Utente 708XXX
Buongiorno, ho 32 anni e da ormai molti anni soffro di questo problema, spondilo artrite sieronegativa (almeno credo) in soldoni cosa sta dicendo questo nome così complicato, quale malattia è.

Spiego brevemente i problemi che ho riscontrato durante gli ultimi anni. La colonna è quella che ne risente di più, ho sempre una rigidità mattutina notevole che scompare dopo un po che mi sveglio e inizio una attività motoria standard, (ovvero fare le cose normalissime mattutine, alzarsi, lavarsi ed andare a lavoro) insomma un po di movimento.

Purtroppo non ho mai trovato un medico disposto sia a spiegarmi che a prendere sul serio la questione, sono stato anche ricoverato al Policlinico di Roma Umberto I, circa 15 anni fa. Tengo a bada la malattia con Feldene Fast alla necessità. 2 anni fa sono voluto andare ad un controllo da un medico Reumatologo privato, mio dio non lo avessi mai fatto, sembrava un onnipotente sceso in terra, comunque senza polemica, mi ha fatto fare delle lastre che dicevano che le sacro-eliache erano scomparse, credo volesse dire che si erano calcificate (suppongo), la colonna sembrava curvata nel normale e nonmostrava calcificazioni tra le vertebre. Analisi del sangue, la VES la ho sempre avuta alta, e nel periodo di sfogo altissima anche fino a 80 (circa 15 anni fa) ora su l'ultima verifica effettuata era circa 25 la velocità.

Sono qui per chiedere un consiglio su come proseguire e come far regredire gli effetti di tale malattia. Sapendo che la malattia non muore mai. Oltre che andare di nuovo da un Reumatologo dove non trovo più fiducia.

Ci sono farmaci che tengono a bada gli effetti di dolore e di irrigidimento motori del corpo un po più a lungo del Feldene?

Posso fare delle analisi che confemino al 100% tale malattia?
Posso rendermi conto se da alcuni effetti possa trattarsi di tale malattia?

L'ultima volta dal reumatologo mi è sembrata una pedita di tempo e di molti soldi. Vorrei nel possibile capire esattamente cosa fare, cosa che il medico non ha saputo fare. Alla mia domanda come possiam oproseguire? Il medico rispose: continui con il feldene alla necessità. Bha non sono assolutamente un medico, ma mi sarei aspettato qualcosa che mi avesse dato fiducia in lui e che ne avesa trasmessa a me. non è stato così, purtroppo. A volte tale malattia credo mi afaccia avegliare anche un bel po nervoso quando si acutizano gli effetti, è possibile?

P.s. Avrò omesso senz'altro qualche informazione magari fondamentale, ma posso dare altre info.

P.s. Servizi odavvero eccelso, complimenti.

Grazie in anticipo del vostro interessamento.

GA

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Mi spiace per la Sua brutta esperienza. Purtroppo non credo sia possibile fare diagnosi, impostare un programma terapeutico senza visita specialistica. Mi creda, non tutti i medici sono così. Si faccia coraggioe si rivolga ad un altro specialista reumatologo.
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 708XXX

Grazie del suo intervento. A settembre tornerò a cercare un buon medico. Sono certo che non tutti i medici siano così. Basta leggere i migliaia di posts che sono inseriti in questo sito.

Grazie.
GA

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Grazie per la Sua considerazione.
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum