Utente 126XXX
Buonasera. Qualche tempo fà ho scritto su questo bel ed utile sito di aver avuto problemi di dolore ad un testicolo. Mi è stata trovata un'infiammazione dell'epididimo.La cura prescritta per tale problema era CIPROXIN 1000 mg,1 compressa/gg per una settimana e OKI 2 bustine al gg per una settimana. (l'antibiotico era preventivo,dalle urine non risultavano infezioni).
Il mio medico di base mi ha fatto presente che riteneva il caso di approfondire un'eventuale sintomatologia reumatica perchè io,negli ultimi anni,presento 2 categorie di problemi a cui non riesco a trovare risposta e cioè dolori testicolari e dolori articolari(soprattutto ginocchia) senza che vi siano traumi in nessun caso e,a suo parere,potrebbero essere legate da questo. Anche le risonanze magnetiche fatte in passato a ginocchia e rachide (presento anche del mal di schiena) non evidenziano granchè. Oggi era il quinto giorno di ciproxin ed ho iniziato ad avere dolore al tendine d'achille sx. Ho interrotto (cioè domani non prenderò l'antibiotico) però i sintomi non passano ed ora iniziano ad aggiungersi sintomi quali ginocchia decisamente calde ed arrossate,leggermente gonfie. Le mie domande sono:

1- la causa può essere il ciproxin?per il tendine credo di si,ma anche le ginocchia possono reagire così causa antibiotico? e io cosa posso fare nell'immediato trovandomi solo e senza un medico a disposizione ora? io mi sono messo a riposo ma spero che questi sintomi passino altrimenti non ho idea di che fare!

2-a lungo termine,successivamente,cosa fare per indagare sintomatologia reumatica? rivolgermi direttamente a qualche reumatologo? e qual'è la qualità della vita di una persona con problemi reumatici?

forse la seconda può sembrare una domanda stupida ma io realmente non ho capito cosa mi potrebbe attendere e questo mi mette un po' di paura.

Stamattina ho scritto della tendinite anche sul vecchio post ma non ottenendo risposta ho aperto questo perchè ho pensato che il precedente fosse "archiviato".
Ringrazio molto chi mi vorrà rispondere,porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buongiorno.
Riguardo all'ipotesi di una "reazione" (meglio parlare di effetto indesiderato) alla ciprofloxacina, sembrerebbe ben più probabile un interessamento della caviglia nell'ambito di un quadro clinico caratterizzato di artalgie (da anni) e sospetta artrite (adesso).
Prima di farsi un'idea su quella che può essere la prognosi (dato che non ha ancora ricevuto una diagnosi), si faccia valutare - come già indicato dal Suo medico curante - da un reumatologo.
Saluti,

[#2] dopo  
Utente 126XXX

la ringrazio per la risposta,cercherò di capire cosa mi succede. saluti

[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Prego.
Saluti,