Utente 997XXX
Gentili dottori,
scrivo per conto di un mio amico, che da qualche periodo non conduce più una vita serena a causa delle sue condizioni di salute. Premetto col dire che ha 23 anni e pesa 120 kg per 1.90 di altezza

È cominciato tutto qualche mese fa, di notte ha avuto una crisi respiratoria ed è andato all'ospedale dove gli hanno fatto un elettrocardiogramma e una radiografia al torace senza riscontrare problemi
Dopo qualche tempo di notte ha avuto un'altra crisi accompagnata da tachicardia e labbra blu, altra corsa in ospedale dove sono stati rifatti elettrocardiogramma, radiografia e inoltre misura della pressione,dell'insulina e un ecocardiogramma: anche qui nessun problema.

Dopo questi due episodi sono iniziati dei dolori al braccio sinistro accompagnati da formicolii alla mano

Dati i frequenti attacchi di tachicardia di notte ha sostenuto un altra visita da un cariodiologo che non ha riscontrato problemi al cuore e ha prescritto oki per i dolori, il quale non ha avuto alcun effetto

Da qualche settimana i dolori stanno aumentando: spalla sinistra, sterno e gamba sinistra(e sono sempre presenti la tachicardia e le crisi respiratorie accompagnate anche da disturbi del sonno).
Ha effettuato le analisi del sangue e sono risultati i CPK alti (350) anche se non pratica alcuna attività fisica.
Da una settimana, sotto prescrizione del medico, sta assumendo voltaren pillole senza beneficio e il suo dottore sostiene che sia un problema legato al suo eccessivo peso!

Volevo sapere se una visita da un reumatologo è indicata quando si presentano questi sintomi oppure dovrebbe rivolgersi ad un qualche altro tipo di medico.

Ringrazio per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
L'aumento dell'enzima muscolare CPK può dipendere da molteplici cause. Nel caso particolare, se non già fatto, consiglierei di ripetere l'esame valutando anche la frazione miocardiospecifica mb. Successivamente il suo medico di medicina generale deciderà a quale specialista inviarla. Il reumatologo si occupa dei valori del CPK in quanto possibile manifestazione di malattia muscolare infiammatoria. Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 997XXX

La ringrazio per la risposta dottore