vorrà portare un consulto.
Grazie

Valeria

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
I noduli, dovuti all'infiltrato flogistico nei tessuti sottocutanei, caratteristici dell'eritema nodoso possono manifestarsi nel corso di numerose malattie di natura infettiva o immunomediata. Inoltre gli stessi noduli si possono riscontrare in corso di reazioni a farmaci o talvolta addirittura in pazienti sani che non presentano alcun problema di salute. Perciò, specie se il fenomeno tende a recidivare, è molto importante una valutazione (nel suo caso rivalutazione) specialistica per essere sicuri di non misconoscere alcuna diagnosi. Cordiali saluti.
Mauro Granata