Utente 536XXX
Buongiorno, vi sottopongo le mie analisi del sangue perchè sono stufo di fare esami e nessuno sà dirmi cosa potrei avere.
Ho 22 anni non ho mai avuto alcun tipo di problema svolgo attività fisica di livello medio (palestra e in precedenza ciclismo) e circa 3 mesi fa toccando l'ascella destra avevo sentito un piccolo fastidio come una ghiandola ingrossata.
Dopo 2 setima il braccio ha cominciato a farmi male e sentivo toccando da sotto l'ascella fino al gomito come se ci fosse un "nervo" infiammato e notai una colorazione rossa proprio dove sentivo questo "nervo". Mi dissero che si trattava di flebite causata dal tendine infiammato.
Il medico mi ha prescrtto antibiotici ed eparina per circa 7 giorni.
Dopo i 3 giorni il dolore era diminuito e la colorazione rossa era diventata giallognola (tipo un livido).
Mi sono poi stati prescritti gli esami del sangue con i seguenti risultati:

Tutto nella norma tranne:
URICEMIA 3,5 mg/dl
OMOCISTEINA BASALE 22,18

Dopo questi esami mi sono state prescritte altre analisi anche ai miei genitori per capire se il problema fosse congenito (le analisi dei miei genitori sono perfette!!!)
Ecco alcuni parametri:
PROTEINA S COAGULATIVA 144%
PROTEINA S FREE ANTIGENE 99,1%
OMOCISTEINA 32,4 micromol/L
MUTAZIONE R506Q FATT V: ASSENZA DELLA MUTAZIONE
MUTAZIONE 20210A FATT II ASSENZA DELLA MUTAZIONE

LAC: APTT SENSIBILE aPTT ratio: 1,71
APTT MIX aPTT mix: 1,21
APPT TEST DI CONFERMA
da 0 a 8 secondi: negativo
da 9 a 14 secondi: borderline
maggiore di 14 secondi: POSITIVO
LAC: DRVVT
DRVVTS ratio: 1,60
DRVTT miscela: 1,19
DRVVT: TEST DI CONFERMA: POSITIVO
SCT(Silica clotting time)
SCTs ratio: 1,45
SCT miscela:1,16
SCT: TEST DI CONFERMA: NEGATIVO

ESITO RICERCA LAC: POSITIVO


In seguito:

OMOCISTEINA il primo laboratorio dà come risultato 22,18 micromol/L con un range 0,00 - 15,00

Il secondo laboratorio 32,4 micromol/L range 5,0 - 15,0

Per quanto riguarda gli anticorpi antifosfolipidi:
ANTICORPI ANTI PROTEINA S IgG: 0,9 U/mL range 0,0 - 10,0
negativo per valori inferiori a 10,1 U/mL
bordrline per valori compresi tra 10,1 e 20,0 U/mL
positivo a basso titolo tra 20,1 e 40,0 U/mL
a medio/alto titolo > 40,1 U/mL
ANTICORPI ANTI PROTEINA S IgM: 8,1 U/mL range 0,00 - 13,00
negativo per valori inferiori a 13,0 U/mL
bordrline per valori compresi tra 13,1 e 20,0 U/mL
positivo a basso titolo tra 20,1 e 40,0 U/mL
a medio/alto titolo > 40,1 U/mL
V.E.S. Metodo Test-1 (microfotometria infrarossa): 5 mm/1h range 2 - 12



E per finire oggi sono arrivati questi altri esiti:

ANTICORPI ANTINUCLEO: NEGATIVO
ANTICORPI ANTI nDNA: NEGATIVO
ANTICORPI ANTI ENA: NEGATIVO
ANTICORPI ANTI CITOPLASMA DEI NEUTROFILI: NEGATIVO
S-C3c: 1,02 g/L valori normali [0,9 - 1,8]
S-C4: 0,23 g/L [0,1 - 0,4]



Cosa potrebbe essere?
Sono già stato visitato da un ematologo che mi ha consigliato di rivolgermi ad un reumatologo ma la visita mi è stata prenotata tra 2 mesi....



Grazie per la disponibilità

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Finzi

28% attività
0% attualità
12% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
I risultati sono, per alcuni versi, contraddittori.
Siccome esistono anche (purtroppo) gli errori di laboratorio, ripeta aPTT e LAC, prima di imbarcarsi in altre avventure...
Giuseppe Finzi

[#2] dopo  
Utente 536XXX

Ok... Grazie per il consiglio.
Per quanto riguarda l'omocisteina? Entrambi i laboratori la danno fuori limite; cosa comporta? Posso fare qualcosa per farla diminuire?


grazie

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Finzi

28% attività
0% attualità
12% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
L'aumento dell'omocisteina nel sangue (iperomocisteinemia) può avere origini dietetiche (poca verdura, alcool etc.) ma anche genetiche, in particolare per la mutazione di un gene (MTHFR - MetilTetraHydroFolatoReduttasi).
Nel suo caso l'aumeno modesto parrebbe più dietetico, ma con un semplice prelievo di sangue (se il suo Medico lo ritiene) si può accertare la componente genetica, che in realtà è molto frequente.
Un aumento dell'omocisteina è stato associato ad un rischio incrementato di trombosi, specie venose, ma il dato oggi è messo alquanto in dubbio.
Ad ogni modo per normalizzare un elevato livello di omociteina basta "abbuffarsi" di verdure a foglia larga (insalata, radicchio etc.) o assumere per bocca un poco di acido folico, che è una "vitamina" (ne bastano pochi milligrammi a settimana) venduta anche come prodotto da banco (OTC)
Giuseppe Finzi

[#4] dopo  
Utente 536XXX

Grazie della risposta!
Sulla mia alimentazione penso di non poter intervenire più di tanto visto che mangio moltissima verdura a foglia larga (dagli spinaci all'insalata passando per i cavoli)sia a pranzo che a cena, non assumo mai sostanze alcoliche... L'unica pecca potrebbe essere che consumo 2 volte al giorno carne...

L'esame genetico che dice lei l' MTHFR non c'entra nulla con quelli che hanno fatto fare sia a me che hai miei genitori?

MUTAZIONE R506Q FATT V: ASSENZA DELLA MUTAZIONE
MUTAZIONE 20210A FATT II ASSENZA DELLA MUTAZIONE

Grazie e scusi per l'insistenza...