Utente 220XXX
Salve. Volevo qualche consiglio/parere sul problema che ho da un po di tempo. Innanzitutto sono un ragazzo di 23 anni, alto 1.76m e peso 70 kg circa. Ho avuto due anni fa un attacco di lombalgia (non sono esperto ma credo si chiami così) con fortissimo dolore alla parte bassa della schiena tanto da riuscire a stento a camminare, soprattutto la mattina appena alzato. Mi sono tenuto il dolore per una settimana e al termine della fase acuta è seguito un periodo di fastidio/dolore cronico lungo il nervo sciatico in cui non potevo allungare del tutto la gamba destra. Pian piano il tutto è passato. Lo stesso episodio si è verificato quest'anno ad aprile solo che il dolore/fastidio cronico alla sciatica non è più passato. Per la precisione è andato e venuto varie volte ma mai del tutto. Basta che sto un'ora in piedi per accusare mal di schiena nella zona lombare. Giorni fa sono stato ad un concerto in piedi per oltre 3 ore e da allora il dolore alla sciatica è qui e costante. Per la precisione non parte dalla schiena, non ho mal di schiena ma mi fa male nell'interno coscia, dietro il ginocchio e nel polpaccio. Non è insopportabile ma se ad esempio passeggio il fastidio aumenta (non vi è dolore associato al movimento però) e nel momento in cui mi alzo o soprattutto mi siedo fa abbastanza male per poi in seguito diminuire ai suoi livelli normali. In generale so di avere da sempre una scoliosi. Ho fatto palestra per 6 anni e da 4 ho smesso. Passo molto tempo seduto essendo uno studente universitario. Sono andato pochi giorni fa dal medico di famiglia che visitandomi ha notato che l'unica cosa che mi fa male è allungare la gamba e che il dolore aumenta dopo il movimento. Mi ha prescritto expose per 7-8 giorni dicendo che secondo lui è un problema muscolare (non mi trova d'accordo). Sono inoltre andato a fare la rx lombosacrale e giovedì 16 avrò i risultati. Nel frattempo sarei curioso di sapere un vostro parere, su cosa possa essere e avere qualche consiglio del tipo: come dormire e che tipi di esercizi fisici posso fare/non fare. Scusate il lungo messaggio, vi ringrazio :)

[#1] dopo  
Dr. Francesco Chiaravalloti

24% attività
0% attualità
8% socialità
BASTIA UMBRA (PG)
ASSISI (PG)
OTRICOLI (TR)
TREVI (PG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, dalla descrizione dei sintomi sembra essere un quadro di sciatalgia S1 a destra che potrebbe riconoscere come causa scatenante un conflitto disco-radicolare. Dalla Rx si assumono segni indiretti di discopatia ed inoltre si possono detrarre altre informazioni seppur non complete sulla deviazione scoliotica che riferisce. Successivamente in base alla clinica, qualora il dolore dovesse persistere, potrebbe essere utile effettuare una RMN che fornirebbe informazioni molto più dettagliate sull'eziologia.
La posizione a letto potrebbe essere quella in decubito laterale con un cuscino tra le gambe, ma la cosa è altamente soggettiva.
Camminare in piano evitando salite e discese e nelle fasi di maggior fastidio/dolore utilizzare un lombostato, ma non abituarsi all'utilizzo (solo qualche ora e quando realmente necessario). Astenersi da tutte le attività che generano un carico assiale ed evitare corsa e bicicletta. Classicamente si consiglia il nuoto ma tutti gli stili e forse un pò meno il dorso, prevedono una contrattura più tonica che fasica dei paravertebrali lombari che al momento sono già in contrattura antalgica, veda lei!
Effettui, dopo essersi consultato con il suo medico di m.g. riguardo il risultato della radiografia, una visita specialistica al fine di valutare come procedere sul piano terapeutico/fisioterapico per risolvere il problema e prevenire nuovi episodi.
Ci faccia sapere e auguri!
Dr. Francesco Chiaravalloti

[#2] dopo  
Utente 220XXX

Grazie della risposta. La rx lombosacrale ha dato il seguente risultato:

RX RACHIDE LOMBO/SACRALE

Esame eseguito con tecnica digitale diretta nelle due proiezioni ortogonali.
Ridotta la lordosi lombare.
Non alterazioni morfo-strutturali vertebrali.
Ristretto lo spazio discale L5-S1.

Volevo sapere se in genere una simile condizione richiede un intervento chirurgico o se ci sono tecniche meno invasive. Non penso che necessito di un lombostato perché non ho assolutamente dolori alla schiena, se non quando sto più di un'ora in piedi. Non sarà semplice seguire una terapia perché purtroppo sono uno studente universitario fuori sede.
Ah un'altra cosa, ho smesso di prendere expose dopo 9 giorni di assunzione dato che non provocava il minimo effetto.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Chiaravalloti

24% attività
0% attualità
8% socialità
BASTIA UMBRA (PG)
ASSISI (PG)
OTRICOLI (TR)
TREVI (PG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Il segno indiretto di cui le parlavo e' proprio la riduzione dello spazio L5-S1, che nel suo caso può giustificare la sintomatologia.il lombostato provi ad usarlo quando avverte dolore. Il miorilassante probabilmente nel suo caso può non sortire alcun effetto. Si rivolga cmq ad un Fisiatra che dopo una valutazione clinico-funzionale le indicherà il percorso di diagnosi e cura più adeguato al suo caso. Saluti
Dr. Francesco Chiaravalloti