Utente 195XXX
mia figlia eta 14 ad aprile,un anno fa ad aprile si è svegliata con un dolore al braccio porta al PS di Tradate diagniosticano tendinite ci mandano a casa fasciatura di zinco d opo 5 giorni la faccio vedere da un fisiatra e mi dice che e contazione muscolare mi dice di mettere un tutore tiene il tutore per due mesi ma il dolore non passa gioca a pollavolo sistorta il dito e fa una lussazione al 1°raggio DX sepre della stesso braccio.Intanto continuamo ad andare da ortopedici e fisiatri.Intanto tolto il gesso alla sera il gomito si gonfia torniamo al PS dinuovo lastre ci dicono di fare un eco al polso risultato riversamento di liquido allora ci dico di fare una RM al polso e un eco al gomito per sospetta ipercodite risultato riversamento di liquido.uscendo da li mia figlia comincia a lamentare un dolore al migliolo del piede tanto che non riesce più ad appogiare il piede cosi la porto di nuovo al PS li dopo aver visto tutta la documentazione decido di ricoverarla dicisette giorni siamo andati anche a genova per un consulto visto che loro me la stavano curando come artrite reomatoide,tornati da li sospendono le medicine e mi dicono che aspetano un consulto dallo pskiatra dopo di che mi mandano a casa dando alla bambina da prendere ancora antinfiammatori tre volte al giorno più gastroprottetori la stessa cosa che gli davano in reparto in più al artrite reumatoide avevano aggiunto firbromioagia e conettivite. Io so solo una cosa che mia figlia a sepre più dolori ed il tepo che è stata ricoverata la cosa si e estesa più velocemente prendendo tutto il piede e le dita e la caviglia ove anno fatto un eco in ospedale e anche li riversamenti di liquido adesso sta salendo su per la gamba e le sta facendo male anche il ginoccio,anche la mano destra e tutta compromessa tanto che di notte ora si sveglia dai dolori egli si blocca la mano e le dita io non so piu cosa credere so solo che mia figli sta molto male e adesso da una settimana ha cominciato con attachi di panico sono molto preocupata lo portata da un reumatologo a milano e lui mi a doto degli esami da fare la capiloscopia e altri cinque esami spero che con questi arriverò a una conclusione mia figlia non e una ragazza che sta ferma lei e sempre in movimento a tanti amici e n on mi va bene che se ne escano fuori con la depressione il fatto e che lei non ha più fiducia nei medici.I risultati degli esami in ospedale sono perfetti però i dolori ci sono i riversamenti anche le dita gli si stanno stortando non so non ce asolutamente nulla per arrivare a una conclusione prima che sia troppo tardi? la ringrazio per la sua disponibilita e attendo una sua risposta grazie.

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora,
capisco la sua preoccupazione nel non veder risolto o diagnosticato il problema di sua figlia.
La sua età è già particolare,vulnerabile. Si aggiunge la paura di non veder risolto il suo problema e di non poter essere più attiva. L'ansia generalizzata poi, può sfociare in veri e prorpi attacchi di panico.
Importante è definre il problema di base, con esami emato-chimici mirati e completi(non so quali siano stati fatti ed i risultati) ed indagini strumentali. Conoscere se si tratti di artrite reumatoide o altro tipo di connettivopatia, è fondamentale per un approccio corretto e mirato. Talvolta vi sono forme non definite completamente e/o "potenziali".Qualia nalisi h asvolto e con quali risultati?

In attesa di un suo riscontro le invio cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it