Utente 600XXX
Buongiorno,
avevo scritto nella sezione neurologia ma mi è stato fatto presente
che la mia situazione va chiarita con un reumatologo e quindi
riporto la mia situazione qui.
Sono un ragazzo di 25 anni qualche anno fa, in seguito ad una infiammazione della gola, mi sono state tolte le tonsille
(mononucleosi risultava pregressa).
Da allora ho sempre avuto dei problemi di stanchezza diffusa che però ultimamente è peggiorata e si è localizzata alle gambe con forte senso di affaticamento e pesantezza anche dopo brevi percorsi a piedi e con forti dolori ai polpacci e alle cosce anche al tatto.
L'estate scorsa(ero in vacanza al mare)mi sono comparse delle macchie molto estese all'interno di entrambe le gambe, definite come porpora non palpabile, e gli esami del sangue presentavano i seguenti valori
monociti 1.29, s-transaminasi AST(got) 87, ALT(gpt) 90, S-latticodeidrogenasi(ldh) 1189, mioglobina 339, S-creatinfosfochinasi(ck-nac) 660.
Decisero di ricoverarmi per accertamenti.
Riporto gli esami eseguiti durante il ricovero:
RX torace nella norma ecografia fegato nella norma. Elettromiografia nella norma.

ricerche immunologiche:
P-KCT CAOLINO 1, VELENO VIPERA 24, s ab lgG e lgM anti treponema palladium assenti, S Ab lgG anti anca pr3 mpo elisa assenti,
lgG anti cardiolipina 7 , lgM anti cardiolipina 14, lg M e G anti beta2 glicoproteina 6 e 3,U lg catena K assenti,
catena lamda assenti, bence jones assenti, anti anca(IFI) assenti,
tempo di trombina normale 18, PTT mix 28,
anti endomisio assenti, anti ena screening negativo,anti nucleo ana screening assenti, anti dna 40.

La prima ipotesi fatta dai medici è stata polimiosite o dermatomiosite poi abbandonata per via degli esiti di questi esami.
Io però sono perplesso e le mie perplessità sono state confermate anche dal Dr. Pietropaolo Bianchi nella sezione neurologia.
Vorrei capire se gli esami che mi sono stati fatti escludono al 100% la possibilità che sia polimiosite, visto che
i sintomi e gli esami del sangue mi porterebbero a pensare a quella.

Io non so più a cosa pensare ho sentito 5-6 medici e nessuno riesce a trovare una spiegazione a tutta questa situazione.
Vorrei chiedervi di chiarire il mio dubbio e di espremere la vostra idea ed eventualmente pronunciarvi sulla strada da
seguire.
vi ringrazio anticipatamente distinti saluti Riccardo

P.S.
a questo link potete trovare la discussione precedente in cui avevo specificato meglio tutta la situazione.
https://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=29347

[#1] dopo  
3903

Cancellato nel 2010
Gentle Sig
Le consiglierei di eseguire ulteriori accertamenti a livello ematochimico tali da escludere eventuale coinvolgimento epatico da infezioni virali.
Cordialmente,

[#2] dopo  
Utente 600XXX

Gentile dottore,
la ringrazio per aver risposto. Mi potrebbe consigliare quali esami eseguire? E cosa potrebbe essere il problema secondo lei?
La ringrazio nuovamente saluti Riccardo