Utente 254XXX
Gentili dottori da ormai 2 anni convivo a fatica con dolori articolari agli arti inferiori (quadricipiti, polpacci, talloni, caviglie), con lombalgie e mal di schiena, praticamente non c'è un momento della giornata in cui non avverta dolore, solo la notte mi porta giovamento (tranne quando i dolori sono veramente acuti).

Ho fatto numerosi accertamenti sia ortopedici che reumatologici e per il momento navigo ancora nel nulla senza lo straccio di una diagnosi.

All'inizio si era pensato ad una forma di spondiloartrite ma i successivi accertamenti clinici(rmn articolazioni sacro-iliache, HLA-B27 negativo, esami ematologici nella norma fatta eccezione per una sporadica leucopenia)hanno escluso, almeno per il momento, questo tipo di patologia.

Negli due anni mi si è storto anche il bacino, però nessuno ha saputo dirmi il perchè.

Un'altra cosa stranissima è che ultimamente dopo aver fatto una doccia calda mi si arrossa la pelle in corrispondenza della colonna vertebrale, l'arrossamento è come una striscia di vernice che segue il decorso della colonna arrivando sino all'osso sacro per proseguire bilateralmente sugli arti inferiori seguendo il decorso del nervo sciatico, questo strano fenomeno è riconducibile a qualche patologia di origine reumatologica? Quale?

Una scintigrafia ossea potrebbe essere utile ?

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La negatività degli esami tenderebbe ad escludere una spondiloartrite. Per quanto riguarda le manifestazioni cutanee, così precisamente descritte, sarebbe utile documentarle con una foto (santo iphone!) da mostrare ad uno specialista dermatologo per un migliore orientamento diagnostico. Sulla affidabilità diagnostica della scintigrafia i punti di vista sono discordanti. Alcune scuole continuano a consigliarla, altre non ne riconoscono l'utilità. Certo è che da un punto di vista strettamente "evidence based" la letteratura sembra dare ragione alle seconde. Cordialmente.
Mauro Granata