Utente 240XXX
Gent.mo dottore, sono una donna di 27 anni e mi è stata da poco diagnosticata una connettivite indifferenziata con poliartragie migranti a sierologia anticorpale negativa e pregressa positività (4 mesi fa) indici infiammatori aspecifici in soggetto con rinite allergica da inalanti e iperIgE. A seguito della terapia (di 4 mesi) risultano alterate solo:
Ige *778 (val.max.rif 100); (in diminuzione rispetto a prima della cura)
C3 *77 (90-180); (precedentemente negativo)
Albumina *53.6 (55,8 -66,1) (leggermente in diminuzione)
Gamma *22,3 (11,1 - 18,8) (leggermente in diminuzione)
Attività protombinica *59 % (80 - 127)
I.N.R *1,28 v.assoluto (0,85- 1,10)
Esame urine: Proteine*100 (0 -15); (prima della cura *20)
ESTERASI LEUCOCITARIA *25/uL. (prima assenti)
LEUCOCITI *23 (0 - 18)
A seguito della terapia con Flantadin (da15mg a 6 mg)+Plaquenil 200mg 2 volte al di, nonostante un netto miglioramento della rinite allergica, dell'astenia e malessere generale, e dei parametri infiamm.aspecifici (VES, PCR, GLOBULI BIANCHI precendetente alterati) persistono i dolori articolari a ginocchia, caviglie, spalle e mano detra,(non frequenti ma di intensità maggiore rispetto al prima della cura) senza segnali di gonfiore ne rossore. Lo specialista con cui sono in cura mi ha detto di continuare la cura con Plaquenil e Medrol 16 mg + Methotrexate fiale 10 mg per altri 4 mesi. Personalmente (venendo a conoscenza dei possibili effetti collaterali), ritengo quest'ultimo medicinale eccessivamente invasivo e, forse, superluo, essendo la connettivite indifferenziata, sieronegativa e non cronica. Sarei lieta pertanto di ricevere un Suo gentile parere a riguardo. In attesa di una Sua gentile risposta, La ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
mi perdoni se non rispondo alla domanda (che presupporrebbe la conoscenza diretta della Sua situazione), ma ciò che salta all'occhio dal Suo racconto (e al quale Lei stessa fa solo un cenno) è in realtà il valore attuale della proteinuria (100 mg/dl). Tale dato deve essere verificato e - nel caso in cui vi sia una conferma (con i dati delle 24 ore) - portato subito all'attenzione del Suo reumatologo/immunologo di fiducia.
Saluti,

[#2] dopo  
Utente 240XXX

Gent.mo Dottore, La ringrazio per avermi risposto e colgo l'occasione per dirle che effettivamente, su consiglio dell'immunologo con cui sono in cura per la connettivite, e del medico di famiglia, ho fatto nuovamente l'esame delle urine per confermare proprio il valore della proteinuria. I risultati che ne sono usciti sono:
PROTEINE URINARIE 6.8
DIURESI 2000 ml/24h
PROTEINURIA 24 h 136 (mg/24h 0 - 300)
MICROALBUMINURIA SPOT 16 (mg/l 0 -30)
ESAME URINE:
COLORE : giallo
ASPETTO: liev. torb
PH : 5.5
GLUCOSIO: 0
PROTEINE: *70 ( 0 - 15)
EMOGLOBINA :0
CORPI CHETOTONICI:0
BILIRUBINA:0
UROBILINOGENO: 0,2 (0 - 0,2)
NITRITI:assenti
ESTERASI LEUCOCITARIA:*75 U/l
PESO SPECIFICO :1.029
ESAME CITOFLUORIMETRICO DEL SEDIMENTO:
ERITROCITI: 7 (0 -15)
LEUCOCITI: *101 (0 - 18)
CELLULE EPITELIALI: *22 (0 - 20)
BATTERI:*8477 ( 0 - 8000)
Vorrei precisare che attualmente non ho alcun disturbo, ne bruciori ne fastidi, nell'urinare ne ho mai sofferto di cistite o altre infezioni nelle vie urinarie. Provvederò al piu presto a consultare sia dell'immunologo che la mia ginecologa di fiducia, nell'attesa sarei lieta di avere anche il Suo parere a riguardo.
La ringrazio ancora per la Sua attenzione e spero di non dovermi preoccupare.
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Utente 240XXX

Gent.mo Dottore, La ringrazio per avermi risposto e colgo l'occasione per dirle che effettivamente, su consiglio dell'immunologo con cui sono in cura per la connettivite, e del medico di famiglia, ho fatto nuovamente l'esame delle urine per confermare proprio il valore della proteinuria. I risultati che ne sono usciti sono:
PROTEINE URINARIE 6.8
DIURESI 2000 ml/24h
PROTEINURIA 24 h 136 (mg/24h 0 - 300)
MICROALBUMINURIA SPOT 16 (mg/l 0 -30)
ESAME URINE:
COLORE : giallo
ASPETTO: liev. torb
PH : 5.5
GLUCOSIO: 0
PROTEINE: *70 ( 0 - 15)
EMOGLOBINA :0
CORPI CHETOTONICI:0
BILIRUBINA:0
UROBILINOGENO: 0,2 (0 - 0,2)
NITRITI:assenti
ESTERASI LEUCOCITARIA:*75 U/l
PESO SPECIFICO :1.029
ESAME CITOFLUORIMETRICO DEL SEDIMENTO:
ERITROCITI: 7 (0 -15)
LEUCOCITI: *101 (0 - 18)
CELLULE EPITELIALI: *22 (0 - 20)
BATTERI:*8477 ( 0 - 8000)
Vorrei precisare che attualmente non ho alcun disturbo, ne bruciori ne fastidi, nell'urinare ne ho mai sofferto di cistite o altre infezioni nelle vie urinarie. Provvederò al piu presto a consultare sia dell'immunologo che la mia ginecologa di fiducia, nell'attesa sarei lieta di avere anche il Suo parere a riguardo.
La ringrazio ancora per la Sua attenzione e spero di non dovermi preoccupare.
Cordiali Saluti

[#4] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Il valore della proteinuria delle 24 ore sembra essere nella norma, ma è bene ripetere il dosaggio più volte per essere sicuri.
Un ulteriore consiglio che mi sento in dovere di darLe è di fare sempre molta attenzione alle modalità di raccolta del campione per l'esame delle urine "istantaneo", con particolare cura dell'igiene intima immediatamente prima della procedura e con l'accortezza di gettare via le primissime urine (orientativamente, l'equivalente di un piccolo bicchiere).
Saluti,