Utente 362XXX
Gentili Dottori,
avrei una domanda da porre alla Vs. cortese attenzione.

Sono una ragazza di 26 anni e da circa un anno sto effettuando tutta una serie di accertamenti per una possibile connettivite in quanto dal Maggio 2008 è presente un alto valore di fattore reumatoide e da più di 3 anni soffro di dolori diffusi ed articolari in tutto il corpo.

Il problema è che dalle analisi quasi tutti i valori risultano nella norma, ad eccezione di:
- fattore reumatoide (ultime analisi: 21,96 IU/ml [valori normali: 0-15])Da sottolineare il fatto, però, che sto assumendo Salazopirina (2 compresse al giorno)
- VES a volte un po’ più alta e altre più bassa rispetto ai valori normali mentre la PCR è sempre nella norma ed anzi bassa
- ANA 1:80 e ASMA 1:100 (questi ultimi però devo ancora ricontrollarli a breve perchè questi risultati risalgono a quasi un anno fà)
- Capillaroscopia: quadro microcircolatorio con segni aspecifici ma evidenti compatibili con connettivopatia

Il punto è che cercando delle informazioni sul fattore reumatoide ho notato che questa immunoglobulina può risultare positiva in caso di Mononucleosi infettiva.
Non ho ben capito se questi valori alterati permangono anche dopo parecchio tempo oppure se terminata l’infezione acuta ritornano normali.
E’ possibile che in passato io abbia contratto il virus EBV e che ora il fattore reumatoide permanga alterato anche a distanza di anni? In caso affermativo questo potrebbe generare comunque artrite reumatoide?

Un grazie di cuore a chi vorrà chiarirmi questi dubbi e consigliarmi la cosa più adatta da fare.
Distinti Saluti.

[#1] dopo  
3903

Cancellato nel 2010
La presenza di FR indica la possibilità di un’artrite reumatoide (AR) o di un altra malattia reumatica come per esempio la sindrome di Sjögren, il LES e cosi via... nel caso in cui, pur in presenza di un test per il FR positivo, siano state escluse clinicamente o strumentalmente(ecografia articolare etc) sia l' AR che l' altre malattie reumatiche, potrebbero esserci altre ragioni di positività, come ad esempio le malattie infettive, tubercolosi, infezioni virali epatiche, tiroidee, CMV, EBV e altri.

[#2] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Le sue informazioni riguardano i bei tempi andati, quando il fattore reumatoide (una IgM anti IgG) veniva cercato con la reazione di Waaler Rose, la quale impiegava emazie di montone ricoperte con IgG.

In tal caso un mononucleosico, che a causa della mononucleosi aveva sviluppato anticorpi eterofili, ossia rivolti aspecificamente contro emazie di animali diversi dall'uomo, ivi compresi gli ovini, poteva agglutinare la waaler rose, agglutinando non le IgG ma direttamente il supporto di montone.

Era un artefatto tecnico.

La Waaler rose non si usa piu', le emazie di montone non si usano piu', gli anticorpi antimontone presenti nella mononucleosi non interferiscono piu'.




[#3] dopo  
Utente 362XXX

Gent.mi Dottori, Vi ringrazio moltissimo per le risposte.
Cordiali Saluti